Nuovo Ordine Mondiale

«Considerate la pandemia come permanente»

Bloomberg ha pubblicato un editoriale del giornalista tedesco Andreas Kluth che sostiene che i focolai di nuove varianti di COVID-19 significano che la pandemia sarà un fatto «permanente» e che ci sarà un «ciclo infinito» di restrizioni.

Kluth sostiene che l’idea che il mondo ad un certo punto tornerà «alla normalità» è «quasi certamente sbagliata» e che la SARS-CoV-2 diventerà «il nostro nemico permanente, come l’influenza ma peggiore».

I focolai di nuove varianti di COVID-19 significano che la pandemia sarà un fatto «permanente» e che ci sarà un «ciclo infinito» di restrizioni

L’autore cita «l’emergere in corso di nuove varianti che si comportano quasi come nuovi virus», il che significa che «potremmo non ottenere mai l’immunità di gregge» perché i vaccini attuali sono «impotenti contro le mutazioni in arrivo».

«Se questa è la traiettoria evolutiva di SARS-CoV-2, siamo di fronte a cicli apparentemente infiniti di focolai e remissioni, restrizioni sociali e rilassamenti, blocchi e riaperture», afferma il Kluth.

«Almeno nei paesi ricchi, probabilmente verremo vaccinati un paio di volte all’anno, contro l’ultima variante in circolazione, ma mai abbastanza velocemente o in modo completo da ottenere l’immunità di gregge».

Che il mondo ad un certo punto tornerà «alla normalità» è «quasi certamente sbagliata» e la SARS-CoV-2 diventerà «il nostro nemico permanente, come l’influenza ma peggiore»

Nonostante il fatto che la popolazione globale sia stata colpita da pandemie peggiori che all’epoca aveva molta meno esperienza medica da affrontare e alla fine le ha superate, Kluth in qualche modo pensa che non sarà il caso del COVID.

Come ricorda Summit News, l’opinionista di Bloomberg non è affatto il primo a suggerire che la pandemia finirà tra molti anni, o forse non finirà mai.

Nel suo libro COVID-19: The Great Reset, il globalista del World Economic Forum Klaus Schwab afferma che il mondo «non tornerà mai» alla normalità, nonostante abbia ammesso che il coronavirus «non rappresenta una nuova minaccia esistenziale».

«Almeno nei paesi ricchi, probabilmente verremo vaccinati un paio di volte all’anno, contro l’ultima variante in circolazione, ma mai abbastanza velocemente o in modo completo da ottenere l’immunità di gregge»

Un alto funzionario dell’esercito americano ha affermato che indossare la mascherina e mantenere il distanziamento sociale diventerà qualcosa di permanente, mentre il direttore della sicurezza internazionale della CNN Nick Paton Walsh ha affermato che l’uso obbligatorio delle maschere diventerà «permanente», «solo una parte della vita», e che la popolazione lo farà di certo, perché bisogna «venire a patti con questo».

Fonte: renovatio21

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

7 commenti su “«Considerate la pandemia come permanente»

  1. enzo michetti

    Questo è quello che vorrebbe il sistema, tramite i pareri di questo pseudo veggente che lo sostiene a spada tratta con le sue previsioni. Le masse non accetteranno mai, perché una vita da condurre così non avrebbe più senso. Morti per morti sarà una ribellione totale. L’influsso spirituale attraverso la non accettazione di questa situazione, metterà in atto, il crollo del sistema.

    Piace a 1 persona

  2. beppepal

    da bizzi, draghi, Merkel e la fine della dei coprifuochi e “pandemia”? da o un estremo all’altro con blomberg e “giornalista” tetesko? e non si ragiona mai?

    "Mi piace"

  3. whyjustbuy

    Leggete i commenti all’articolo e capirete perché grazie al cielo questi pazzi non vinceranno mai: la gente ne ha piene le p a l l e, hanno già perso.

    https://www.bloomberg.com/opinion/articles/2021-03-24/when-will-covid-end-we-must-start-planning-for-a-permanent-pandemic

    "Mi piace"

  4. Ambrogio Vittadini

    …pensavo che in un tempo relativamente breve tutta questa tragedia FINISSE !

    "Mi piace"

  5. beppepal

    cosa devi moderare? ripeto: chi scrive da un “manicomio”? e se scrive da un manicomio che paura potranno mai fare le parole di un ricoverato?

    "Mi piace"

  6. dai ragazzi ottimismo….se questi che scrivono la azzeccano come hanno azzeccato la rielezione di Trump possiamo
    dormire sogni tranquilli

    "Mi piace"

  7. il mio ottimismo era aovviamente inteso come una battuta. purtroppo ho realizato
    che informazione e controinformazione sono lo stesso lato oscuro della luna…..
    forse ! anche se non ne sono mai stato legato ma la cara e vecchia fede bisognerebbe riconsiderarla

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: