Notizie

Newsweek: nave incagliata nel canale di Suez praticherebbe traffico di minori

Newsweek, uno dei settimanali più rinomati e rispettati d’America, sgancia la bomba: la nave Evergreen (HR3C) incastrata nel canale di Suez trasporterebbe bambini, in un traffico globale di minori usato da Hillary Clinton!

Facciamo fin fatica a riportare questa notizia, per quanto è sconvolgente ed apparentemente incredibile. E fa impressione anche solo leggerla riportata. Ma la fonte è davvero importante: Newsweek, uno dei settimanali storici americani in lingua inglese, assieme al Time. Dunque, riportiamo la tesi pubblicata solo ieri da detta testata USA: la nave Evergreen, con i segni marittimi ufficiali (“signs”) – come riportato dalla stessa fonte – uguali alle iniziali della  candidata USA nelle elezioni presidenziali 2016, Hillary Rodnam Clinton, trasporterebbe bambini, in un traffico di minori globale che coinvolgerebbe il clan Clinton (il condizionale è d’obbligo). Secondo Newsweek la fonte sarebbe Qanon, elemento di disturbo mediatico negli scorsi mesi – che in alcune occasioni però “ci ha anche preso” – che sembra essere emerso essere prossimo all’intelligence militare USA (…). Ripeto, non ci fosse di mezzo Newsweek, con sua reputazione e la sua storia, non avremmo avuto il coraggio di riportare quanto sopra.

Al LINK il tweet sopra, stesso tweet riportato su Newsweek.

Mai come in questi casi la cautela è d’obbligo, sia chiaro.

Come è chiaro che questa – anche e soprattutto la sua pubblicazione su un settimanale così importante, guardate la proprietà attuale del settimanale, chi è, … – è roba da intelligence al più alto livello. Ben ricordando come l’evento Evergreen sia coinciso con la conclusione delle elezioni israeliane, terminate finalmente con un vantaggio relativamente chiaro di una fazione, quella di Benjamin Netanyhau (che è anche il beneficiario principe della clamorosa apertura a Tel Aviv del  mondo arabo avvenuta sotto Trump, ndr). Ossia a capo del paese che di fatto condivide in qualche modo il transito nel Sinai, Israele, essendo ad un tiro di schioppo (letteralmente) dal canale di Suez.

Ben sapendo come Al Sisi, il ras egiziano, da parte di madre sia ebreo algerino, o quanto meno ciò è quanto tutti sembrano sapere in Egitto (ri-BANG, non è vero…?). Egitto che – la ragnatela dei fatti continua – ospita il canale di Suez, quello inaugurato nel 1869 con la suggestione dell’opera forse più famosa di Giuseppe Verdi, inscenata tra le Piramidi, l’Aida.

Canale di collegamento tra Oriente ed Europa da decenni supervisionato nella sua accessibilità da Isreale per conto USA, a garanzia dei commerci mondiali (si noti: dalla sua inaugurazione il canale di Suez è stato invece sotto la “supervisione” – ed il finanziamento, per la sua costruzione – dei poteri coloniali europei, ossia dei franco-inglesi; poi, dopo la fine della seconda guerra mondiale, a pena di forti scossoni nell’area, ci fu il “changeover” a favore di Washington, con Tel Aviv diciamo sentinella, ndr).

Che sia chiaro: vero o falso che sia quanto sopra riportato dalla testata USA, con gli occhi del mondo sulla nave Evergreen che blocca i traffici commerciali mondiali, questo sarà un game changer.

Nel video e nell’immagine sopra l’intasamento di navi nel canale di Suez

Nel senso che comunque Newsweek, se la notizia si rivelerà falsa, è una testata destinata a chiudere (preciso: noi riportiamo giusto la notizia di Newsweek, esplosiva, in forza dell’importanza e della storia del settimanale USA, ndr).[Newsweek, settimanale fondato nel 1933, “passato” per il gruppo Washington Post, è un settimanale USA in lingua inglese che secondo Wikipedia, come circolazione, ha più di 100 milioni di “users”mensili, ndr].

Ben ricordando che – basta chiedere ad un addetto ai lavori – bloccando “così” il canale di Suez, nel modo in cui vediamo sui media, con una nave così grande incagliata pesantemente nel canale, il blocco dei traffici commerciali durerà settimane se non mesi, con innegabili effetti inflattivi sull’economia mondiale. Ossia quanto accaduto non è solo inusuale, è quasi impossibile in assenza di eventi imprevedibili. E con conseguenze economiche tutte da decifrare (…).

Quali possano essere stati gli eventi imprevedibili che hanno causato la deriva della enorme nave, in tal guisa, non mi azzardo ad immaginarli, men che meno a citarli. Visto che la scusa ufficiale di una folata di vento sembra davvero peregrina.

Mai come in questi casi – ripeto – intimare ai lettori la massima cautela è un obbligo, dunque è anche nostro obbligo (per farvi capire: una notizia del genere pubblicata in USA da Newsweek corrisponde ad una notizia sconvolgente riportata da uno dei principali quotidiani e/o periodici italiani; notizia che il tale caso non sarebbe potuta essere trascurata, ossia verrebbe comunque quanto meno riportata nella sua interezza).

Ripetiamo, mai come in questi casi il “work in progress” è necessario, invitando i lettori a verificare non la fonte, direi al di sopra di ogni sospetto, ma la veridicità stessa della notizia, seguendo cosa accadrà nel post evento (ad esempio cosa capiterà dove attraccherà la nave).

MD

Fonte: mittdolcino

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

3 commenti su “Newsweek: nave incagliata nel canale di Suez praticherebbe traffico di minori

  1. Ma questo mittdolcino lo ha letto l’articolo? Non credo.

    "Mi piace"

  2. È sempre più evidente che Ununiverso segua Q Anon o sia imbeccato da Q Anon o suo personale… e magari non solo imbeccato ma pure finanziato. Peccato perché ritenevo il suo creatore o gestore una persona intelligente. Ma se non riesce a vedere e capire la verità ora e non è in grado di separarla dalla falsità, ebbene tale facoltà gli sarà data una volta che entrerà nel regno dello Spirito, quando il Creatore vorrà. È certo che un italiano che segue o promuove Q Anon non potrà un giorno che pentirsi e pure amaramente, e vi auguriamo non giunga a gesti estremi di autolesionismo per la stoltezza di aver seguito e promosso i principi della falsità e dell’inganno. Giusto per concludere ci chiediamo se dal 23 Marzo ad oggi siano stati trovati cento, mille o dieci mila bambini stivati nella nave portacontainer bloccata nel canale di Suez… Noi sappiamo già da tempo la risposta: i bimbi a bordo sono ZERO. E possiamo pure scommetterci cifre da capogiro perché conosciamo la verità. Tra l’altro la nave è stata fatta intagliare apposta per volere indiretto degli USA… nazione guerrafondaia con presidenti burattini manovrati TUTTI da Israele, Biden o Trump non fa alcuna differenza. Solo dei polli possono credere vi siano differenze. Peccato che pure gli italiani siano polli e pure Uniuniverso sia redatto da un bel pollo!!!

    "Mi piace"

  3. Gabriella

    Credere ancora a Qanon è davvero un perseverare contro ogni evidenza!
    Quanti poveri illusi che ancora sperano!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: