Notizie

“Ne abbiamo abbastanza”. Il Texas svela un disegno di legge che rende illegale la censura sui social media

Il governatore del Texas Greg Abbott ha annunciato venerdì che intende firmare un progetto di legge che renderà completamente illegale la censura degli americani sui social media.

Il governatore Abbott dice che gli americani ne hanno finalmente avuto abbastanza della censura incostituzionale inflitta dalle élite tecnocratiche, e ha avvertito che la loro censura fuori controllo “non sarà tollerata in Texas”.

“Vediamo che il Primo Emendamento è sotto attacco da parte di queste società di social media, e questo non sarà tollerato in Texas”, ha detto il governatore Abbott in una conferenza stampa venerdì insieme al senatore di Stato Bryan Hughes.

“È un trend pericoloso quello che si sta diffondendo in tutto il paese che cerca di mettere a tacere le idee conservatrici e le credenze religiose”, ha aggiunto.

“L’abbiamo visto sorgere per la prima volta nei campus universitari”.

Breitbart.com riporta: Nel 2019, il governatore Abbott ha firmato la legge “Campus Free Speech”, garantendo che i diritti del Primo Emendamento degli studenti fossero protetti nei campus universitari.

“Ma ora”, ha continuato Abbott, “queste società tecnologiche di social media stanno usando i loro strumenti per mettere a tacere i discorsi conservatori sulle loro piattaforme”.

Il governatore ha aggiunto che il Senato Bill 12 del senatore Hughes proteggerà i texani “dall’essere censurati ingiustamente sui social media, assicurandosi che le loro voci vengano ascoltate, cancellate o messe a tacere”.

Abbott ha continuato a notare che i siti di social media come Facebook e Twitter “si sono evoluti nella moderna piazza pubblica”.

“Queste sono le aree che una volta erano la piazza del tribunale dove le persone venivano a parlare”, ha detto Abbott. “Ora, le persone vanno su Facebook e Twitter per parlare delle loro idee politiche e ciò che Facebook e Twitter fanno è controllare il flusso di informazioni e talvolta negare il flusso di informazioni”.

“Il Texas sta prendendo posizione contro la grande censura politica tecnologica. Non lo permetteremo nello stato della Stella Solitaria”, ha affermato il governatore Abbott.

Il governatore ha spiegato che la legislazione del senatore Hughes proibirà alle società di social media di censurare i texani in base ai loro punti di vista.

“Consentirebbe anche a qualsiasi texano che sia stato cancellato, censurato o rimosso dalla piattaforma di essere in grado di intentare una causa contro Twitter, Facebook o una qualsiasi di queste altre società e assicurarsi che siano in grado di tornare indietro”, ha detto Abbott .

“Gli Stati Uniti d’America sono stati costruiti sulla libertà di parola e su un sano dibattito pubblico”, ha aggiunto il governatore. “Gli sforzi della grande tecnologia per mettere a tacere i punti di vista conservatori non sono americani, non sono texani ed è inaccettabile e molto presto sarà contro la legge nello stato del Texas “.

Il senatore Hughes ha anche espresso le sue preoccupazioni riguardo al fatto che gli americani siano “esclusi dai social media per non conformarsi a una visione del mondo ristretta” approvata dalla sinistra politica, e ha spiegato perché dovrebbe essere illegale per le società di social media comportarsi in questo modo.

“Non permettiamo alla tua compagnia telefonica di interromperti perché non gli piace la tua politica, la tua compagnia via cavo non può tagliarti a causa della tua religione”, ha detto Hughes. “Queste società di social media sono vettori comuni. Hanno scelto di intraprendere tale attività e non possono discriminare le persone in violazione del Primo Emendamento “.

Il governatore Abbott dice che non vede l’ora di firmare il disegno di legge.

Fonte: newspunch

UnUniverso non ha altro scopo che quello di fare divulgazione, perché sempre più persone comprendano che è possibile un mondo migliore e più giusto. Ho tolto la pubblicità proprio per sottolineare che il mio impegno non è finalizzato a nessun guadagno materiale ma, se condividete gli scopi per cui è nato questo blog, e se volete contribuire alla sua crescita, per favore comprate e leggete o regalate una copia di uno dei miei libri: nati appunto con il fine di far crescere la consapevolezza in coloro che non seguono le fonti di notizie alternative. NZ

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

Un commento su ““Ne abbiamo abbastanza”. Il Texas svela un disegno di legge che rende illegale la censura sui social media

  1. I social media sono società private, possono censurare ciò che vogliono (se vi iscrivete a facebook, tanto per fare un esempio, provate a leggere le condizioni…ma non lo fa nessuno), considerato anche che non si paga per pubblicare i propri scritti.
    Qundi il governatore farà meglio a darsi una calmata. Ma poi, dato che la fonte è newspunch (ex your news wire) ci sono ottime probabilità che la “notizia” sia una balla.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: