Storia

Donald Trump riuscirà a finire quello che JFK ha iniziato?

DUE PRESIDENTI HANNO AVVISATO IL POPOLO DELLE SOCIETÀ SEGRETE: JOHN F. KENNEDY, E ORA DONALD J. TRUMP.

Il 27 aprile 1961, JFK pronunciò un discorso sulle “società segrete”. Il discorso è stato pronunciato presso l’American Newspaper Publishers Association presso l’Hotel Waldorf-Astoria. Ecco alcuni punti salienti, il discorso completo è nel video e un collegamento alla trascrizione completa sotto gli estratti dell’articolo.

John F. Kennedy: (Estratto)

 Voglio parlare delle nostre responsabilità comuni di fronte a un pericolo comune. Gli eventi delle ultime settimane possono aver contribuito a illuminare quella sfida per alcuni, ma le dimensioni della sua minaccia si profilano all’orizzonte per molti anni. Qualunque siano le nostre speranze per il futuro, per ridurre questa minaccia o conviverci, non c’è modo di sfuggire né alla gravità né alla totalità della sua sfida alla nostra sopravvivenza e alla nostra sicurezza, una sfida che ci pone di fronte in modi insoliti in ogni sfera dell’attività umana. Questa sfida mortale impone alla nostra società due esigenze che interessano direttamente sia la stampa che il presidente. Due requisiti che possono sembrare quasi contraddittori nel tono, ma che devono essere conciliati e soddisfatti se vogliamo far fronte a questo pericolo nazionale.

Campeggi segreti di Bohemian Grove.

John F. Kennedy: (Estratto)

Mi riferisco in primo luogo alla necessità di una maggiore informazione pubblica e, in secondo luogo, alla necessità di una maggiore segretezza ufficiale.

La stessa parola segretezza è ripugnante in una società libera e aperta, e come popolo, intrinsecamente e storicamente, siamo contrari alle società segrete, ai giuramenti segreti e ai procedimenti segreti.

Abbiamo deciso molto tempo fa che i pericoli dell’occultamento eccessivo e ingiustificato di fatti rilevanti superano di gran lunga i pericoli citati per giustificarlo. Anche oggi, ha poco valore opporsi alla minaccia di una società chiusa imitando le sue restrizioni arbitrarie. Anche oggi c’è poco valore nell’assicurare la sopravvivenza della nostra nazione se le nostre tradizioni non sopravvivono con essa. E c’è un pericolo molto serio che l’annunciata necessità di maggiore sicurezza venga colta da coloro che sono ansiosi di espandere il suo significato fino ai limiti della censura e dell’occultamento ufficiali. Che non intendo ammettere nella misura in cui è sotto il mio controllo, e nessun funzionario della mia amministrazione, che sia alto o basso, civile o militare, dovrebbe interpretare le mie parole qui stasera come una scusa per percepire la notizia, per soffocare il dissenso, per nascondere i nostri errori o per nascondere alla stampa e al pubblico i fatti che meritano di sapere.

Mr. Grayhope, partecipante a Sacramento di Sonoma Bohemian Grove – Sacramento Press

Nella foto sopra c’è un incontro di Bohemian Grove. Sembra normale, vero?

Il presidente Trump ha detto il giorno in cui è sceso dalla scala mobile per annunciare la sua corsa alla presidenza che “Conosco il loro programma e non è il mio”. Io e molti altri americani sapevamo esattamente cosa intendesse. Non era a favore dell’Agenda 21 del Nuovo Ordine Mondiale. Non era d’accordo allora, e non lo è adesso. Ha lavorato diligentemente e instancabilmente per RESETTARE il loro grande RESET. Credo che stia lavorando per riportare ogni cosa in linea con l’intento originale iniziale dei Padri Fondatori.

Il presidente Trump ha rivelato alla gente cosa stava facendo mentre lo faceva e prima di farlo durante le sue manifestazioni per ottenere una risposta da loro. Perché? Per vedere se questo era ciò che voleva “il popolo”. Ha sempre chiesto la nostra opinione prima di agire su una questione diversa dalle questioni di sicurezza nazionale che erano a pieno carico delle nostre forze armate sotto il suo comando di comandante in capo. I media erano pieni di bugie e di voci che vietavano di dire la verità, quindi il presidente Trump ha parlato alla gente tramite altri mezzi di comunicazione trasparente come Twitter, Facebook e ha chiesto a Dan Scavino di tenerci tutti aggiornati su Periscope, Instagram e altre forme di social media. Sono state inviate e mail di sondaggi direttamente alle persone per chiedere se supportassero o meno determinati problemi. La nostra risposta è stata sempre cercata, raccolta, letta e utilizzata. La cabala lo odiava per questo e il Popolo lo amava per questo.

Noi la gente guardavamo mentre Pelosi e le creature della palude cercavano sempre di privare l’Ufficio esecutivo di tutti i suoi poteri di guerra e di tutto ciò che aveva il potere di fare. Il disgraziato oratore è persino arrivato al punto da vedersi strappato il discorso sullo stato dell’Unione subito dopo averlo pronunciato. Il mondo ha assistito al suo atto di ribellione. Non è passato inosservato e non è stato dimenticato. Per quanto miserabile fosse l’atto stesso, esso è servito a mostrare la mancanza di rispetto e il totale disprezzo per la più alta carica del paese.

John F. Kennedy: (Estratto)

Ma chiedo a ogni editore, ogni redattore e ogni giornalista della nazione di riesaminare i propri standard e di riconoscere la natura del pericolo del nostro paese. In tempo di guerra, il governo e la stampa si sono uniti abitualmente in uno sforzo, basato principalmente sull’autodisciplina, per impedire rivelazioni non autorizzate al nemico. In tempi di pericolo evidente e attuale, i tribunali hanno ritenuto che anche i diritti privilegiati del Primo Emendamento debbano cedere al bisogno del pubblico di sicurezza nazionale. Oggi non è stata dichiarata nessuna guerra e per quanto feroce possa essere la lotta, potrebbe non essere mai dichiarata nel modo tradizionale. Il nostro modo di vivere è sotto attacco. Coloro che si fanno nostri nemici stanno avanzando in tutto il mondo. La sopravvivenza dei nostri amici è in pericolo, eppure nessuna guerra è stata dichiarata, nessun confine è stato attraversato dalle truppe in marcia, nessun missile è stato lanciato. Se la stampa attende una dichiarazione di guerra, prima di imporre l’autodisciplina delle condizioni di combattimento, allora posso solo dire che nessuna guerra ha mai rappresentato una minaccia maggiore per la nostra sicurezza. Se stai aspettando una constatazione di pericolo evidente e presente, allora posso solo dire che il pericolo non è mai stato più chiaro e la sua presenza non è mai stata più imminente.

Da quello che stiamo imparando ora, le riunioni di Bohemian Grove sembrano far parte di una riunione annuale aziendale o qualcosa di più sinistro

Leggi la trascrizione della loro “cremazione delle cure” in cui sacrificano l’effigie di un bambino al loro Gufo Molleck. Ehi, è quello che fanno loro, non io. Trascrizione di Cremation of Care – Bohemian Grove – Il gufo è nel suo tempio frondoso… | Hai domande? (wordpress.com)

Il presidente Trump ha ribadito lo stesso identico messaggio al popolo. È arrivato persino a dirci: “Non sono io che stanno cercando, siete voi”. Noi ik popolo siamo stati tenuti all’oscuro della nostra azienda UNITED STATES, INC.; abbiamo visto come i nostri diritti di primo emendamento venire forzati nell’angolo del politicamente corretto, poi messi in una scatola con il coperchio inchiodato sopra attraverso la censura dei social media. Abbiamo ascoltato il congresso, il senato e il nuovo ramo esecutivo di USA INC dire che i patrioti e i sostenitori del presidente Trump erano pericolosi e avevano bisogno di essere radunati e rinchiusi in campi di rieducazione. Abbiamo sentito che dovrebbero essere licenziati, gli dovrebbero essere negati privilegi lavorativi, titoli universitari, dovrebbero essere censurati e persino incarcerati per aver sostenuto il presidente Trump. Egli conosceva e ci metteva in guardia sulle stesse verità raccontate da JFK: “Il nostro modo di vivere è sotto attacco. Coloro che si fanno nostri nemici stanno avanzando in tutto il mondo. La sopravvivenza dei nostri amici è in pericolo, eppure nessuna guerra è stata dichiarata, nessun confine è stato varcato dalle truppe in marcia, nessun missile è stato lanciato”.

Oggi ci troviamo nel mezzo di questo attacco. Il presidente Trump l’ha chiamato “LA TEMPESTA”. Siamo stati zittiti e abbiamo trovato la nostra strada, guidati da un faro di luce in mezzo a una fitta nebbia di comunismo che ci alita lungo la schiena e, come disse Kennedy: “Se stai aspettando di vedere un pericolo chiaro e presente, allora Posso solo dire che il pericolo non è mai stato più chiaro e la sua presenza non è mai stata così imminente.”

John F. Kennedy: (Estratto)

Richiede un cambio di prospettiva, un cambio di tattica, un cambio di missione da parte del governo, del popolo, di ogni uomo d’affari o leader sindacale e di ogni giornale. Ma siamo contrari in tutto il mondo ad una cospirazione monolitica e spietata che si basa principalmente su mezzi segreti per espandere la sua influenza, sull’infiltrazione invece che sull’invasione, sulla sovversione invece che sulle elezioni, sull’intimidazione invece che sulla libera scelta, sulla guerriglia notturna invece degli eserciti di giorno. Si tratta di un sistema che ha arruolato vaste risorse umane e materiali nella costruzione di una macchina strettamente unita e altamente efficiente che combina operazioni militari, diplomatiche, di intelligence, economiche, scientifiche e politiche. I suoi preparativi sono nascosti, non pubblicati. Gli errori sono sepolti, non messi in evidenza. I dissidenti vengono messi a tacere, non elogiati. Nessuna spesa è messa in discussione. Nessuna voce viene stampata. Nessun segreto viene rivelato. Conduce la Guerra Fredda in breve con una disciplina in tempo di guerra, nessuna democrazia spererebbe o vorrebbe mai eguagliare.

Vedi la trascrizione completa qui: https://www.rev.com/blog/transcripts/john-f-kennedy-secret-societies-speech-transcript

Dio benedica tutti coloro che stanno scavando per trovare la verità. Insieme alla preghiera e alla persistenza invieremo un messaggio che rafforzerà coloro che stanno perdendo la speranza e rafforzerà la loro determinazione. Perché il cattivo presentimento ha riempito il paese e molti muoiono per mancanza di conoscenza. La guerra silenziosa di cui parlava JFK è in atto e noi non siamo privi delle strategie di battaglia.

Questa è una prova di fede per tutto il popolo di Dio. Credi che il Signore è dentro di te e non ti deluderà? Se è così, è abbastanza. Perché la volontà di Dio e non quella dell’uomo è ciò che deve essere fatto. Confida nel Signore ed egli aprirà i tuoi occhi e vedrai che ti ha nelle sue mani e niente potrà tirarti fuori da loro. Qualunque cosa Dio abbia pianificato per te e per il mondo, niente lo fermerà, perché è tutto scritto e Dio è colui che determinerà il risultato e Dio lo farà quando LUI sarà pronto, NON UOMO. IN DIO CI FIDIAMO CONTINUIAMO A PREMERE IN AVANTI!

Unisciti ai Patriots Stand Strong su Telegram per gli aggiornamenti da digital warriors.

Dianne Marshall

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

8 commenti su “Donald Trump riuscirà a finire quello che JFK ha iniziato?

  1. whyjustbuy

    Il Presidente Trump in questo momento a) non è più Presidente; b) sta giocando a golf in una tenuta di proprietà assolutamente faraonica; c) se ne f o t t e altamente di noi, di Q, del Piano, di JFK, della gente incavolata nera, dei 75 milioni di elettori, ecc. ecc. ecc.

    Change my mind.

    "Mi piace"

  2. whyjustbuy,hai preso soldi o ti sei fatto per dire cazzate, Trump è presidente della Repubblica americana,4marzo.

    "Mi piace"

  3. L.ha detto Q ….. poi dal 4 marzo diventerà il 4 luglio e avanti cosi

    "Mi piace"

  4. e poi il 31 febbraio😅😅

    "Mi piace"

Rispondi a whyjustbuy Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: