Opinioni

Le ultime possibilità

Premessa, se non dovessimo vedere niente di eclatante oggi, 20 Gennaio, sarà una grande delusione per me come per tutti; io ancora credo e spero in una mossa clamorosa che abbia come protagonisti i militari, come potrebbe far intuire la frase del discorso di congedo di Trump: «Torneremo in un’altra forma». Ma, se questo non dovesse accadere, per pochi giorni c’è ancora qualche speranza, perché il 23 Gennaio dovrà essere presentata la decisione da parte della Corte Suprema USA che dovrà pronunciarsi sulla denuncia di frode elettorale. In pochi vedono questa come una possibilità, per il semplice fatto che il presidente di SCOTUS, Roberts, è corrotto e fa parte della cabala. Tuttavia è pur sempre possibile che la presenza militare di questi giorni fosse servita ad arrestare uomini di non primissimo piano all’interno dello stato profondo, compreso il giudice Roberts. La necessita di compiere arresti importanti, potrebbe dare un senso, difficile da trovare altrimenti, alla copiosa presenza militare a Washington già molti giorni prima alla data del Giuramento di Biden. Supponendo l’avvenuto arresto di Roberts sulla base di prove della sua collusione con Hepstein e Maxwell, sarebbe probabile, in seguito, una pronuncia favorevole a Trump da parte della Corte Suprema. Lo scenario cambierebbe così drammaticamente e si aprirebbero percorsi di vittoria non contestabili. Al riguardo vorrei ricordare la particolare, inusuale e smodata attenzione che Donald Trump ha dato nel discorso di ieri sera alla nomina, fatta dal suo esecutivo, di nuovi giudici per la Corte Suprema: egli ha detto al riguardo «lo riteniamo un traguardo di enorme importanza».

Oltre a questo la mossa del Quo Warranto illustrata in seguito dal sito noqreport

NZ

È il giorno dell’inaugurazione, il che significa che l’ultimo gruppo di speranzosi sostenitori di Trump che si aggrappano alle cannucce probabilmente si arrenderà. Ma c’è un altro percorso per correggere i risultati delle elezioni che è diventato disponibile solo DOPO che Joe Biden è stato ufficialmente inaugurato. Parliamo di un atto di quo warranto.

È il giorno dell’inaugurazione, il che significa che a meno che un miracolo non cada su di noi immediatamente, Joe Biden è il 46° presidente degli Stati Uniti. Una volta inaugurato, è praticamente finita ogni speranza che il presidente Trump possa continuare per un secondo mandato, giusto? Con calma. C’è un’altra strada per smascherare la frode elettorale che si renderà disponibile solo DOPO l’inaugurazione di Biden.

Questo gioco è chiamato un atto di quo warranto. Prima di parlarne, voglio che qualcosa sia perfettamente chiaro. Nelle ultime settimane ho parlato del “MOAB” – la madre di tutte le bombe – come del modo in cui un miracolo si manifesta e alla fine costringe i media mainstream, la Big Tech, i Democratici, i Repubblicani dell’establishment e la magistratura a dare per intero attenzione alla frode elettorale che ha sottratto le elezioni a Trump per darle a Joe Biden. In retrospettiva, ero troppo limitante nel modo in cui ho descritto la sovranità di Dio. Se vuole che vinca il presidente Trump, chi sono io per dichiarare come credo che avverrà?

Un atto di quo warranto non è necessariamente una MOAB perché non richiede un nuovo pezzo di prova bomba. Prende le bombe accumulate, le dichiarazioni giurate, i video e altre prove e le consolida in un unico caso legale. Ci sono alcune cose che rendono questa commedia completamente diversa da ciò che Rudy Giuliani, Sidney Powell e altri hanno tentato attraverso la nostra magistratura corrotta. Con un atto di quo warranto, l’orologio inizia DOPO l’inaugurazione perché sfida l’autorità di un funzionario governativo in carica ad essere in carica sulla base di azioni, come la frode degli elettori, che lo ha portato in quella posizione.

Di questa manovra parla da un mese Leo Donofrio, di cui certamente so pochissimo. Sul suo sito ha invitato il presidente Trump e il suo team a prepararsi a presentare questo mandato. Ha anche stabilito le basi su cui possono contestare le elezioni e “mostrare le ricevute”, come ha dichiarato nel suo ultimo post:

IL MAGA CONTRACCOLPO È QUO WARRANTO NELLA CORTE DISTRETTUALE DC: mostra le ricevute delle frodi elettorali

Vedere i miei precedenti rapporti per la giurisprudenza e l’analisi dello statuto del quo warranto federale. La conclusione è che SCOTUS ha affermato che l’elezione di qualsiasi funzionario degli Stati Uniti può essere contestata sulla base di frode o errore da un atto di quo warranto e la Corte d’Appello del 9° Circuito ha recentemente affermato che il luogo appropriato per contestare l’elezione di un Presidente in carica è il Tribunale Distrettuale di D.C. Abbiamo uno statuto. Abbiamo una sede. Porta le ricevute, presidente Trump.

Se non porti le ricevute di quo warranto, allora sarà finita. È tutto dentro o tutto fuori. Non sono rimaste altre opzioni. Questo deve essere fatto. Devi dare una possibilità alla legge corretta nel luogo appropriato. Se esci ora, verrà trasmesso come un’ammissione che non ci sono state frodi, errori o illegalità da parte dei funzionari elettorali.

Non appena Biden ha prestato giuramento, puoi presentare il reclamo. Il gaslighting dell’America si concluderà solo con una contropressione con una denuncia verificata che mostri tutte le prove. Poi arriverà un processo con giuria.

Inoltre, a causa della diffusa persecuzione dei politici che hanno sostenuto un’indagine sulle elezioni, come i senatori dello stato della Georgia Brandon Beach e Burt Jones, è stata creata una posizione alternativa come persone interessate ai sensi dello statuto del quo warranto per portare anche loro azioni di quo warranto.

Beach e Jones furono entrambi privati ​​delle loro poltrone nel comitato. Pertanto, ora hanno la possibilità di presentare una petizione al tribunale distrettuale di D.C. per processare il caso davanti a una giuria, perché questo è l’unico modo in cui ora possono provare la loro innocenza e giustificazione.

In poche parole, i cospiratori anti-MAGA hanno esagerato nel perseguitare i politici e i cittadini patriottici. In tal modo, hanno causato lesioni molto reali che necessitano di un giudizio. Questi partiti hanno ora un interesse per il quo warranto che è l’unico e particolare  atto di rispetto al grande pubblico in generale. Tali lesioni particolari creano una posizione unica.

Nessuno in questo momento sta parlando di quo warranto se non in questo blog. Questo cambierà presto. Siamo una nazione di leggi. E abbiamo un mezzo consolidato per testare le elezioni. Quei mezzi, leggi, casi, ecc. sono esistiti fin dall’inizio della nostra nazione.

Nell’ultimo episodio di NOQ Report, ho analizzato le mie conclusioni dalle affermazioni di Donofrio, ho esplorato cosa potrebbe significare se fosse iniziato dal presidente Trump o altri e mi sono impegnato a speculare su come tutto questo potrebbe essere il gioco corretto che stavamo cercando. Abbiamo guardato con assoluta frustrazione mentre i media mainstream ignoravano le prove di frode degli elettori mentre Big Tech le sopprimeva. Abbiamo visto gli attacchi attesi dai Democratici e i tradimenti semi-scioccanti dall’establishment repubblicano.

Nelle ultime settimane, mi sono trattenuto a parlare della maggior parte delle teorie, strategie e osservazioni che sono mi arrivate davanti. Non è perché li abbia ignorati, ma più semplicemente non hanno superato il “test dell’olfatto” di credibilità e probabilità. Quello che propone Donofrio supera questo test dell’olfatto. Questo non vuol dire che lo considero probabile e odio essere percepito come un venditore ambulante di false speranze, ma il potenziale qui è in realtà più alto di qualsiasi causa di cui ho discusso prima. Quelli sembravano destinati a fallire. Un atto di quo warranto è il più vicino al successo di qualunque altra cosa.

È evidente che praticamente nessuno ha parlato di questa mossa. Un atto di quo warranto sembra avere tutte le gambe necessarie perché il presidente Trump ed i suoi sostenitori possano essere rivendicati. La sua squadra agirà su questo? Stanno già agendo in silenzio?

Complimenti a “Linda” per aver portato questo alla mia attenzione.

UnUniverso non ha altro scopo che quello di fare divulgazione, perché sempre più persone comprendano che è possibile un mondo migliore e più giusto. Ho tolto la pubblicità proprio per sottolineare che il mio impegno non è finalizzato a nessun guadagno materiale ma, se condividete gli scopi per cui è nato questo blog, e se volete contribuire alla sua crescita, per favore comprate e leggete o regalate una copia di uno dei miei libri: nati appunto con il fine di far crescere la consapevolezza in coloro che non seguono le fonti di notizie alternative. NZ

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

7 commenti su “Le ultime possibilità

  1. No adesso basta , sono tutti corretti i giudici ,se si pensa a questa ennesima bufala no.
    Ormai ho perso la speranza .
    Bisogna trovare il piano B per noi .

    "Mi piace"

    • Cara Daniela, poiché anche noi siamo co- creatori di questa realtà, che ne dici se continui a sostenere, almeno come pensiero della realtà di ripulitura della sporcizia, ciò che sta già creandosi? Anche ognuno di noi può partecipare attivamente anche solo ripetendocir” La Luce Ha Già Vinto” con convinzione, con fermezza. Grazie

      "Mi piace"

  2. Corrotti non corretti……

    "Mi piace"

  3. Ma vi siete informati bene, oggi è stata una grande giornata i tasselli sono andati tutti dove dovevano andare,abbiate fiducia e non pensate che biden sia presidente, la giustizia corre veloce,abbiate fiducia.

    "Mi piace"

  4. vorrei pensarla come te…..ma dopo essermi
    riguardato gli articli indietro di qualche settimana fa mi rendo conto di essere stato
    a fantasilandia

    "Mi piace"

  5. ricordo molto bene anni fa quando Obama
    era presidente la controinformazione lo
    appoggiava come fa oggi con Trump….
    quando obama era l uomo solo al comando,
    quando aveva la Clinton sua nemica ,quando
    la federazione galttica di luce aveva garantito che prima che Obama si fosse dimesso avrebbe attuato NESARA ,ladivulgazione…ecc…ecc.ecc…ma per caritá
    totrniamo sulla terra

    "Mi piace"

  6. Trump presidente, Flynn il suo vice e Pompeo Segretario di Stato della nuova Repubblica degli Stati Uniti… Avrebbero già giurato. Biden (o chi per esso) resterà in carica il tempo che servirà a Trump per stanare e schiacciare tutti i topi della palude. Siamo sicuri che i Biden, gli Obama, i Clinton, Pelosi ecc. ecc. non fossero già agli arresti dentro il Campidoglio come palesato??? Per chi erano le 25.000 milizie schierate se non c’era nessuno all’esterno della recinzione?…. Neppure un temerario, un curioso, un provocatore?… Trump ha parlato di “graduale transizione”… Juan O’Savin parla di fine marzo, inizi di aprile… Che deve succedere ancora?.. Un pò di fiducia ancora dai!

    "Mi piace"

Rispondi a Virginia Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: