Nuovo Ordine Mondiale

Hillary Clinton etichetta i sostenitori di Trump come “terroristi domestici” che devono essere monitorati e sorvegliati

di Cristina Laila

La candidata presidenziale fallita due volte Hillary Clinton sta conducendo una guerra totale contro i sostenitori di Trump. Clinton ha etichettato i sostenitori di Trump “suprematisti bianchi” e “terroristi interni” in un editoriale del Washington Post.

Il complesso dei media democratici sta usando il caos al Campidoglio degli Stati Uniti la scorsa settimana come pretesto per etichettare i sostenitori di Trump come terroristi interni.

Hillary Clinton identifica i sostenitori di Trump come “terroristi domestici” che devono essere monitorati e sorvegliati.

Mercoledì scorso il presidente Trump ha ripetutamente chiesto pace, legge e ordine, tuttavia la sinistra lo incolpa del caos al Campidoglio.

Non tutti i manifestanti che hanno preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti la scorsa settimana erano sostenitori di Trump.

Secondo un ex agente dell’FBI che era sul campo al Campidoglio la scorsa settimana, almeno un autobus carico di terroristi antifa si è infiltrato nella manifestazione Trump come parte di un’operazione sotto falsa bandiera.

Incoraggiata dall’epurazione della Big Tech da parte presidente Trump e di migliaia di conservatori, Hillary Clinton chiede ora che i sostenitori di Trump siano sorvegliati e monitorati.

Clinton ha detto che “non è sufficiente” perseguire i “terroristi domestici che hanno attaccato il nostro Campidoglio” e ha chiesto nuove leggi per monitorarli e sorvegliarli:

“Trump si è candidato alla presidenza per una visione dell’America in cui il bianco è valutato a scapito di tutto il resto. Alla Casa Bianca, ha dato ai suprematisti bianchi, ai membri dell’estrema destra e ai teorici della cospirazione le loro piattaforme più potenti fino ad ora, sostenendo anche che c’erano “persone molto in gamba” tra i membri della milizia che brandivano la torcia che si sono riuniti a Charlottesville nel 2017.

Quando ha perso nel 2020, aveva fatto impazzire un elemento pericoloso del nostro paese. I suoi sostenitori hanno iniziato a pianificare la loro insurrezione, facendo piani per marciare sul Campidoglio e “fermare il furto”.

Membri del Congresso, compreso il Sen. Josh Hawley (R-Mo.), Sen. Ted Cruz (R-Tex.) E Rep. Mo Brooks (R-Ala.), Li hanno incoraggiati, nelle parole di Brooks, a “iniziare a prendere nota dei nomi e a prenderli a calci in culo”. Trump non ha lasciato dubbi sui suoi desideri, in vista di Jan. 6 e con le sue parole incendiarie prima che la sua folla scendesse in campo. […]

Rimuovere Trump dall’incarico è essenziale e credo che dovrebbe essere messo sotto accusa. I membri del Congresso che si sono uniti a lui nel sovvertire la nostra democrazia dovrebbero dimettersi e coloro che hanno cospirato con i terroristi interni dovrebbero essere espulsi immediatamente. Ma questo da solo non rimuoverà la supremazia bianca e l’estremismo dall’America.

Ci sono cambiamenti che i leader eletti dovrebbero perseguire immediatamente, inclusa la difesa di nuove leggi penali a livello statale e federale che ritengono responsabili i suprematisti bianchi e il monitoraggio delle attività degli estremisti come quelli che hanno violato il Campidoglio.

Twitter e altre società hanno preso la decisione giusta di impedire a Trump di utilizzare le loro piattaforme, ma dovranno fare di più per fermare la diffusione di discorsi violenti e teorie del complotto “.

Fonte: humansarefree

UnUniverso non ha altro scopo che quello di fare divulgazione, perché sempre più persone comprendano che è possibile un mondo migliore e più giusto. Ho tolto la pubblicità proprio per sottolineare che il mio impegno non è finalizzato a nessun guadagno materiale ma, se condividete gli scopi per cui è nato questo blog, e se volete contribuire alla sua crescita, per favore comprate e leggete o regalate una copia di uno dei miei libri: nati appunto con il fine di far crescere la consapevolezza in coloro che non seguono le fonti di notizie alternative. NZ

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

2 commenti su “Hillary Clinton etichetta i sostenitori di Trump come “terroristi domestici” che devono essere monitorati e sorvegliati

  1. Brucerai al rogo strega!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: