Uncategorized

Trump NON ha concesso …

Trump NON ha concesso ... Lin Wood spiega che "molti traditori" saranno arrestati a breve ... ora abbiamo l'elenco finale dei traditori

Di: Mike Adams

In seguito alla “presa d’assalto” falsa bandiera di ieri al Campidoglio – messa in scena da istigatori di sinistra Antifa / BLM che si sono travestito da sostenitori del MAGA (Make America Great Again) – abbiamo assistito all’atto finale di tradimento contro la nostra repubblica costituzionale mentre i membri del Congresso si ribellavano contro la verità e votavano per accettare gli elettori fraudolenti di Biden, rendendo Joe Biden il “presidente eletto”.

L’assalto sotto falsa bandiera del Campidoglio viene utilizzato dai media e dai membri del Congresso per nascondere tutte le prove schiaccianti di frode elettorale nelle elezioni generali. Improvvisamente nella narrativa dei media, anche la possibilità di brogli elettorali da parte del campo di Biden non ha più importanza perché alcune persone hanno “preso d’assalto” il Campidoglio e questo è stato spaventoso.

Patrick Byrne ha ritwittato questo video rivelando la Capitol Police che dirige apertamente gli “attori” Antifa / BLM (vestiti da patrioti MAGA) per invadere alcune sezioni del Campidoglio. Byrne lo chiama: “Il momento in cui ci siamo resi conto che questo è uno psyop messo in scena …”

La stessa narrativa dei media richiede di dimenticare l’assalto della sinistra radicale al Campidoglio durante l’udienza di Kavanaugh per SCOTUS, ovviamente. Inoltre, non dovresti ricordare i molti mesi di estrema violenza e terrorismo domestico della sinistra radicale mentre bruciavano città, aggredivano ufficiali federali e appiccavano fuoco alle auto della polizia e agli edifici governativi per gran parte del 2020.

Il seguente video ti dà un assaggio di come i media hanno coperto la “presa d’assalto” del Campidoglio durante le udienze di Kavanaugh:

Trump NON ha ammesso e la “transizione di potere” non significa necessariamente una transizione a Biden

Con la scusa della notte, il traditore del Congresso degli Stati Uniti hanno votato per installare il fantoccio del PCC Joe Biden alla Casa Bianca, confermando che la sua lista fraudolenta di elettori è stata accettata. Poche ore dopo, Trump ha rilasciato una dichiarazione su una “transizione di potere”. Ecco qui:

“Anche se sono totalmente in disaccordo con l’esito delle elezioni e i fatti mi confermano, il 20 gennaio ci sarà comunque una transizione ordinata. Ho sempre detto che avremmo continuato la nostra lotta per garantire che fossero conteggiati solo i voti legali. Mentre questo rappresenta la fine del più grande primo mandato nella storia presidenziale, è solo l’inizio della nostra lotta per Rendere l’America di nuovo grande!”

Questa dichiarazione è stata ampiamente interpretata dai media come una dichiarazione di concessione del presidente. Tuttavia, non sembra essere così.

Trump non ha ammesso affatto. Non si è congratulato con Joe Biden e non ha detto che avrebbe lasciato la Casa Bianca.

Quando dice “la fine del più grande primo mandato”, ha perfettamente senso, dal momento che il secondo mandato di Trump inizierà il 20 gennaio. Quindi il suo primo mandato sta finendo.

Ancora più importante, Trump non ha specificato cosa significhi la “transizione ordinata”. Non ha detto che ci sarebbe stato un passaggio a Biden per essere insediato come presidente. Potrebbe riferirsi alla transizione dell’America dalla tirannia dello stato profondo e al ritorno del potere al popolo.

In effetti, la dichiarazione di Trump sembra essere progettata per disarmare coloro che chiedono la sua immediata rimozione ai sensi del 25° emendamento in modo che Trump possa continuare a lavorare alla soluzione militare che richiederebbe arresti di massa dei traditori che hanno tentato di mettere a segno il loro colpo di stato criminale contro l’America.

“Molti traditori saranno arrestati e incarcerati nei prossimi giorni”, ha scritto l’avvocato Lin Wood in un tweet su Parler (nuovo social utilizzato da molti collaboratori di Trump dopo che sono stati bannati da Twitter ndt) che ha emesso nelle prime ore del mattino, dopo che il Congresso ha completato il suo atto finale di tradimento dell’America.

Ha anche ritwittato un’altra dichiarazione dell’utente di Parler @StormIsUponUs che ha spiegato: “Dormite bene stanotte patrioti. Il processo costituzionale si è svolto fino alla fine e Trump non è intervenuto neanche una volta. Adorerete come finisce questo film”.

La proclamazione di Trump di disperdersi è un passo legale necessario prima dell’invocazione dell’Insurrection Act

Ieri Trump ha rilasciato un video che conteneva un “proclama di disperdersi”. Questo era il video in cui diceva a tutti di “tornare a casa in pace”.

Questa dichiarazione, si scopre, è un passo necessario per invocare la milizia o le forze armate statunitensi a difendere la repubblica.

10 La sezione 254 dell’USC è chiamata “Proclamation to disperse” e spiega:

Ogniqualvolta il Presidente ritenga necessario utilizzare la milizia o le forze armate ai sensi di questo capitolo, dovrà, mediante proclamazione, ordinare immediatamente agli insorti di disperdersi e ritirarsi pacificamente nelle loro dimore entro un tempo limitato.

Questo è esattamente quello che ha fatto Trump ieri.

Poi è salito a bordo dell’Air Force One ed è volato in una base militare in Texas, dove poteva essere al sicuro da qualsiasi tentativo di colpo di stato nella palude di Washington D.C. Questo è stato twittato da CodeMonkeyZ, citando MonkeyWerx:

Ora, Trump si sta probabilmente preparando a invocare l’Insurrection Act o qualche altra forma di autorità militare per condurre arresti di massa dei traditori che hanno tradito questa nazione (che ora include VP Mike Pence, Lindsay Graham, Mitch McConnell e molti altri).

Capisci che Trump non sapeva con certezza chi fossero i traditori fino alle 3 del mattino di questa mattina, perché è stato allora che le votazioni finali sono arrivate al Congresso, mettendo nero su bianco l’elenco completo dei senatori e dei membri della Camera degli Stati Uniti che sono complici del colpo di stato criminale contro gli Stati Uniti d’America.

Naturalmente ogni singolo Democratico al Congresso è stato confermato come un traditore. Ma anche la maggior parte dei membri del GOP Partito Repubblicano) si è unita alla lista dei “traditori”. Il Gateway Pundit ha pubblicato questa mattina l’elenco completo dei membri traditori del GOP, che hanno tutti votato contro le obiezioni alla lista degli elettori di Biden:

Amodei repubblicano Nevada

Armstrong Republican North Dakota

Bacon repubblicano del Nebraska

Balderson repubblicano Ohio

Barr Repubblicano Kentucky

Bentz Republican Oregon

Buchanan Republican Florida

Buck Colorado repubblicano

Bucshon Indiana repubblicana

Repubblicano Chabot Ohio

Cheney Repubblicano Wyoming

Comer Repubblicano Kentucky

Crenshaw repubblicano del Texas

Curtis repubblicano Utah

Davis, repubblicano Rodney Illinois

Emmer Minnesota repubblicano

Feenstra Republican Iowa

Ferguson Georgia repubblicana

Fitzpatrick Pennsylvania repubblicana

Fortenberry Republican Nebraska

Foxx Republican North Carolina

Gallagher Republican Wisconsin

Garbarino repubblicano di New York

Gonzales, Tony Repubblicano Texas

Gonzalez (OH) Repubblicano Ohio

Graves (LA) Louisiana repubblicana

Grothman Republican Wisconsin

Guthrie repubblicano Kentucky

Herrera Beutler Washington repubblicana

Hill Republican Arkansas

Hinson Republican Iowa

Hollingsworth Repubblicano Indiana

Michigan repubblicano Huizenga

Johnson (SD) Repubblicano del South Dakota

Joyce (OH) Repubblicano Ohio

Katko repubblicano di New York

Keller Pennsylvania repubblicana

Repubblicano Kinzinger Illinois

Kustoff Republican Tennessee

LaHood Republican Illinois

Latta Repubblicano Ohio

Mace Republican South Carolina

Massie Republican Kentucky

Repubblicano McCaul Texas

McClintock California repubblicana

Repubblicano McHenry North Carolina

McKinley Repubblicano Virginia Occidentale

Meijer Michigan repubblicano

Meuser Pennsylvania repubblicana

Miller-Meeks Republican Iowa

Repubblicano Moolenaar Michigan

Mooney Republican West Virginia

Moore (UT) Utah repubblicano

Murphy (NC) Repubblicano North Carolina

Newhouse repubblicano Washington

Owens Republican Utah

Pence Indiana Repubblicana

Reed repubblicano di New York

Rodgers (WA) repubblicano Washington

Roy repubblicano del Texas

Schweikert repubblicano dell’Arizona

Scott, Austin Georgia repubblicana

Simpson Republican Idaho

Smith (NJ) New Jersey repubblicano

Smucker Republican Pennsylvania

Spartz Republican Indiana

Stauber Repubblicano Minnesota

Stefanik repubblicano di New York

Steil Republican Wisconsin

Repubblicano Stewart Utah

Stivers Repubblicano Ohio

Taylor repubblicano del Texas

Thompson (PA) Pennsylvania repubblicana

Turner Repubblicano Ohio

Michigan repubblicano Upton

Van Duyne repubblicano del Texas

Repubblicano Wagner Missouri

Valzer della Florida repubblicana

Wenstrup Repubblicano Ohio

Repubblicano Westerman Arkansas

Wittman Republican Virginia

Womack Republican Arkansas

Giovane repubblicano dell’Alaska

Dal lato del Senato, c’erano solo sette senatori statunitensi che hanno mantenuto la linea e hanno votato per opporsi alla frode elettorale. Questi sono gli unici sette senatori degli Stati Uniti che non sono traditori:

Il senatore Ted Cruz

Il senatore Josh Hawley

La senatrice Cindy Hyde-Smith

Sen. Cynthia Lummis

Il senatore Roger Marshall

Il senatore John Kennedy

Il senatore Tommy Tuberville

Solo ora Trump ha la lista finale degli arresti di attori traditori che hanno tradito l’America nella nostra ultima ora. In effetti, non era possibile che Trump avrebbe potuto sapere tutto questo prima di stamattina, a meno che lo scenario non fosse autorizzato a fare il suo corso.

La maggior parte degli americani, ad esempio, non avrebbe mai creduto che il vicepresidente Mike Pence – un cristiano evangelico – avrebbe tradito la nazione nel suo momento più critico. Ora, le dichiarazioni di Lin Wood sul collegamento di Mike Pence alla pedofilia, a Jeffrey Epstein e alle operazioni di traffico di bambini hanno improvvisamente senso per chiunque presti attenzione. Pence è stata un’opposizione controllata fin dall’inizio, e Pence è stata la fonte delle fughe di notizie dalla Casa Bianca negli ultimi quattro anni.

Trump premerà il grilletto?

L’unica domanda ora è: Trump premerà il grilletto e scatenerà gli arresti militari?

Si noti che Trump non ha la lealtà dell’esercito americano, né di molti alti generali. Non ne ha bisogno. Trump ha Chris Miller al DoD (Dipartimento della Difesa) e ha la lealtà del comando delle Special Operations Forces (SOF), insieme alla Space Force, all’Air Force e alla maggior parte dei Marines statunitensi. È tutto ciò di cui ha bisogno.

Trump deve ora attivare un’opzione militare per difendere la repubblica, tramite l’Insurrection Act o altre autorità militari. Ha messo tutto a posto per questo momento. È importante sottolineare che Trump ha tentato pazientemente di difendere la Repubblica attraverso i tribunali e attraverso il Congresso, osservando come ogni opzione fosse esaurita a causa dell’estrema corruzione, criminalità e frode in tutto il sistema. (Anche SCOTUS è stata compromessa nello stesso modo in cui è stato compromesso Pence: ricatto, estorsione e pedofilia.)

Trump aveva deciso subito che non avrebbe agito fino a quando ogni opzione civile non fosse stata esaurita. Alle 3 di questa mattina, quel punto di non ritorno è stato raggiunto. Rimangono solo due opzioni per difendere l’America ora:

1)Trump invoca l’opzione dell’autorità militare e avvia gli arresti di massa.

2)I patrioti armati insorgono per difendere la nazione e dichiarare l’indipendenza dalla tirannia.

Come ho affermato nei miei podcast sull’aggiornamento della situazione, esortiamo Trump a scegliere l’opzione n. 1 in modo che l’opzione n. 2 non venga attivata spontaneamente in tutto il paese, probabilmente facendo precipitare la nazione in una calda guerra civile.

La finestra di opportunità per Trump di invocare la sua opzione di autorità militare è molto ristretta: forse solo 72 ore da oggi.

Se non vediamo l’azione di Trump nelle prossime 72 ore, solo allora potremmo concludere che probabilmente ha gettato la spugna. Fino ad allora, dobbiamo guardare attentamente e cercare di discernere ciò che sta realmente accadendo dietro le quinte per difendere questa nazione.

Trump non ha concesso. L’America non è ancora persa, sebbene sia molto, molto vicina ad punto di svolta.

Ma a volte nella storia, i risultati più drammatici della verità e della luce possono venire solo dopo la più terribile sofferenza attraverso l’oscurità. Oggi è il giorno più buio dell’America, ma potrebbe ancora essere seguito dalla vittoria.

Il GOP è finito

Un’ultima considerazione per questo articolo: il GOP è finito. Più di 80 milioni di sostenitori di Trump non sosterranno più alcun candidato del GOP da oggi in poi. Abbiamo appreso ieri sera che il GOP tradirà l’America quando conta, e da questo giorno in poi denunciamo il GOP e invitiamo tutti i lettori e i sostenitori a unirsi a noi in quella denuncia.

Non inviare mai più donazioni al GOP.

Non votare mai più per un candidato GOP, a meno che il loro nome non sia “Trump”.

Non credere mai a ciò che una donnola del GOP promette in un discorso elettorale o in un annuncio pubblicitario.

Ci sono alcune eccezioni al tradimento del GOP, come gli eroi Matt Gaetz, Jim Jordan, Josh Hawley e pochi altri, ma la scorsa notte ci ha mostrato che quando conta davvero per il nostro paese, il GOP ci tradirà tutti quando è politicamente conveniente per loro farlo.

Il GOP come partito è morto ora come il DNC.

L’unica domanda che rimane è se anche gli Stati Uniti d’America siano morti, e non sapremo con certezza la risposta finché non vedremo cosa farà Trump nei prossimi giorni.

Ecco il mio podcast sull’aggiornamento della situazione per oggi, che aiuta a spiegare di più:

Brighteon.com/36a99416-d5ef-4ef8-9249-e99192ae6b96

Ascolta il nuovo podcast di ogni giorno su:

https://www.brighteon.com/channels/hrrepor

Fonte: naturalnews

UnUniverso non ha altro scopo che quello di fare divulgazione, perché sempre più persone comprendano che è possibile un mondo migliore e più giusto. Ho tolto la pubblicità proprio per sottolineare che il mio impegno non è finalizzato a nessun guadagno materiale ma, se condividete gli scopi per cui è nato questo blog, e se volete contribuire alla sua crescita, per favore comprate e leggete o regalate una copia di uno dei miei libri: nati appunto con il fine di far crescere la consapevolezza in coloro che non seguono le fonti di notizie alternative. NZ

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

4 commenti su “Trump NON ha concesso …

  1. titobiasal60

    Con l’opzione militare e l’ordine esecutivo del 2018 potrebbe sequestrare “…ogni vettore di notizie false come CNN, ogni presidente di grandi corporazioni, ogni giornalista terrorista di notizie false di NBC News, NY Times e Washington Post. Sono tutti complici nel coprire la massiccia ingerenza elettorale straniera appena avvenuta…” https://www.ogginotizie.info/ogginotizie/trump-ordine-esecutivo-del-2018-rende-le-elezioni-statunitensi-nulle/

    e quindi avrebbe anche finalmente la possibilità di spiegare e presentare all’intero popolo americano (tramite gli stessi MASS MEDIA sequestrati…che attualmente lo censurano…) tutte le prove in possesso delle cospirazioni del DEEP STATE nei confronti del popolo stesso e dell’America…

    "Mi piace"

  2. Emanuele Meme Perotti

    Leggere è stato come assaporare il premio dello zucchero filato…. lo zucchero caramellizza e per questo con i nostri piccoli fuochi di milioni di candele ci vogliono 72 ore.. Grazie la mia battaglia di coordinamento sovranista a Torino continua, in presenza anche domani h. 18 a casa mia❗

    "Mi piace"

  3. Ambrogio Vittadini

    Sono rimasto deluso non so se dalla mancanza di dialettica del Prersidente o da eventuali mancane di prove a Sua disposizione.; Certo é mi ha profundamente deluso.

    "Mi piace"

  4. QUANDO IL GIOCO SI FA DURO, I DURI INIZIANO A GIOCARE. WWG1WGA

    "Mi piace"

Rispondi a titobiasal60 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: