Notizie

Ora i procuratori generali democratici si allineano con Pennsylvania, Michigan, Wisconsin e Georgia: quasi tutti gli stati hanno preso posizione

Il caso del Texas contro Pennsylvania, Michigan, Wisconsin e Georgia è esploso. Ora quasi l’intero paese sta prendendo posizione.

L’intero paese ora sa che lo stato del Texas ha citato in giudizio la Georgia, il Michigan, la Pennsylvania e il Wisconsin lunedì sera presso la Corte Suprema degli Stati Uniti, contestando le loro procedure elettorali illegali.

Il Texas ha sostenuto che questi quattro stati hanno violato la costituzione degli Stati Uniti perché hanno apportato modifiche alle regole e alle procedure di voto attraverso i tribunali o attraverso azioni esecutive. Ma questi stati non hanno apportato i cambiamenti attraverso le legislature statali come enunciato nella Costituzione degli Stati Uniti.

Abbiamo riferito oggi che il presidente Trump si è unito al Texas nel citare in giudizio i quattro stati citati in giudizio dal Texas.

La scorsa notte abbiamo riferito che 18 stati hanno finora aderito al Texas nel loro caso contro i quattro stati:

Successivamente abbiamo riferito che 106 repubblicani della Camera degli Stati Uniti hanno firmato un impegno di appoggio al Texas in questo caso (l’elenco dovrebbe essere superiore a 200):

E poi questo pomeriggio, la Camera della Pennsylvania si è unita al caso:

Ora anche alcuni stati blu e un paio di territori sono stati coinvolti e si sono uniti alla Pennsylvania, Michigan, Georgia e Wisconsin. Stanno bene con una massiccia corruzione fintanto che ottengono potere:

Anche il procuratore generale democratico della Carolina del Nord, dove Trump ha vinto le elezioni, si è unito ai colleghi procuratori generali democratici.

In aggiunta a quanto sopra, l’Ohio si è unito al Texas, ma poi è tornato indietro (quindi non sappiamo davvero dove metterli) e il Wyoming ha deciso di starne fuori. Anche Iowa, Kentucky, Alaska, New Hampshire e Idaho sembrano aver deciso di restare fuori dal caso. Quasi l’intero paese è in gioco ora. (vedi mappa sopra).

Il numero di stati ed entità che si uniscono al Texas nella loro causa contro i quattro grandi stati coinvolti nel furto delle elezioni del 2020 continua a crescere. Questo caso non è falso o sedizioso, questo caso è valido ed è per questo che gli stati stanno prendendo posizione.

(Una nota finale: il popolo di molti stati deve essere stanco delle azioni dei loro attuali funzionari democratici che si allineano con la corruzione della sinistra. Mai nella storia degli Stati Uniti abbiamo visto uno impegno così totale per sottrarre un’elezione al vincitore presidenziale . Il furto non può reggere.)

Fonte: thegatewaypundit

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Ora i procuratori generali democratici si allineano con Pennsylvania, Michigan, Wisconsin e Georgia: quasi tutti gli stati hanno preso posizione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: