Divulgazione

Conferenza televisiva in Cina: era tutto facile con Obama “il problema è arrivato quando è stato eletto Trump”

(LifeSiteNews) – Durante una recente trasmissione televisiva cinese un professore di economia locale che insegna a Pechino si è vantato che la nazione comunista “ha persone al vertice della cerchia ristretta di potere e influenza dell’America”.

Subito dopo essere stato caricato sui social media cinesi, il video di queste dichiarazioni è stato, secondo quanto riferito, rimosso per ragioni inspiegabili.

Come riportato da Tucker Carlson, Di Dongsheng, della Renmin University, ha fatto diverse osservazioni significative mentre affrontava i temi del commercio internazionale e di Wall Street nel contesto di una “guerra commerciale” condotta tra la Cina comunista e l’amministrazione Trump.

“L’amministrazione Trump è in una guerra commerciale con noi, quindi perché non possiamo aggiustare l’amministrazione Trump? Perché, tra il 1992 e il 2016, la Cina e gli Stati Uniti erano in grado di risolvere tutti i tipi di problemi? Non importa che tipo di crisi avessimo incontrato … le cose sono state risolte in pochissimo tempo … Abbiamo risolto tutto in due mesi.

“Qual è il motivo? Ho intenzione di lanciare qualcosa di forse un pò esplosivo qui. È solo perché abbiamo persone al vertice. [risate] Al vertice della cerchia ristretta di potere e influenza dell’America, abbiamo i nostri vecchi amici”.

Pertanto, secondo questo professore, il Partito Comunista Cinese (PCC) ha i suoi “vecchi amici” al “vertice della cerchia ristretta di potere e influenza dell’America”, che ha sostenuto la loro agenda da decenni.

Secondo Carlson, Di ha suggerito “l’amministrazione Obama era facile da manipolare”, poiché “I cinesi avevano molti amici tra la gente di Obama. Il problema è arrivato quando è stato eletto Donald Trump. Dopo di allora tutto è cambiato”.

“Negli ultimi 30, 40 anni abbiamo utilizzato il potere centrale degli Stati Uniti. Come ho detto prima, dagli anni ’70 Wall Street ha avuto un’influenza molto forte sugli affari interni ed esteri degli Stati Uniti.

“Quindi, avevamo un canale su cui fare affidamento. Ma il problema è che dopo il 2008 l’influenza di Wall Street è diminuita e, cosa più importante, dopo il 2016 Wall Street non è riuscita ad aggiustare Trump. Perché? È molto imbarazzante.

“Trump ha avuto un precedente problema di un piccolo default con Wall Street, quindi c’è stato un conflitto tra loro, ma non entrerò nei dettagli, potrei non avere abbastanza tempo.”

“Così durante la guerra commerciale USA-Cina, [Wall Street] hanno cercato di aiutare e lo so, i miei amici dalla parte degli Stati Uniti mi hanno detto che hanno cercato di aiutare, ma non hanno potuto fare molto”.

Mentre Carlson fa notare che non sappiamo esattamente chi siano tutti questi agenti cinesi nella “cerchia ristretta di potere” dell’America, sia nei media che nel governo, che Di identifica con “Wall Street” come alcuni dei “vecchi amici” dei cinesi comunisti, il loro “canale su cui fare affidamento” per influenzare con successo la politica americana.

Come indica, questo accordo ha trovato davanti a sé un serio ostacolo quando Donald Trump è stato eletto nel 2016 e i cinesi comunisti con i loro partner di Wall Street non sono stati in grado di “aggiustare Trump”. In risposta, spiega Di, l’élite americana si è concentrata molto sulla sconfitta del presidente nel 2020.

“Ma ora vediamo [Joe] Biden è stato eletto [risate], l’élite tradizionale, l’elite politica, l’establishment, sono molto vicini a Wall Street. Quindi lo vedi, vero? Trump ha affermato che il figlio di Biden ha una sorta di fondazione globale.

“L’hai notato? Chi lo ha aiutato [il figlio di Biden] a costruire le fondamenta?”

Di sostiene che “l’élite tradizionale, l’elite politica, l’establishment”, che sono “molto vicini a Wall Street” e che sono “vecchi amici” dei cinesi comunisti, torneranno al potere con l’inaugurazione di Joe Biden a gennaio .

Continua indicando che, in effetti, la Cina ha aiutato il figlio di Biden, Hunter, a costruire una base finanziaria come “in modo da poter esprimere un pò di buona volontà”.

A ottobre, il New York Post ha fornito prove di una significativa corruzione finanziaria che ha comportato ingenti guadagni provenienti dal governo comunista cinese verso Hunter Biden, mentre i media d’élite e le grandi reti tecnologiche hanno soppresso la storia prima delle elezioni di novembre.

L’ex socio in affari dei Bidens, Tony Bobulinski, che si è presentato con informazioni che confermano le accuse di corruzione contro la famiglia Biden, inclusa la ricezione di un “prestito” di 5 milioni di dollari dal PCC, ha fornito la sua opinione personale a Carlson in un’intervista di ottobre 

“Joe Biden e la famiglia Biden sono compromessi” dai cinesi comunisti.

Carlson ha concluso: “Sembra che Tony Bobulinski avesse ragione su questo. E sembra che i Biden siano ben lungi dall’essere gli unici ad essere stati compromessi”.

Fonte: humansarefree

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Conferenza televisiva in Cina: era tutto facile con Obama “il problema è arrivato quando è stato eletto Trump”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: