Nuova Era Spiritualità

L’età dell’Acquario, il grande ciclo, l’epoca: meditazione di massa per una nuova era

Christina Sarich,

Noi umani amiamo i nostri miti. Ci abbracciano coraggiosamente con la storia della nostra evoluzione, come descritto da grandi filosofi come Joseph Campbell in L’eroe dai mille volti e Il potere del mito, o Carl Jung come descritto nel Libro rosso.

L’arco narrativo dell’umanità è simile a prescindere dalla cultura che lo presenta: dal Borneo settentrionale all’antica Irlanda, ai racconti degli aborigeni australiani e agli antichi yuga indù, agli antichi miti dei Maya e persino alla teatralità dei Cavalieri Templari.

Epoche di evoluzione e età dell’Acquario

Siamo tutti condotti in un percorso ricorrente verso l’ascesa. È in queste epoche della nostra evoluzione che troviamo la grazia. Ora, proprio mentre stiamo entrando nell’Età dell’Acquario”, ripercorriamo tutte le ere passate con gli yuga, o la regressione da un’età dell’oro, attraverso l’argento, e una lenta regressione e separazione dal pensiero e dall’azione divini, fino all’Età del Ferro. Qui dobbiamo superare la nostra completa discesa per emergere dalle tenebre alla luce ancora una volta.

Non è un errore, e non c’è niente di nuovo, nel fatto che ora osserviamo avidità, frode, criminalità, guerra, morte, povertà ed egoismo in ogni luogo. Vediamo il nostro disprezzo reciproco e la completa trascuratezza fino al completo oblio del nostro pianeta che è parte integrante dei nostri corpi materiali.

Noi, come umanità, non siamo solo sospesi sul precipizio, stiamo artigliando la nostra strada, accumuliamo sporcizia sotto le unghie, sangue nel nostro gozzo e sudore che gocciola dalle nostre sopracciglia, mentre cerchiamo di ascendere dall’abisso che è l’era precedente. Prima dell’era dell’Acquario, o come gli yuga chiamano quest’era di illuminazione e libertà – il Satya Yuga, noi soffriamo. Ma questa sofferenza è intenzionale e temporanea.

È nella nostra disperazione che di solito ritroviamo la via del ritorno al Divino, alla Verità, all’Intelligenza Universale che fornisce Libertà Infinita.

Uno degli strumenti utilizzati nel corso dei secoli per “risintonizzare” la frequenza dell’umanità è sempre stata la meditazione. Ci sono prove archeologiche di meditazione fin dal 5.000 a.C., e probabilmente accadeva molto prima. Sebbene ci siano legami con la pratica storicamente con l’antico Egitto, la Cina e l’India, calmare la mente o alterare la mente per accedere a stati di consapevolezza più elevati che potrebbero sollevarci dal pantano dell’avidità, della carestia e della guerra (tutto incentrato sull’ego e delusione) attraverso ogni filo culturale.

Perché lo strumento di meditazione è così efficace in ogni grande ciclo?

I neuroscienziati moderni notano che le onde alfa create con facilità durante gli stati meditativi tendono a ridurre i sintomi depressivi e ad aumentare il pensiero creativo. Incitano anche oscillazioni neurali che favoriscono l’unità e la coerenza complessiva di una popolazione. Siamo anche influenzati inconsciamente dalla calma che la meditazione ci offre e, senza nemmeno applicare l’attenzione cosciente una volta terminata la meditazione, incoraggiamo gli altri nello stesso modo subconscio ad agire con cuori e menti elevate verso la pace.

È interessante notare che il Maharishi yogi ha anche dimostrato in migliaia di studi che quando un gruppo abbastanza grande di meditatori si unisce in uno sforzo concertato per alterare la coscienza verso la pace e la coesione, influenzano positivamente intere comunità. I tassi di criminalità si abbassano, la violenza si riduce.

Inoltre, il nostro sistema nervoso parasimpatico “parla” agli altri tramite un campo elettromagnetico emesso del cuore che è molto più grande di quello emesso dal cervello umano. La ricerca scientifica ha notato che una frequenza cardiaca calma e coerente colpisce le persone che conosciamo e amiamo anche se si trovano a migliaia di chilometri di distanza, e uno dei modi più significativi per calmare il sistema nervoso parasimpatico e la variabilità della frequenza cardiaca è attraverso la meditazione!

Il cambiamento planetario è veramente possibile quando la coscienza collettiva è alterata. Quando meditiamo collettivamente, le onde alfa nel cervello umano “si sincronizzano” con gli altri intorno a noi, provocando un effetto a catena.

Meditazione di massa per il cambiamento: l’età d’oro dell’Acquario

Se sei pronto a sincronizzare le tue onde alfa con milioni di altri in tutto il mondo per creare un cambiamento enorme questo dicembre, considera di unirti a questa meditazione di massa:

Meditazione di pace globale

Aiuta ad ancorare per sempre le nuove energie dell’amore cosmico sul pianeta Terra il 21 dicembre all’7:22

Impegna le tue energie nella meditazione di massa.

Fonte: wakingtimes

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “L’età dell’Acquario, il grande ciclo, l’epoca: meditazione di massa per una nuova era

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: