Divulgazione

Bill Clinton ‘non poteva stare lontano’ da Jeffrey Epstein, ha visitato ‘Pedo Island più volte’

L’ex aiutante principale di Bill Clinton e nemesi di Chelsea Clinton, Doug Band, ha detto a Vanity Fair che l’ex presidente Bill Clinton visitò la famigerata “isola dei pedofili” di Jeffrey Epstein nel gennaio 2003 e che, da allora, non fu più in grado di tenere Epstein fuori dall’orbita di Clinton da quando sono volati in Africa. insieme nel 2002 a bordo del 727 privato di Epstein, soprannominato “Lolita Express”.

Band ha detto che all’epoca non aveva idea dei crimini sessuali di Epstein, ma aveva avuto abbastanza vibrazioni negative, per questo aveva consigliato a Clinton di porre fine alla relazione. Ma Clinton continuò a frequentare Epstein e a prendere i suoi soldi. Nel 2006 Epstein ha donato $25.000 alla Fondazione Clinton. Clinton ha effettuato più di due dozzine di viaggi sul jet di Epstein in quel periodo, come mostrano i registri di volo di Epstein.. -Vanity Fair

Band – che ha rivelato che la Fondazione Clinton è un “Attvità a scopo di lucro e ha accusato Chelsea Clinton di aver sfruttato i fondi della Fondazione per pagare il suo matrimonio (noto solo a WikiLeaks) – dice anche che Chelsea Clinton aveva una relazione con Epstein e con la sua presunta socia in un giro di traffico sessuale minorile, Ghislaine Maxwell.

Chelsea aveva legami con Epstein e Maxwell, ha detto Band; mi ha mostrato una foto di Bill e Chelsea in posa con Epstein e Maxwell al matrimonio del re del Marocco. Chelsea è rimasta amica di Maxwell per anni dopo che la stampa ha rivelato che Maxwell era una stretta collaboratrice di Epstein. Ad esempio, Chelsea ha invitato Maxwell al suo matrimonio del 2010 nella tenuta di Brooke Astor a Rhinebeck, New York, dopo che Epstein si era dichiarato colpevole in Florida per aver procurato sesso a un minore. -Vanity Fair

“Ghislaine aveva accesso a yacht e belle case. Chelsea ne aveva bisogno”, ha detto Band.

Bill Clinton cammina con Doug Band

Band ha in particolare creato l’ormai defunta Clinton Global Initiative, che ha contribuito a raccogliere 74 miliardi di dollari per le organizzazioni benefiche globali dei Clinton, secondo Newsmax. Grazie ancora a WikiLeaks, sappiamo anche che Band stava sollecitando donazioni per Clinton attraverso la sua società di pubbliche relazioni e investimenti, Teneo, in un sordido esempio di “pay for play” che la maggior parte dei media mainstream si è rifiutata di coprire.

In risposta alle affermazioni di Band su Chelsea, un portavoce della famiglia ha detto che “Chelsea era in rapporti amichevoli con Maxwell a causa di un amico comune (il fondatore di Gateway computer Ted Waitt) e ha fatto solo un viaggio in yacht con Maxwell nel 2009:” Non lo ha più fatto dopo che, nel 2015, Chelsea è venuta a conoscenza delle orribili accuse contro Ghislaine Maxwell e spera che tutte le vittime trovino giustizia”.

Fonte: zerohedge

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Bill Clinton ‘non poteva stare lontano’ da Jeffrey Epstein, ha visitato ‘Pedo Island più volte’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: