Finanza

Gualtieri accetta riforma del Mes, condanna le banche italiane e prepara l’esproprio dei conti correnti e delle obbligazioni

Di: Leoniero Dertona

Nonostante l’assenza di mandato, nonostante perfino il piddino Galli abbia detto che era una enorme trappola, nonostante la più banale logica, nonostante gli avvertimenti e le minacce, neppure velate, di Claudio Borghi, Gualtieri ha deciso di “Accettare la riforma del MES per l’Italia”.

Tutto questo viene felicemente festeggiato dai tedeschi, chissà come mai, e viene passivamente accettata da Gualtieri. Ed i Cinque Stelle?  Come rivela l’Huffington Post l’opposizione è sempre stata finta. Comunque, se era finta, lo sapremo presto, perchè il 9 dicembre la questione sarà portata in aula, anche se per l’Unione “La Firma è definitiva”. Sarebbe veramente interessante se Gualtieri venisse sfiduciato ed indagato: la firma sarebbe lo stesso “Definitiva?” Probabilmente per Bruxelles si, e questo vi spiega quale livello di perversione e di autoritarismo sieda nella Commissione e nei suoi padroni.

Abbiamo scritto della natura distruttiva del debito pubblico insita nel MES. Già la sua natura dovrebbe far tremare. Infatti il MES è:

  • un ente privato con sede in Lussemburgo;
  • un ente che gode di una immunità per il suo personale assoluta;
  • un ente che ha già agito in Grecia con i risultati ricattatori che conosciamo.

Non potendo un ente privato , normalmente, ricattare uno stato siamo riusciti a crearcelo da noi, La Riforma, come abbiamo detto, si articola in due parti:

  • quella che allarga il suo utilizzo nel settore  bancario, come garanzia ultima;
  • la stretta nell’utilizzo da parte degli stati.

Nel secondo caso si può accedere solo dopo aver ridotto il rapporto debito PIL al 60%, che per l’Italia sarebbe un taglio da 1500 miliardi che devasterebbe sistema bancario e previdenziale privato. La ristrutturazione del debito privato apre la strada al fallimento delle banche che, a sua volta, apre la porta al bail-in ed alla sparizione dei soldi dei correntisti e degli obbligazionisti, che diventano co-responsabili, grazie a questa magnifica norma voluta dall’Europa. Una bella super-patrimoniale tutta guidata dalle norme europee su cui non potrete fare nulla. Il fallimento delle Popolari venete o la “Risoluzione” renziana della quattro banche apparirà una passeggiata.

Crimi, il pentastellato che si è arrogato il diritto di dare il via a Gualtieri, e Gualtieri stesso affermano che “La Firma non significa l’utilizzo”, più o meno le stesse frasi che devono aver detto i firmatari della Triplice Alleanza e del Patto d’Acciaio. Dalla prima riuscimmo a sfuggire per un cavillo, il secondo fu firmato con la stessa leggerezza del MES e sappiamo a cosa ci ha portato.

Gualtieri parlerà di “Modifiche a tutela dell’Italia”. Tutte balle, solo balle. Non è stato mossa una virgola, Gaultieri, che non a caso ha come profilo twitter, ancora oggi, “@gualtierieurope”, ha accettato tutto, senza modifiche .

Vedremo cosa  accadrà in aula, ma non contiamoci troppo. Presto scriveremo un articolo, che per Scenari sarà un po’ fuori dai soliti schemi, su come tutelare il proprio patrimonio e la propria liquidità in tempi di Patrimoniale e di MES. Non avremmo mai pensato di doverlo scrivere.

Fonte: scenarieconomici

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Gualtieri accetta riforma del Mes, condanna le banche italiane e prepara l’esproprio dei conti correnti e delle obbligazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: