Notizie

Apple, Tesla, Google, Microsoft e Dell citate in giudizio per le morti di lavoro minorile nelle miniere di cobalto in Congo

Una causa civile è stata intentata in un tribunale federale di Washington DC contro Apple, la società madre di Google Alphabet, Tesla, Microsoft e Dell. Sono accusati di sfruttamento del lavoro minorile nella Repubblica Democratica del Congo (RDC). La causa è stata intentata per conto di cinque bambini uccisi e 11 feriti che lavoravano nelle miniere della RDC. Avevano tra i 13 ei 17 anni quando si sono verificati gli incidenti. Le aziende facevano parte di un sistema di lavoro forzato che avrebbe portato alla morte e alle gravi lesioni dei bambini, secondo la denuncia.

Le immagini nei documenti del tribunale hanno mostrato bambini con arti sfigurati o mancanti. Sei dei 14 bambini coinvolti nel caso sono stati uccisi nei crolli del tunnel e gli altri hanno subito lesioni tali da pregiudicane la vita, inclusa paralisi. I minatori bambini lavorano per 2-3 dollari al giorno “in condizioni dell’età della pietra per salari irrisori e con un immenso rischio personale”, ha detto la citazione. Ha anche affermato che i giganti della tecnologia statunitense sanno e “sanno da molto” che i bambini lavoratori vengono utilizzati nelle miniere “pericolose” da cui proviene il cobalto, che finisce nei loro prodotti. “Queste aziende – le aziende più ricche del mondo, queste società produttrici di gadget – hanno permesso che i bambini venissero mutilati e uccisi per ottenere il loro cobalto a buon mercato”, ha detto alla Thomson Reuters Foundation Terrence Collingsworth, un avvocato che rappresenta le famiglie. Più della metà del cobalto mondiale viene prodotto nella RDC. Il minerale è una parte essenziale delle batterie al litio che vengono utilizzate in quasi tutti i prodotti delle aziende. Secondo uno studio della Commissione europea, la domanda globale di cobalto dovrebbe aumentare dal 7% al 13% all’anno nel prossimo decennio. Si stima che oltre 40 milioni di persone siano prigioniere della schiavitù moderna, che include lavoro forzato e matrimonio forzato, secondo Walk Free e l’Organizzazione internazionale del lavoro. [Nel frattempo, la Bill & Melinda Gates Foundation è stata sorpresa a promuovere il lavoro minorile nel Guardian].

Fonte: RT.com

Tratto da: humansarefree

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

Un commento su “Apple, Tesla, Google, Microsoft e Dell citate in giudizio per le morti di lavoro minorile nelle miniere di cobalto in Congo

  1. Maria Soldani

    In questi casi non ci sono parole da esprimere…. Soltanto invocare sui responsabili, entità malvagie o uomini e donne che siano, il Giudizio di Dio. E che intanto, gli sia resa giustizia in terra….

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: