Geopolitica Notizie

Il principale investigatore di frodi elettorali del Dipartimento di Giustizia si dimette dopo che l’AD William Barr ha autorizzato un indagine

In risposta alla decisione di AD Barr, il NYTimes riferisce che Richard Pilger – che sovrintende alle indagini sulle frodi degli elettori – si è dimesso:

“Avendo familiarizzato con la nuova politica e le sue ramificazioni … devo purtroppo dimettermi dal mio ruolo di direttore dell’Election Crimes Branch.”

Non sembra strano che quando gli viene chiesto di indagare sulla frode degli elettori, il signore incaricato di indagare sulla frode degli elettori scelga di dimettersi piuttosto che fare il suo fottuto lavoro?

Forse è stato il suo presunto coinvolgimento nella Lois Lerner IRS che mirava alla debacle dei gruppi del Tea Party a innescare queste dimissioni?

* * *

In un giorno in cui sono state intentate numerose cause legali per sfidare l’esito delle elezioni presidenziali e quando alla fine repubblicani di spicco come Mitch McConnell si sono pronunciati a sostegno della tesi di Trump secondo cui le elezioni erano state truccate, ieri il procuratore generale William Barr ha autorizzato il Dipartimento di giustizia a lanciare un’indagine sulle “accuse sostanziali” di frode degli elettori nelle elezioni del 2020, ha riferito per primo l’AP.

In una lettera agli avvocati statunitensi di tutto il paese, Barr ha affermato che possono condurre indagini “se ci sono accuse chiare e apparentemente credibili di irregolarità che, se vere, potrebbero potenzialmente influire sul risultato di un’elezione federale in un singolo stato”.

Secondo il Washington Times, questa è una mossa insolita, poiché la politica del Dipartimento di Giustizia proibisce qualsiasi azione che potrebbe influenzare l’esito di un’elezione fino a quando il voto non sarà formalmente certificato. Ma il Dipartimento di Giustizia è responsabile di garantire l’integrità delle elezioni federali.

Il promemoria di Barr arriva pochi giorni dopo che il presunto presidente eletto Joseph R. Biden è stato dichiarato vincitore da diversi organi di stampa nelle elezioni presidenziali del 2020. Il presidente Trump non ha riconosciuto la vittoria al suo avversario e ha avviato diversi sforzi legali per sfidare i risultati negli stati in cui i margini di voto sono sottili come un rasoio. Concedendo ai pubblici ministeri il potere di perseguire tali casi, gli avvocati statunitensi in tutto il paese potrebbero fornire a Trump più munizioni per la sua causa.

L’azione del Dipartimento di Giustizia, che molti repubblicani ritenevano attesa da tempo, arriva dopo che i repubblicani negli ultimi giorni hanno acceso il fuoco su Barr per agire in risposta alle accuse di frode degli elettori. Lunedì scorso, Barr avrebbe incontrato McConnell.

Venerdì, quasi 40 membri repubblicani del Congresso hanno inviato una lettera all’AD chiedendogli di andare fino in fondo alle accuse di frode degli elettori.

“Cosa stai facendo per garantire l’integrità del processo di votazione e conteggio in questo momento?” i repubblicani hanno chiesto al signor Barr nella loro lettera. I legislatori hanno anche invitato il procuratore generale a impegnarsi a “utilizzare tutte le risorse” a sua disposizione per garantire che solo i voti legali vengano conteggiati “in modo completamente trasparente”.

Sempre la scorsa settimana, il Partito Repubblicano del Nevada ha inviato un rinvio penale al Dipartimento di Giustizia sostenendo di aver ricevuto segnalazioni di almeno 3.062 casi di frode elettorale nello stato del campo di battaglia.

“Ci aspettiamo che il numero cresca in modo sostanziale”, ha detto il partito in un tweet. “Sono state identificate migliaia di persone che sembrano aver violato la legge votando dopo essersi trasferite fuori dal Nevada”.

La campagna Trump ha intentato azioni legali in diversi stati chiave del campo di battaglia che Biden ha vinto, chiedendo ai giudici locali di invalidare o interrompere il conteggio delle schede per posta, un numero record delle quali è stato lanciato quest’anno a causa alla pandemia di coronavirus.

All’inizio della giornata diversi repubblicani di spicco hanno sostenuto le affermazioni di Trump di frode elettorale o il suo diritto di contestare il conteggio, incluso il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell: “Ovviamente nessuno stato ha ancora certificato i risultati delle loro elezioni. Abbiamo almeno uno o due stati che sono già sulla buona strada per un riconteggio e credo che il presidente potrebbe avere sfide legali in corso in almeno cinque stati”, ha detto McConnell durante un discorso di lunedì.

L’amministratore di Trump ha anche accusato i funzionari delle elezioni locali di non consentire ai loro rappresentanti di guardare i conteggi dei voti e di aver affermato che voti illegali sono stati espressi in stati come Michigan, Nevada e Pennsylvania.

Fonte: zerohedge

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Il principale investigatore di frodi elettorali del Dipartimento di Giustizia si dimette dopo che l’AD William Barr ha autorizzato un indagine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: