Divulgazione

L’elezione non è finita e i media lo sanno

Scritto da Jay Valentine tramite AmericanThinker.com,

Come molti, ho passato le ultime notti a svegliarmi alle 2:03 del mattino, senza motivo, quindi a guardare il mio telefono per notizie, notizie, che potrebbero essere positive per il presidente Trump. Sono sopravvissuto su Rush, Bongino, Mark Levin. Quando le notizie hanno continuato ad essere brutte, ho persino controllato i blogger ridicoli che promettevano che le schede erano filigranate e D.J. (il nostro nome familiare per un presidente che amiamo) stava effettivamente lanciando una frecciata al Deep State.

È abbastanza. Fermare la follia.

Ehi, ho una laurea in statistica e ho un certo livello di pensiero critico. Se c’è un tale pessimismo nella mia tribù, non sono d’accordo.

Quindi oggi, ho iniziato a scavare nei numeri e, nel farlo, ho combattuto il mio pregiudizio di conferma ad ogni passo.

Mi sono reso conto che io, come milioni di altri, ero stato intorpidito nello sconforto dalla schiacciante pressione della stampa, dei media e dei social media nel certificare, come presidente eletto, Joe Biden. (L’ho messo lì in modo che tu possa vedere quanto sia repellente.)

Ehi ragazzi, questa cosa non solo non è finita; è spaventoso per Biden. Intendo davvero spaventoso e, soprattutto, i media lo sanno. Quindi hanno avuto fretta di mettere tutti in linea con la narrativa secondo cui un ex vice presidente. di 78 anni, con demenza precoce, che non avrebbe potuto attirare una folla più grande di una dozzina di persone, ha appena battuto D.J. in una giusta elezione.

Elaborate per un momento.

Inizia con la Pennsylvania. Biden, al momento in cui scrivo, è a 290 voti di Grandi Elettori. La Pennsylvania ne ha 20.

Ho letto l’opinione del giudice Alito, ed è abbastanza chiaro che vuole i voti arrivati dopo le 20:00 del giorno delle elezioni separati, per un motivo. Biden perderà alla Corte Suprema, e loro lo sanno. Quattro giudici hanno già affermato che la Corte Suprema della Pennsylvania non può modificare le regole di voto. Una nuova arrivata, il giudice Barrett, dice di essere lì per applicare le regole della Costituzione. OK, vuoi scommettere che lo farà?

Se rimuovono i voti arrivati dopo le 20:00 Biden perde la Pennsylvania. BIDEN 270.

Andiamo in Nevada. Ho molti amici in California che hanno appartamenti in Nevada per evadere le tasse statali. Non sono solo un paio di persone a fare questa cosa; ce ne sono decine di migliaia. Tutti lo sanno e la California li cerca.

Anche il nostro vecchio amico Harry Reid lo sa, e apparentemente li fa votare a frotte in queste elezioni. Probabilmente non è un grande fan di D.J. Entro 72 ore dalle elezioni, il team di Trump ha trovato, convalidate oltre 3.500 schede di residenti in California e non hanno ancora finito contare.

Ognuna di queste trovate schede toglie voti a Biden

Il Nevada, per ora, è alla portata di Trump e del suo team, in particolare quando la folla californiana sarà ridotta e alcuni di loro potrebbero testimoniare poiché la falsificazione dei voti è un reato molto brutto, punibile con il carcere.

Ricorda dove siamo, gente. Biden è a 270 glandi elettori dopo una decisione della Corte Suprema altamente probabile (leggi Alito e pareri concordanti).

Perdi il Nevada, perdi le elezioni.

Ma aspetta: è anche meglio.

Visitiamo il Wisconsin. In questo momento, sono 20.000 voti che vanno verso zio Joe. Si raccontano un sacco di storie lì, secondo cui sarebbero arrivati molti più voti nel Wisconsin di quanti siano gli elettori registrati. OK, forse i morti possono votare in quel posto, probabilmente una cosa del Midwest.

Ebbene, la scorsa notte, abbiamo scoperto che agli impiegati elettorali del Wisconsin è stato detto, e hanno seguito l’ordine, di modificare le schede per posta e riempire gli spazi bianchi.

C’erano “migliaia” di tali voti prima facie illeciti. Ops. Biden su 20.000 – ora quel numero è in discussione. Niente più carichi di voti in arrivo, quindi ogni ballottaggio eliminato dalla squadra del D.J. fa avvicinare il presidente eletto Biden all’ex V.P. Biden che vive in uno scantinato. Non va bene qui.

Carolina del Nord. Lì sembra più o meno che sia tutto finito e D.J. abbia vinto. Si dice che Fox News dichiarerà la vittoria di Trump per quello stato intorno all’aprile 2021.

Ricorda dove siamo qui. Biden probabilmente perderà la Pennsylvania, quindi se perde anche un solo stato, anche un solo collegio elettorale sono dolori.

Donald Trump vince a titolo definitivo e ha ancora quattro anni.

Non abbiamo ancora finito.

Michigan. Oh, sì, la terra dei “malfunzionamenti” nelle macchine per il voto. Seimila voti per Trump dati a Biden in una delle 47 contee in cui viene utilizzato quel software. Circa 150.000 voti a favore di Biden in questo momento.

Cercate su Google i 130.000 voti per Biden che sono apparsi nel cuore della notte e potete vedere come la gente meravigliosa di Google stia verificando questa storia “smascherata”. In effetti, per divertimento, provate a googlare “frode degli elettori del Michigan” e otterrete letteralmente tre pagine di “questo fatto che è stato verificato e dimostrato di essere falso”. Perché Google dovrebbe essere così ligio?

Anche loro vedono che se Amy vota con i quattro (giudici della corte suprema), Biden è a un voto di distanza dal seminterrato.

La frode degli elettori è un pò come il furto. Finché ‘va bene è anche un ‘divertente.

I morti votano da cento anni nelle città democratiche. È una tale costante che si potrebbe pensare che il Partito Repubblicano prenderebbe in considerazione un programma Morti Votanti per ottenere la propria parte.

Ma la frode degli elettori su questa scala non è sostenibile. Non supera il test di buon senso.

Abbiamo blogger con molto tempo a disposizione che esaminano i registri degli elettori e mostrano che persone dopo persone che avrebbero votato in uno stato altalenante e avrebbero anche combattuto nella guerra civile o forse nella guerra del 1812. All’inizio era divertente, ma ora il numero schiacciante va oltre l’umorismo e comincia a fare paura.

Penso che D.J. deve sudarsi solamente qualche stato. In realtà, qualche elettorale. Non solo questa cosa non è finita, ma la squadra di Biden deve sudare fino a prosciugarsi.

La frode degli elettori su larga scala sembrava un’idea davvero interessante fino a quando D.J. è sceso in campo. Ora che sta combattendo un elettore alla volta, con la Corte Suprema che probabilmente creerà il punto di partenza a Biden 270, Biden ha tutto da perdere.

Riprendetevi!

Fonte: zerohedge

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “L’elezione non è finita e i media lo sanno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: