Notizie

Trump non riconosce la vittoria di Biden. “Il Piano” va avanti

La truffa del voto postale presto svelata e documentata

Il voto americano va visto su due aspetti: interno ed esterno. Il primo riguarda esclusivamente il popolo americano, schiacciato in una politica esasperata tra due partiti che si fronteggiano storicamente in contrapposizioni e divisioni ideologiche esasperate, atteggiamento tipicamente tollerato in una democrazia perché frutto della dialettica politica.

Quello esterno riguarda invece il popolo intero mondiale coinvolto, gioco forza, in una visione di politica estera che spazia tra il guerrafondaio radical chic che vuole riciclarsi come un globalista progressista e visionario che punta ad un Nuovo Ordine Mondiale, in netta contrapposizione al nazionalista patriottico che mira a valorizzare la nazione rispetto alla visione indefinita di una globalizzazione elitaria.

Ma il vero protagonista delle elezioni americane è stato il Covid-19, usato e sfruttato da molti governanti, ma in particolare dai Democratici di Joe Biden, durante la lunga campagna elettorale, esibito con la mascherina  spesso usata come un simbolo del Partito Democratico con la scritta Biden, portata anche dentro i seggi, laddove è, di norma, vietata qualsiasi forma di pubblicità elettorale.

Trump ha vinto 4 volte in queste tormentate elezioni e cioè : 1) distruggendo i sondaggisti che hanno dimostrano ancora di essere degli inetti e degli  incapaci; 2) ha vinto sconfiggendo la falsa narrazione  delle TV dei grandi poteri che lo davano  surclassato da Biden; 3) aver vinto per aver raggiunto il record di partecipazione popolare durante le votazioni segno di entusiasmo e democrazia partecipativa e, in fine, 4) essere il vincitore politico in una competizione che sarà ancora ricca di colpi di scena, con ricorsi ai Tribunali e alla Corte Suprema per presunti, e direi molto ben previsti, brogli elettorali nel voto postale. La calma serafica di Trump, nonostante le frasi ferme e decise nel denunciare i brogli elettorali del voto postale, stride con l’atteggiamento del perdente che si sente spodestato, di colui che secondo Biden e i suoi fans dovrebbe lasciare la Casa Bianca il 22 gennaio 2021, per far giurare “sleepy” Joe.

Ma solo gli allocchi possono pensare che Potus-Trump, il Capo della super potenza degli Stati Uniti d’America, potesse cascare insieme al suo apparato di intelligence militare e giudiziario, nella trappola dei Democratici, i cui capi sono stati definiti “criminali” da Trump, sin dalla precedente campagna elettorale e, da sempre, additati come tali in questi 4 anni di regno senza ricevere alcuna querela. Il voto postale si sapeva che sarebbe stato richiesto con forza dal Partito Democratico che lo voleva esteso in tutti gli Stati Uniti e non solo in pochi Stati dove era già attivo, prestandosi facilmente ai brogli elettorali, inserendo schede identiche ma fasulle, da inviare per tempo, tramite la posta.

Già ai primi del 2020 in Cina venivano stampate illegalmente milioni di schede elettorali identiche a quelle per le elezioni americane. Anche lo studio del gruppo attivista Judicial Watch di Washington, ha dimostrato che 1,8 milioni di elettori sono “fantasmi” in 29 stati, accentuando la natura “sporca” delle elezioni.

Ha molto insospettito il fatto che alcuni governatori democratici hanno chiuso bruscamente i seggi elettorali durante lo spoglio, nel mentre si rendevano conto che Trump stava vincendo (Pennsylvania, Michigan o Wisconsin, ecc.).

Trump durante lo spoglio in tarda notte di ieri appariva in netto vantaggio suBiden fino a quando non è intervenuto lo spoglio delle schede giunte via posta, ribaltando il risultato in maniera eclatante. Nel solo Michigan, Biden è stato favorito di ben 138.339 voti postali senza che un solo voto andasse attribuito a Trump.

Fonti riservate riferiscono che le schede postali elettorali ufficiali e distribuite dai canali governativi, sotto il controllo diretto di Trump, per essere identificate da quelle contraffatte, sono state stampate con l’uso di una tecnologia di un marker nanotecnologico di dimensioni molecolari già utilizzato e sperimentato in precedenza per 11 anni dalla CIA e dalla NSA per rintracciare e tracciare documenti o persone via satellite.

In questo modo, tramite i ricorsi per il riconteggio dei voti postali, già richiesto dai legali di Trump , tutte le false schede verranno immediatamente rilevate. Altresì, la frode elettorale, è stata documentata da migliaia di telecamere che sono state nascoste e segretamente piazzate nei seggi e nei posti sensibili interessati dal voto, per documentare il reato penale che coinvolge i più alti livelli della fazione politica. Nei seggi, sotto copertura da falsi scrutatori repubblicani, hanno presenziato dei pubblici ufficiali, rendendo così la loro testimonianza una prova assoluta da far valere a livello penale, cogliendo nel fatto i complici e i malfattori durante la consumazione del grave reato di alto tradimento.

Tutto questa operazione anticrimine, dovrà essere attivata entro i prossimi giorni e settimane per completarsi al massimo entro i primi di dicembre. Infatti, non solo la Guardia Nazionale è schierata, ma anche 48 divisioni d’élite dell’esercito americano, sono segretamente posizionate su tutto il territorio con migliaia di veicoli corazzati, elicotteri e altri armamenti. I criminali saranno posti in isolamento presso la base di Guantanamo e nel nuovo gigantesco sito di detenzione del Nevada che la Q Force ha costruito in segreto preso l’ex Area 51 chiusa nell’aprile 2017 e posta sotto il diretto controllo del Presidente.

Insomma se tutto dovesse risultare vero, assisteremo alla più astuta mossa di intelligence mai adoperata per un crimine che coinvolge migliaia e migliaia di persone tra complici e attori associati in un gravissimo reato penale, altamente disgustoso, che offende la democrazia e la dignità di un popolo sovrano.

Fidati del Piano…ha sempre detto Q-Potus, e lo diceva convinto perché i topi erano già in trappola da tempo, attendendo solo che mordessero l’esca al formaggio, posta in prossimità delle elezioni della carica strategica di Presidente degli Stati Uniti d’America, fortemente ambita e voluta a tutti i costi, dai democratici americani.

L’Apocalisse e quella teoria del complotto che si realizzano, sono adesso. WWG1WGA- Where We Go One We Go All. Godetevi lo spettacolo…

Fonte: mediterraneinews

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

3 commenti su “Trump non riconosce la vittoria di Biden. “Il Piano” va avanti

  1. Il Piano non poteva non essere strategicamente pensato, approfondito e realizzato DURANTE le elezioni…Trump non è certo uno sprovveduto, l’arte della guerra non è una bazzecola e richiede menti astute e lunghe preparazioni segrete.

    "Mi piace"

  2. Maria Soldani

    Mi fido di Potus. Non si è capo di una grande nazione democratica, e dei gangli più segreti e potenti dello Stato americano, per mero caso…. Il Disvelamento delle trame oscure e secolari dei malefici artefici del Male satanico globale, che veniva intessuto a ragnatela, da tempi immemorabili, come fosse una sorta di incantesimo, sul mondo, ed il contestuale Risveglio che il Bene vi contrappone, con una Resistenza senza quartiere, è tuttora in corso…. L’apocalisse non è stata annunciata, da Giovanni l’Evangelista,e, in seguito ( magari anche prima), da altre fonti, invano….
    Il mondo, sebbene pienamente responsabile, per insano lassismo consumistico, per bieco tornaconto egoistico e, diciamolo pure, cinismo, ma anche e soprattutto per la sua naturale e troppo fidente propensione alla beata ingenuità, ha peccato, finora, di un’inguaribile sottovalutazione dei tanti, insidiosi pericoli che, da sempre, guatavano perfidamente nell’ombra, al di sopra dell’ intero percorso storico e del progresso sociale, e in definitiva, di ogni aspetto convenzionale del nostro vissuto umano (tutto ciò, inesorabilmente e malauguratamente, doveva ricadere, con tutto il suo peso ed i suoi limiti insostenibili, sulla sussistenza ed esistenza stessa, sia genetica che spirituale
    del genere umano) ed attualmente, dunque, ha un bisogno vitale di recuperare, con estrema onestà e sincero rigore intellettuale, il senso sofferto della grave compartecipazione, ahimè, avvenuta, al cospetto del Grande e Malvagio Inganno, attivando , in questo momento storico sì cruciale e solenne, una rivoluzione epocale dei propri parametri e prospettive, di fronte alla Storia …. Dobbiamo guardarci dentro l’anima, oscultare il cuore interiore , interrogarci senza posa, penetrare nei recessi più oscuri ed ancestrali di quest’anima divina, rovistando letteralmente, con rigore morale, senza esclusione di colpi , nella nostra mente razionale, con il fine ultimo e salvifico : una critica aperta e conseguente riformulazione dei nostri reali intenti, in questo momento sì difficile, per giungere finalmente alla comprensione e compassione per noi stessi, come genere umano ed esseri di natura terrena…. Ma per giungere a ciò non dobbiamo esimerci, almeno nell’attivazione del. processo iniziale, da una realistica, spietata, quanto mai necessaria, critica nell’ambito dell’ etica spirituale ; consultare noi stessi, seriamente e serenamente, riguardo alle nostre intime ma anche estrinseche colpe,e ciò senza adirarci al cospetto della nostra coscienza risvegliata, ma, al contrario, innescando una realistica ma sana umiltà, un concreto senso di responsabilità, una rinnovata voglia di riscatto a tutto campo …
    Tutto questo , certamente, non sarà esente da amare delusioni, atterriti quanto inevitabili interrogativi(che sicuramente metteranno in dubbio il personale ed anche globale senso di realtà nonché l’impianto etico fin qui sperimentato), incertezze amletiche, paure irrazionali, destabilizzanti il proprio equilibrio nervoso, perplessità circa le reali percezioni umane, severe penitenze auto ed etero indotte… insomma, un terribile e lungo percorso di rinnovamento interiore , fatto di disillusioni cocenti, prese di coscienza continue e totale messa a nudo, in definitiva, della condizione di inganno pressoché totale in cui siamo incappati per secoli…… Sarà dura… Ma con l’aiuto di Dio, e il concorso di uomini di buona volontà, come il Presidente Trump ed altri comuni mortali , sarà possibile uscirne…. Il Bene, a discapito del Male, trionferà ! Dove va uno, vanno tutti !

    "Mi piace"

  3. Sarebbe bello se fosse così… Spererei che fosse così… se non fosse che a me questo Q sembra solo una grandissima stronzata e presa per il culo sul modello del Mo Vi Mento 5 merde

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: