Opinioni

Gli ultimi giorni del reich trumpiano

C. J. Hopkins
unz.com

Quindi, secondo i media mainstream, siamo agli sgoccioli con questo Hitler sostenuto dalla Russia. Game over. I nodi sono arrivati al pettine. Sono gli ultimi giorni del Reich Trumpiano. Preparate le vuvuzele!

Sì, a quanto pare, il popolo americano, che, quando aveva eletto Trump nel 2016, era fatto solo di neo-nazisti, suprematisti bianchi e adoratori di Putin, ora è tornato in sé e sta per dare una vittoria schiacciante a “Slappy” Joe Biden e farà calare il sipario su questa “Era dell’oscurità,” e salvererà il mondo dall’”Orwellianesimo razzista,” dal “pozzo senza fondo del fascismo” o da qualcos’altro.

La supremazia bianca sarà sconfitta e la globalizzazione risorgerà dalle ceneri! Ritornerà il decoro! L’amore trionferà sull’odio! Le vite dei Neri contano!

Slappy e Kamala si precipiteranno ad aprire i cancelli dei campi di concentramento. Trump affronterà un nuovo processo di Norimberga, dove dovrà rispondere dell’eccidio di sei milioni di persone con il Coronavirus… per essersi tolto la mascherina sul balcone della Casa Bianca.

Hillary Clinton verrà nominata … qualcosa.

Euforici Liberali si riverseranno nelle strade, cantando slogan incomprensibili sotto le loro mascherine e i loro caschi protettivi all’ultima moda. OK, certo, l’economia globale sarà rovinata e milioni di persone finiranno disoccupate e senza casa, o saranno morte inutilmente, tutto perchè i GloboCap [Capitalisti Globali] avranno potuto simulare un’apocalittica piaga globale, fomentare disordini civili a sfondo razziale e creare un’atmosfera generale di confusione, depressione e paranoia, ma la guerra al populismo sarà finalmente finita … e i GloboCap inizieranno a “Ricostruire meglio!

OK, le cose non “miglioreranno” subito. Come fanno notare i nostri amici al World Economic Forum:

“Grazie alla pandemia in corso, il mondo è sbilanciato e rimarrà tale per gli anni a venire. Lungi dall’assestarsi in una “nuova normalità,” dovremmo aspettarci un effetto domino del Covid19, che innescherà ulteriori interruzioni, positive e negative, nel prossimo decennio. L’ondata di disordini civili che, di recente, si è diffusa in tutta l’America ed oltre potrebbe essere un esempio…”

Quindi, va bene, forse non sarà proprio la fine della Guerra al Populismo, ma si tratterà certamente di una nuova fase. Una fase caotica, distruttiva, violenta, che richiederà molte “misure di emergenza” e che finirà per trasformare radicalmente il pianeta in un grande mercato patologizzato e totalitario.

Noi teorici della cospirazione lo chiamiamo il Grandet Reset … ma non dovete credere a noi, dovete credere alla rivista TIME, che sembra essere di proprietà di un tizio di nome Marc Benioff, un membro del Consiglio di Amministrazione del Forum, che dispone di un patrimonio personale di circa 7,8 miliardi di dollari, e che è profondamente preoccupato per l’ambiente, l’inclusività e l’equità economica, come lo sono tutti al WEF di questi tempi.

Fortunatamente, e solo per pura coincidenza, questa apocalittica piaga globale ha dato a Marc e ai suoi amici miliardari (che possiedono la maggior parte dei media mainstream e che ogni anno si incontrano con i maggiori leader di governo in località remote e sorvegliate da guardie private pesantemente armate per discutere del nostro futuro) l’opportunità di “resettare” il capitalismo e di salvare il pianeta da … beh, loro stessi.

Naturalmente, non è proprio così che la vedono. No, per come la vedono, non sono loro il problema. Il problema è … beh, il problema sono le persone. Non le persone ricche e potenti come loro, o le persone di cui hanno bisogno che continuino a lavorare, consumare e pagare gli interessi sui mutui, ma … sapete, tutte le altre. Gli ignoranti, i menefreghisti, la classe operaia. I fanatici religiosi con il culto delle armi. Quei razzisti dei teorici della cospirazione. I Deplorevoli. I “populisti.” Tutte persone di cui non hanno più bisogno.

Queste persone sono di recente diventate un problema. Non solo sono una zavorra per il sistema, ma hanno anche attivamente interferito con esso, votando per la Brexit, eleggendo Donald Trump, rifiutando di abbandonare i loro valori tradizionali e le loro idee antiquate (ad esempio, la sovranità nazionale, la libertà di parola e la biologia dei mammiferi) e di entrare a far parte dell’ideologia capitalista globale, trasformandosi così in veri rompicoglioni.

Una cosa era quando tutti questi problematici individui erano costituiti per lo più da persone di pelle nera o bruna con convinzioni “estremiste” e residenti in paesi lontani, di cui alla maggior parte dei consumatori occidentali non sarebbe potuto fregare di meno, perché i GloboCap potevano semplicemente spianarli a suon di bombe, ma, in Occidente, questo non possono farlo. Da qui la guerra al populismo che abbiamo vissuto negli ultimi quattro anni … e qualunque suo nuovo distopico sviluppo che ci attende nel futuro post-Trump.

Il 2020 è stato l’anteprima. I blocchi, le mascherine, il “distanziamento sociale”e le altre cosiddette “misure di emergenza,” la propaganda orwelliana, la censura del dissenso, il divieto delle proteste politiche, i media maistream che hanno finito di trasformarsi in un organo di propaganda goebbelsiano in piena regola, le squadracce che facevano irruzione nelle case della gente, un conformismo totalitario da fanatici religiosi … è solo un assaggio di ciò che verrà.

Questo era già previsto, ovviamente. Era solo questione di tempo prima che arrivassimo dove siamo ora. I GloboCap non sono stupidi. Sanno che non è possibile trasformare il mondo in un grande e felice mercato neo-feudale senza rompere le proverbiali uova … e non solo nei paesi “terroristi,” ma ovunque, in tutto l’impero capitalista globale. Ed è esattamente quello che intendono fare. Avevano solo bisogno di una nuova narrativa ufficiale per giustificare tutte le uova rotte.

Non hanno ancora deciso lo slogan ufficiale. “Il NuovoNormale,” “Il Grande Reset,” “Il Green New Deal” … a questo punto sono solo tutte prove. Non importa davvero come lo chiameranno. Si tratta di un nuovo tipo di totalitarismo. Come avevo scritto in un articolo precedente, “non si tratta di totalitarismo nazionalista, perché viviamo in un impero capitalista globale, che non è governato da stati-nazione, ma, al contrario, da entità sovranazionali e dallo stesso sistema capitalista globale.” Ma è comunque totalitarismo.

Non lo nascondono neanche. Lo spiegano, non come Hitler, con voce stentorea e sputacchiando saliva, ma, chiaramente e inequivocabilmente, in termini aziendali. Ecco Klaus Schwab, presidente del WEF:

Il mondo deve agire congiuntamente e rapidamente per rinnovare tutti gli aspetti delle nostre società e delle nostre economie, dall’istruzione, ai contratti sociali, alle condizioni di lavoro. Ogni paese, dagli Stati Uniti alla Cina, deve partecipare e ogni settore, del petrolio, del gas, della tecnologia, deve essere trasformato. In breve, abbiamo bisogno di un “grande reset” del capitalismo.”

Ho aggiunto il grassetto per coloro che non hanno familiarità con il gergo aziendale. E, per chi fosse interessato a saperne di più su Klaus Schwab, Winter Oak ha pubblicato questo inquietante profilo, che si può anche leggere sul blog di Cory Morningstar (insieme a molti altri contenuti censurati).

Scusate … avrei dovuto scrivere degli ultimi giorni del Reich Trumpiano, ma sono stato distratto da tutta questa faccenda dei GloboCap. Spero che mi perdonerete se non riesco ad esaltarmi per le elezioni della settimana prossima. Visto tutto quello che sta accadendo e tutto ciò che è successo negli ultimi quattro anni, stento proprio a credere che esista la possibilità realistica che i GloboCap consentano a Trump di entrare in carica per un secondo mandato, indipendentemente da chi vincerà realmente. Basta questo a togliere tutta la suspense.

Non preoccupatevi però, tornerò a riparlarne quando inizieranno i disordini post-elettorali e Donald Trump diventerà finalmente Hitler a pieno titolo, si dichiarerà Führer, scioglierà il Congresso e ordinerà alle sue legioni di suprematisti bianchi amanti della Russia di iniziare a rastrellare gli Ebrei, come promettono dal 2016 i media corporativi, i falsi media di “sinistra,” la comunità dei servizi segreti, il Partito Democratico, gli esperti di fascismo, le celebrità di Hollywood e tutti gli isterici liberali.

Seriamente, se questa volta non diventa Hitler in carne ed ossa, e non inizia a rastrellare e a sterminare gente, oppure non ordina il bombardamento atomico degli Stati Uniti e poi si fa saltare le cervella nel suo bunker sotterraneo, qualcuno dovrà dare delle spiegazioni.

C. J. Hopkins

Fonte: unz.com
Link: https://www.unz.com/chopkins/the-last-days-of-the-trumpian-reich/
27.10.2020
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Tratto da: comedonchisciotte

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

Un commento su “Gli ultimi giorni del reich trumpiano

  1. Maria Soldani

    Il bi-pensiero Orwelliano…. Questi autentici manipolatori del Quinto Potere (la Stampa, i Media, ecc), veri fattucchieri del linguaggio forbito ma ingannevole, autentici guru del pensiero unico dominante, fautori della distorsione delle notizie a loro vantaggio, in questa pubblicazione sicuramente daranno un vero saggio delle loro eccelse facoltà, in perfetta, prevedibile dissonanza cognitiva….
    Ma persino il Diavolo, se fa le pentole, non arriverà mai a fare i coperchi….
    La sistematica, illusoria Menzogna, in quanto a diabolico, continuo sforzo, di pervertimento e dissociazione cognitiva a discapito delle masse, non può, in quanto fallace, che inghiottire se stessa, prima o poi, perché ha i piedi di argilla, e la sua casa, come ben dice di essa Gesù Cristo, è fragile e imploderà fatalmente su se stessa, sotto il peso di colpi autoinferti….
    La Verità è là, in quel Regno di Dio che è anche in mezzo a noi, ed aspetta il Suo Turno Fatale , immancabile e assai più paziente della Morte che, con la sua sinistra falce , sembra apparentemente tanto più temibile, in apparenza, ben inteso….
    La Morte è implacabile, certo, e colpisce dove può, ma, infine, – proprio Colei che tanto ha affollato di angosce paralizzanti gli incubi dei tanti , vulnerabili ipocondriaci, che si sono lasciati bellamente terrorizzare dalla menzognera notizia della diffusione mortale di un semplice virus influenzale (qualcosa di puramente naturale, che, si, probabilmente, in base ad occulti quanto insani disegni, doveva essere in origine letale, ma alla fine non così è stato, ringraziando, immagino, senza tema di errore , certi solidi alleati segreti di Trump), quelli stessi pavidi che, poi, appunto,in base alle loro fissazioni, hanno creduto, senza porsi affatto domande, ad un falso stato di emergenza sanitaria e ad un’ altrettanta falsa pandemia, accettando passivamente lo stigma della schiavitù, costituita, come ben sappiamo, da mascherine castranti la comunicazione sociale (dunque soffocanti ed oppressive, in termini sia medici che pratici ) , come hanno accettato, del pari, senza battere ciglio, altri e svariati abusi liberticidi, (che sarebbe qui prolisso da enumerare nei particolari )- anche Lei, La Morte ,dicevo, è già sottomessa alla Verità Divina, ed è a questa Volontà Suprema, che, appunto, alla fine dei Tempi, dovrà piegarsi ed accettare di marcire, a sua volta, nel Gran Calderone Infernale…. Morte, dov’e il tuo pungiglione?
    Élite infernali, dov’è, al cospetto di Dio Onnipotente, il vostro fragile, inutile potere ?
    E dove finirà, questo potere costituito da argilla , alla fine dei Tempi, essendo tutto sottomesso al Volere di Dio? Come
    potete, dunque, illudervi di scampare al Gran Reset disposto contro di voi, prima dell’inizio dei Tempi, da Iddio Onnipotente ?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: