Notizie

Continua la protesta a Napoli e Catania ma altre città si uniscono alla protesta

Folla di cittadini esasperati scende in strada in protesta pacifica urlando slogan di “Libertà e Lavoro” a Napoli ed a Catania. Dimostrazioni spontanee sono partite ieri sera contro il blocco delle attività contestando i provvedimenti del governo e dei governatori regionali. Ci si chiede se sia iniziata la sommossa popolare contro il governo della dittatura sanitaria.

Altre città si stanno unendo alla protesta e sono previste nuove manifestazioni anche per oggi. Ci sono molti indizi che la rabbia popolare inizia a manifestarsi soprattutto al sud dove la situazione è la più critica e migliaia di aziende vengono buttate sul lastrico dalle ultime misure del governo Conte/Speranza. Si prevedono milioni di disoccupati e famiglie buttate sul lastrico.

La gente comune, i cittadini angosciati da questa situazione non si rassegnano a rimanere a casa ed aspettare i sussidi che non si sa quando mai arriveranno. Il percolo dei contagi non esiste nei bar e nei ristoranti ma ben in altri ambienti dove le persone si affollano una sull’altra, dai trasporti locali al lungomare di Napoli e in tante altre zone.

Perchè colpire in particolare i ristoratori? Perchè mandarli sul lastrico? Si vuole far fallire le piccole imprese della ristorazione italiana per poi aprire forse alle grandi catene dei fast food delle multinazionali estere? Il sospetto potrebbe divenire presto una certezza. Forti indizi in proposito. 

Queste le domande senza i risposta.

Fonte: controinformazione

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Continua la protesta a Napoli e Catania ma altre città si uniscono alla protesta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: