Nuovo Ordine Mondiale

La presa globale, l’ultimo passo prima del NWO, è in corso

Dr. Mercola

Il video sulle pubbliche relazioni del World Economic Forum qui sopra, “8 Predictions for the World in 2030”, per quanto breve possa essere, offre uno sguardo significativo su ciò che l’élite tecnocratica ha in serbo per il resto di noi. Ciò comprende:

“Non possedete nulla” – E “ne sarete felici”. Invece, noleggerete tutto ciò di cui avete bisogno e vi verrà consegnato da un drone direttamente a casa.

“Gli Stati Uniti non saranno la principale superpotenza mondiale” – Invece, sarà una manciata di paesi a dominare insieme.

“Non morirete aspettando un donatore di organi” – Invece di trapiantare organi da donatori deceduti, gli organi personalizzati verranno stampati in 3D su richiesta.

“Mangerete molta meno carne” – La carne sarà “un piacere occasionale, non un alimento base, per il bene dell’ambiente e della nostra salute”.

Come spiegato in molti articoli precedenti, questa è un’idea avventata, non solo per motivi di salute ma anche ambientali. L’integrazione del bestiame è un aspetto fondamentale di un’agricoltura rigenerativa di successo in grado di risolvere allo stesso tempo sia la carenza di cibo che le preoccupazioni ambientali. Per un aggiornamento, vedere “I 6 principali motivi per sostenere l’agricoltura rigenerativa”.

“Un miliardo di persone saranno sfollate a causa del cambiamento climatico” – Di conseguenza, i paesi dovranno prepararsi ad accogliere più rifugiati.

“Chi inquina dovrà pagare per l’emissione di anidride carbonica” – Per eliminare i combustibili fossili, ci sarà un prezzo globale del carbonio. Vandana Shiva, Ph.D., ne ha discusso in una recente intervista. Piuttosto che promuovere l’agricoltura biologica e rigenerativa, l’élite tecnocratica sta spingendo qualcosa chiamata agricoltura naturale a budget zero. Bill Gates fa parte di questo schema.

“Potreste prepararvi per andare su Marte” – Gli scienziati “avranno scoperto come mantenerti in salute nello spazio”, aprendo così la possibilità di diventare una razza spaziale e colonizzare altri pianeti.

“I valori occidentali saranno stati testati fino al punto di rottura.”

Le pandemie sono uno strumento di controllo sociale

Per decenni, la guerra e la minaccia di guerra hanno arricchito l’élite tecnocratica e mantenuto la popolazione seguendo i loro programmi. La guerra e gli attacchi fisici sono stati ripetutamente usati per imporci restrizioni sempre più draconiane e rimuovere le nostre libertà. Il Patriot Act, promosso all’indomani dell’11 settembre, è solo un esempio eclatante.

Oggi, le pandemie e la minaccia di epidemie infettive sono i nuovi strumenti di guerra e di controllo sociale. Per anni, Gates ha preparato la psiche globale per un nuovo nemico: virus mortali e invisibili che possono affiorare in qualsiasi momento e l’unico modo per proteggerci è rinunciare alle nozioni antiquate di privacy, libertà e personale il processo decisionale.

Dobbiamo mantenere le distanze dagli altri, compresi i membri della famiglia. Dobbiamo indossare maschere, anche nelle nostre case e durante il sesso. Dobbiamo chiudere le piccole imprese e lavorare da casa. Dobbiamo vaccinare l’intera popolazione mondiale e mettere in atto rigorose restrizioni di viaggio per prevenire il potenziale di diffusione.

Dobbiamo monitorare e rintracciare tutti, ogni momento del giorno e della notte, e installare lettori biometrici nel corpo di tutti per identificare chi sono i potenziali portatori di rischio. Le persone infette sono la nuova minaccia. Questo è ciò che l’élite tecnocratica vuole che tu creda e sono riuscite a convincere una percentuale scioccante della popolazione globale di questo in pochi mesi.

Se non hai familiarità con il termine “tecnocrazia”, ​​assicurati di tornare indietro e ascoltare la mia intervista con Patrick Wood, autore di “Technocracy Rising: The Trojan Horse of Global Transformation” e “Technocracy: The Hard Road to World Order. ” Puoi anche saperne di più sul sito web di Wood, Technocracy.news.

Un nuovo sistema di valuta digitale in corso

Due degli ultimi pezzi della conquista totalitaria saranno il passaggio a una valuta completamente digitale collegata agli ID digitali. Con ciò, l’applicazione delle regole sociali sarà più garantita, poiché le tue finanze, anzi la tua intera identità, possono essere facilmente tenute in ostaggio se non ti conformi.

Pensa solo quanto sarebbe facile realizzare questa cosa in modo tale che se non fai il vaccino richiesto o pubblichi qualcosa di indesiderabile su Internet, il tuo conto bancario non sarà disponibile o il tuo ID biometrico non ti consentirà di entrare a casa o in ufficio.

Un articolo 3 del 13 agosto 2020 sul sito web della Federal Reserve discute i presunti benefici di una valuta digitale della banca centrale (CBDC). Esiste un accordo generale tra gli esperti sul fatto che la maggior parte dei principali paesi implementerà il CBDC entro i prossimi due o quattro anni.

Un sistema valutario completamente digitale gioca anche nell’ingegneria sociale, in quanto può essere utilizzato per incentivare i comportamenti desiderati, molto simile a ciò che la Cina sta facendo con il proprio sistema di credito sociale. Ad esempio, potresti ottenere una certa quantità di valuta digitale ma devi acquistare un determinato articolo o eseguire una determinata attività entro un determinato periodo di tempo.

Molte persone non informate crederanno che questi nuovi CBDC saranno molto simili alle criptovalute esistenti come Bitcoin, ma si sbaglierebbero seriamente. Bitcoin è decentralizzato e rappresenta una strategia razionale per rinunciare al sistema esistente controllato dalla banca centrale, mentre questi CBDC saranno centralizzati e completamente controllati dalle banche centrali.

I globalisti

Anche se cito spesso Gates, ovviamente non agisce da solo. Accade così che mentre rintracci le connessioni tra i decisori del mondo, lo troverai in un numero sorprendente di posti.

Ad esempio, nell’ottobre 2019, Gates ha ospitato una simulazione di preparazione alla pandemia per un “nuovo coronavirus”, noto come Evento 201, insieme al Johns Hopkins Center for Health Security e al World Economic Forum.

L’evento ha predetto in modo inquietante cosa sarebbe successo solo 10 settimane dopo, quando è apparso il COVID-19. Gates e il World Economic Forum, a loro volta, sono entrambi partner delle Nazioni Unite che, pur mantenendo un profilo relativamente basso, sembrano essere al centro dell’agenda globalista.

Gates è anche il più grande finanziatore dell’Organizzazione mondiale della sanità, il ramo medico delle Nazioni Unite, mentre il Forum economico mondiale è il ramo sociale ed economico delle Nazioni Unite. Altri partner chiave che svolgono un ruolo importante nell’attuazione dell’agenda dei globalisti includono: 

Fondazioni come la Rockefeller Foundation, il Rockefeller Brothers Fund, la Ford Foundation, Bloomberg Philanthropies, la Fondazione delle Nazioni Unite e la Open Society Foundation di George Soros

Avanti Communications, fornitore britannico di tecnologia satellitare con connettività globale

2030 Vision, una partnership di giganti della tecnologia per fornire l’infrastruttura e le soluzioni tecnologiche necessarie per realizzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile 2030 delle Nazioni Unite. 2030 Vision è anche partner di Frontier 2030, che è una partnership di organizzazioni sotto il timone del World Economic Forum

Google, il raccoglitore di Big Data numero 1 al mondo e leader nei servizi di intelligenza artificiale

Mastercard, che guida la carica globalista per lo sviluppo di ID digitali e servizi bancari

Salesforce, leader globale nel cloud computing, “Internet of things” e intelligenza artificiale. Per inciso, Salesforce è guidato da Marc Benioff, che è anche nel consiglio di amministrazione del World Economic Forum

La quarta rivoluzione industriale è l’agenda tecnocratica

Nei decenni passati, i tecnocrati, l’élite globale, per lo più non eletta, che guida la gestione delle nazioni in tutto il mondo, hanno chiesto un “nuovo ordine mondiale”. Oggi, il NOM è stato ampiamente sostituito da termini come “il grande ripristino”, “la quarta rivoluzione industriale” e lo slogan “Build Back Better”. 

Tutti questi termini e slogan si riferiscono alla stessa agenda globalista a lungo termine per smantellare la democrazia e i confini nazionali a favore di una governance globale da parte di leader non eletti e la dipendenza dalla sorveglianza tecnologica piuttosto che dallo stato di diritto per mantenere l’ordine pubblico.

Come espresso da Matt Hancock, ministro britannico per il digitale, la cultura, i media e lo sport, durante un discorso davanti al gruppo parlamentare di tutti i partiti sulla quarta rivoluzione industriale nel 2017: 

“Uno dei ruoli del Parlamento è di guardare avanti, guardare all’orizzonte e affrontare le grandi sfide del nostro tempo. Quindi, plaudo alla creazione dell’APPG sulla quarta rivoluzione industriale, che sicuramente è una delle maggiori sfide che dobbiamo affrontare, come nazione e come mondo.

La natura delle tecnologie è sostanzialmente diversa da quella precedente. In passato, abbiamo pensato al consumo come una tantum e all’investimento di capitale come additivo. Tuttavia, metti le risorse nelle reti che ora collegano metà del mondo, o nell’IA, e gli effetti sono esponenziali …

Sono lieto di parlare insieme a tanti colleghi che lo capiscono davvero, e al fianco del professor Klaus Schwab che letteralmente “ha scritto il libro” sulla quarta rivoluzione industriale. 

La nostra strategia digitale, incorporata nella più ampia strategia industriale, definisce i sette pilastri su cui possiamo costruire il nostro successo. E al suo interno si adatta alla nostra strategia 5G, come un set di bambole russe.

La nostra strategia copre infrastrutture, competenze, regole ed etica dell’uso dei big data, sicurezza informatica, supporto al settore tecnologico, digitalizzazione dell’industria e digitalizzazione del governo”.

The Great Reset – Una ricetta tecno-fascista

Se hai ascoltato la mia intervista con Wood, riconoscerai gli elementi tecnocratici del discorso di Hancock: il focus sulla tecnologia – in particolare l’intelligenza artificiale, la sorveglianza digitale e la raccolta di Big Data (a cui serve il 5G) – e la digitalizzazione dell’industria (che include il settore bancario) e il governo, che a sua volta consente l’automazione dell’ingegneria sociale e del governo sociale (sebbene questa parte non sia mai espressamente dichiarata).

“L’utopia promessa ha un prezzo: pone dei vincoli alla nostra libertà personale”.

Poi c’è il riferimento diretto al professor Klaus Schwab, presidente del World Economic Forum. Schwab è anche evidenziato nell’articolo del 29 giugno 2020, Technocracy.news, “The Elite Technocrats Behind the Global ‘Great Reset”, che recita, in parte:

“Si afferma che l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite con i suoi obiettivi di sviluppo sostenibile” garantisca pace e prosperità per le persone e il pianeta”. Si dice che le azioni affrontino la povertà e la fame, migliorino la salute e l’istruzione, riducano le disuguaglianze e salvano gli oceani, le foreste e il clima.

Chi può discutere contro obiettivi così benevoli? Ma l’Utopia promessa ha un prezzo: pone dei vincoli alla nostra libertà personale …

I principali partner del progetto United Nations Global Goals rivelano la vera agenda tecnocratica che si cela dietro la raffinata facciata del benessere: si tratta di un piano per integrare completamente l’umanità in un apparato di sorveglianza tecnologica supervisionato da una potente IA.

L’attuale paura della pandemia è stata un innesco perfetto per dare il via a questo nefasto programma … L’attuale crisi del COVID-19 è vista dal Forum economico mondiale e dal suo presidente Klaus Schwab come il grilletto perfetto per attuare il loro grandioso piano tecnocratico. Big Tech verrà a “salvare” il mondo.

Nel giugno 2020, Schwab ha dichiarato … la necessità di un grande ripristino per ripristinare l’ordine in un mondo pieno di panico, conflitti e turbolenze economiche:

“La crisi del COVID-19 ci ha mostrato che i nostri vecchi sistemi non sono più adatti per il 21 ° secolo. Ha messo a nudo la fondamentale mancanza di coesione sociale, equità, inclusione e uguaglianza. Ora è il momento storico, non solo per combattere il vero virus ma per plasmare il sistema per le esigenze dell’era Post-Corona.

Abbiamo la possibilità di rimanere passivi, il che porterebbe all’amplificazione di molte delle tendenze che vediamo oggi. Polarizzazione, nazionalismo, razzismo e, in ultima analisi, crescenti disordini sociali e conflitti.

Ma abbiamo un’altra scelta, possiamo costruire un nuovo contratto sociale, in particolare integrando la prossima generazione, possiamo cambiare il nostro comportamento per essere di nuovo in armonia con la natura e possiamo assicurarci che le tecnologie della Quarta Rivoluzione Industriale siano utilizzate al meglio per  darci vite migliori.

Questa ricetta tecno-fascista sarà quindi, in modo assolutamente non democratico senza alcun dibattito pubblico o inchiesta scettica, presto sarà integrata nell’agenda del G20 e, nell’Unione Europea, rietichettata come Great Green Deal …

Non sorprende che Klaus Schwab ometta di menzionare il ruolo suo e dei suoi amici nella creazione di questo caos economico globale in primo luogo, come era stato “previsto” con straordinaria precisione nell’evento 201 del Forum economico mondiale e di Bill Gate (ottobre 2019) e nel Rapporto della Fondazione Rockefeller12 Scenari per il futuro della tecnologia e dello sviluppo internazionale (2010) “

L’ONU chiede alle nazioni di “ricostruire meglio” 

Il ruolo centrale delle Nazioni Unite nell’agenda tecnocratica è difficile da perdere una volta che inizi a cercare. Come riportato dal Dipartimento delle comunicazioni globali delle Nazioni Unite il 22 aprile 2020, in un articolo sui cambiamenti climatici e COVID-19: 13

“Mentre il mondo inizia a pianificare una ripresa post-pandemia, le Nazioni Unite chiedono ai governi di cogliere l’opportunità di ‘ricostruire meglio’ (Build back better slogan usato da Joe Biden e, recentemente anche da Boris Johnson ndt) creando società più sostenibili, resilienti e inclusive …

“Con questo reset, si apre una finestra di speranza e di opportunità … un’opportunità per le nazioni di rendere ecologici i loro pacchetti di recupero e plasmare l’economia del 21° secolo in modi puliti, verdi, sani, sicuri e più resilienti”, ha affermato Patricia Espinosa, segretario esecutivo dell’UNFCCC nel suo messaggio per la Giornata Internazionale della Madre Terra … È quindi importante che i pacchetti di stimolo post-COVID-19 aiutino l’economia a “ricrescere più verde” …

Man mano che i governi approvano pacchetti di stimolo per sostenere la creazione di posti di lavoro, la riduzione della povertà e la crescita economica, l’UNEP aiuterà gli Stati membri a “ricostruire meglio” e cogliere le opportunità per fare passi da gigante verso investimenti verdi in energie rinnovabili, alloggi intelligenti, appalti pubblici verdi e trasporti pubblici – il tutto guidato dai principi e dagli standard di produzione e consumo sostenibili. Queste azioni saranno fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile”.

Anche qui vediamo trasparire l’agenda tecnocratica. Come descritto da Wood (vedi intervista sopra link ipertestuale), la tecnocrazia è un sistema economico basato sull’allocazione delle risorse energetiche, che necessita dell’ingegneria sociale per controllare la popolazione e dell’infrastruttura tecnologica per automatizzare questo controllo.

Piuttosto che essere guidato dalla domanda e dall’offerta e dalla libera impresa, questo sistema è quello in cui alle aziende viene detto quali risorse sono autorizzate a utilizzare, quando e per cosa, e ai consumatori viene detto cosa possono acquistare – o meglio, affittare, a giudicare dal video del Forum economico mondiale sopra.

Se hai bisogno di qualcosa, potrai noleggiarlo. Probabilmente non possederai nemmeno i vestiti che indossi. Tutto sarà “giusto” ed “equo”. Non ci sarà bisogno di duro lavoro, ingegnosità o intelligenza superiore alla media. Tutti saranno uguali, ad eccezione degli stessi tecnocrati, ovviamente e in vero stile di ingegneria sociale, ci dicono che saremo “felici” nella nostra schiavitù 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

La distopia invasiva

È importante rendersi conto che un modo in cui questo piano globalista viene portato avanti è attraverso la creazione di nuove leggi globali. Gates esercita già una forte influenza sulla politica alimentare e agricola globale, oltre alla sua influenza sulla salute e sulla tecnologia globali (compresi i documenti bancari e digitali).

Il Great Reset, o il piano “ricostruire meglio”, richiede specificamente a tutte le nazioni di implementare regolamenti “verdi” come parte dello sforzo di recupero post-COVID. Sembra uno sforzo proficuo: dopo tutto, chi non vuole proteggere l’ambiente?

Ma l’obiettivo finale è lontano da ciò che la persona tipica immagina quando sente questi piani. L’obiettivo finale è trasformarci in servi senza diritti alla privacy, proprietà privata o qualsiasi altra cosa.

Per avere un’idea di quanto distopico sia un futuro a cui potremmo guardare, considera il brevetto internazionale di Microsoft14 WO / 2020/060606 per un “sistema di criptovaluta che utilizza i dati sull’attività corporea”. Il brevetto internazionale è stato depositato il 20 giugno 2019. La domanda dell’ufficio brevetti degli Stati Uniti, 15 16128518, è stata depositata il 21 settembre 2018. Come spiegato nell’estratto:

“L’attività del corpo umano associata a un’attività fornita a un utente può essere utilizzata in un processo di mining di un sistema di criptovaluta. Un server può fornire un’attività a un dispositivo di un utente che è accoppiato in modo comunicativo al server. Un sensore accoppiato comunicativamente a o compreso nel dispositivo dell’utente può rilevare l’attività corporea dell’utente.

I dati sull’attività corporea possono essere generati in base all’attività corporea rilevata dell’utente. Il sistema di criptovaluta accoppiato comunicativamente al dispositivo dell’utente può verificare se i dati sull’attività del corpo soddisfano una o più condizioni impostate dal sistema di criptovaluta e assegnare la criptovaluta all’utente i cui dati di attività corporea sono verificati. “

La domanda di brevetto statunitense include il seguente diagramma di flusso del processo:

Questo brevetto, se implementato, trasformerebbe essenzialmente gli esseri umani in robot. Se ti sei mai chiesto come si guadagnerà da vivere la persona media nel mondo del futuro guidato dalla tecnologia AI, questa potrebbe essere parte della tua risposta.

Le persone saranno ridotte al livello di droni insensati, trascorreranno le loro giornate a svolgere compiti assegnati automaticamente, ad esempio da un’app per cellulare, in cambio di un “premio” di criptovaluta. Non so voi, ma posso pensare a modi migliori e più divertenti per trascorrere il mio tempo qui sulla Terra.

Il World Economic Forum – Un cavallo di Troia

Ho già menzionato più volte il World Economic Forum in questo articolo e, insieme all’ONU, è al centro dell’agenda globale di acquisizione. Come notato nel post del blog Canadian Truth, 18 “World Economic Forum Wheel of Evil”:

“… si tratta di due cose, l’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite [Obiettivi di sviluppo sostenibile] e la quarta rivoluzione industriale del WEF [Forum economico mondiale]. Fine del gioco: blocco tecnocratico totale in cui controllano ogni aspetto della nostra vita e tutte le risorse del pianeta”.

Il post del blog include la seguente illustrazione, creata e pubblicata dal World Economic Forum, che mostra l’impatto diffuso della pandemia COVID-19 e la risposta globale ad essa. Se visiti il ​​sito originale per l’illustrazione, 19 troverai anche elenchi di pubblicazioni, video e dati relativi a tutte queste sfaccettature.

In breve, la pandemia viene utilizzata per distruggere le economie locali in tutto il mondo, il che consentirà quindi al Forum economico mondiale di entrare e “salvare” i paesi oppressi dal debito.

Come accennato in precedenza, il prezzo per questa salvezza è la tua libertà. Il World Economic Forum, attraverso i suoi salvataggi finanziari, sarà in grado di controllare efficacemente la maggior parte dei paesi del mondo e, ancora, uno degli aspetti del piano tecnocratico è eliminare i confini nazionali e il nazionalismo in generale.

COVID – Sintomi di potere

C’è molto di più che si potrebbe dire su questo, ma ho già trattato molti dei diversi aspetti dell’agenda globalista in altri articoli, tra cui “COVID

 Symptoms of Power: Tech Billionaires Harvest Humanity”, “Tech Billionaires Aiming at a Global Currency “,” Il professore di Harvard espone il capitalismo della sorveglianza “,” Come la tecnocrazia medica ha reso possibile la plandemia “e” US Surveillance Bill 6666: The Devil in the Details “.

Niente di tutto ciò è una lettura piacevole, ma è importante capire dove stiamo andando. Non abbiamo più il lusso di ficcare la testa nella sabbia e aspettare che passino le cattive notizie.

La pandemia COVID ha notevolmente ampliato il divario economico tra la gente media e l’elite ricca, con i miliardari che hanno rastrellato trilioni di dollari in pochi mesi. Senza la concorrenza delle piccole imprese, alle grandi multinazionali è stato permesso di divorare affari, espandendo sia la loro ricchezza che la loro influenza, mentre la povertà estrema è aumentata per la prima volta in due decenni

Se pensi che il grande ripristino e il Green New Deal stiano per pareggiare questa disparità finanziaria e trasformare il mondo in un’utopia equa, sei destinato a rimanere deluso. Il piano globalista non riguarda la creazione di un mondo migliore per la persona media. Il brevetto di Microsoft illustra ciò che il piano ci prospetta.

La tirannia medica peggiorerà se lo permettiamo

Anche la tirannia medica e la censura del pensiero anti-gruppo che è emersa a pieno regime durante questa pandemia sono parte integrante del Grande Reset. Dopotutto, se non ti permetteranno di possedere nulla e vogliono inserire biosensori nel tuo corpo per trasformarti in un servitore minerario di criptovalute, pensi davvero che ti lasceranno prendere decisioni mediche per te stesso?

Negli ultimi mesi, Gates ha fatto il giro dei media discutendo della necessità di mettere a tacere le opinioni dissenzienti e le informazioni sul virus, sul suo trattamento e sui vaccini in corso.

Secondo un sondaggio citato da RT, 23 meno della metà degli americani ora afferma che non prenderebbe il vaccino COVID-19 neanche se fosse pagato $100 per farlo. Ci sono buone ragioni per questa esitazione, poiché gli studi stanno iniziando a rivelare gravi effetti collaterali.

Per Gates, che sta finanziando non meno di sei diversi vaccini COVID-19, questo non è un problema da poco. In un’intervista dell’ottobre 2020, Gates ha esortato i funzionari sanitari americani a iniziare “a pensare a quali voci ci aiuteranno a ridurre l’esitazione, in modo da poter ottenere un livello di vaccinazione che abbia davvero una possibilità di fermare” la pandemia.

Nonostante i rischi associati a questi nuovi vaccini a mRNA, che non sono mai stati approvati prima per l’uso umano, e nonostante il fatto che i bambini e gli adolescenti corrano un rischio minuscolo di malattie gravi o di morte per COVID-19, i sostenitori del vaccino come il dottor Paul Offit  stanno ora chiedendo che i bambini vengano aggiunti alle sperimentazioni COVID-19. Si spera che il numero di genitori disposti a offrire i propri figli come cavie sarà limitato.

In conclusione, tieni presente che la tecnocrazia è intrinsecamente una società tecnologica gestita dall’ingegneria sociale. Questo è il motivo per cui c’è una così forte attenzione alla “scienza”. Ogni volta che qualcuno dissente, viene quindi accusato di essere “anti-scienza” e qualsiasi scienza che sia in conflitto con lo status quo viene dichiarata “scienza sfatata”.

L’unica scienza che conta è qualunque cosa i tecnocrati ritengano vero. La logica, tuttavia, ti dirà che non può essere così. La scienza non è mai stabilita. La scienza non è mai unilaterale. La scienza può sbagliarsi. Arrivare alla verità richiede che un problema venga esaminato da molte angolazioni diverse.

Nell’ultimo anno, in particolare, l’indagine scientifica e la curiosità sono state censurate e soffocate a un livello sorprendente. Se permettiamo che continui, il risultato finale sarà devastante.

Dobbiamo continuare a spingere per trasparenza e verità. Dobbiamo insistere sulla libertà medica e sulla libertà personale. Non permettere a te stesso di essere vittima di bullismo fino al silenzio da parte di coloro che contrastano le tue obiezioni con insulti “anti-scienza” o “teoria del complotto”. È in gioco il futuro dell’umanità. Sii coraggioso. Resisti alla tecnocrazia

Fonte: wakingtimes

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “La presa globale, l’ultimo passo prima del NWO, è in corso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: