Divulgazione

L’Organizzazione Mondiale della Sanità conferma (accidentalmente) che il Covid non è più mortale dell’influenza

Le "migliori stime" del responsabile del programma per le emergenze sanitarie collocano il tasso di mortalità per infezione (IFR) allo 0,14%

di Kit Knightly

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha finalmente confermato ciò che noi (e molti esperti e studi) diciamo da mesi: SARS-COV-2 (COVID-19) non è più mortale o pericoloso dell’influenza stagionale.

OMS (accidentalmente) conferma che Covid non è più pericoloso dell’influenza

I vertici dell’OMS hanno fatto questo annuncio durante una sessione speciale del consiglio esecutivo di 34 membri dell’OMS lunedì 5 ottobre, è solo che nessuno sembrava capirlo davvero.

In effetti, loro stessi non sembravano capirlo completamente.

Durante la sessione, il dottor Michael Ryan, capo delle emergenze dell’OMS, ha rivelato di ritenere che circa il 10% del mondo sia stato infettato dalla Sars-Cov-2. Questa è la loro “migliore stima” e un enorme aumento rispetto al numero di casi ufficialmente riconosciuti (circa 35 milioni).

La dottoressa Margaret Harris, una portavoce dell’OMS, ha successivamente confermato la cifra, affermando che si basava sui risultati medi di tutti gli ampi studi di sieroprevalenza condotti in tutto il mondo.

Per quanto l’OMS stesse tentando di trasformare questo in una cosa negativa – il dottor Ryan ha anche detto che significa che “la stragrande maggioranza del mondo rimane a rischio”. – in realtà è una buona notizia e conferma, ancora una volta, che il virus non è affatto mortale come tutti avevano previsto.

La popolazione mondiale è di circa 7,8 miliardi di persone, se il 10% è stato infettato si tratta di 780 milioni di casi. Il bilancio globale delle vittime attualmente attribuito alle infezioni da Sars-Cov-2 è di 1.061.539.

Questo è un tasso di mortalità per infezione di circa lo 0,14%. Proprio in linea con l’influenza stagionale e le previsioni di molti esperti da tutto il mondo.

Lo 0,14% è oltre 24 volte INFERIORE alla “cifra provvisoria” del 3,4% dell’OMS a marzo. Questa cifra è stata utilizzata nei modelli utilizzati per giustificare i blocchi e altre politiche draconiane.

Infatti, data l’eccessiva segnalazione di presunte morti di Covid, l’IFR è probabilmente anche inferiore allo 0,14% e potrebbe mostrare che Covid è molto meno pericoloso dell’influenza.

Nessuno della stampa mainstream ne ha parlato. Sebbene mezzi di divulgazione abbiano riportato le parole del dottor Ryan, tutti hanno cercato di renderlo un titolo spaventoso e diffondere più panico.

Apparentemente né loro, né l’OMS, erano in grado di fare i semplici calcoli che ci mostrano che questa è una buona notizia e che gli scettici di Covid hanno sempre avuto ragione.

AGGIORNAMENTO 10/09/20: Nell’interesse della completezza, del desiderio di fare affidamento su fonti primarie e non dipendere esclusivamente da fonti tradizionali (che possono rimuovere o modificare articoli), ho deciso di trovare il video effettivo delle osservazioni del dottor Ryan.

Per qualche ragione, sebbene questo sia stato un importante incontro dell’OMS durante una presunta pandemia iper-grave, il video è difficile da trovare.

L’unico posto in cui puoi vederlo è il sito web dell’OMS e anche in questo caso devi sfogliare quasi 6 ore di riprese. Bene, l’ho fatto e sei il benvenuto.

Non puoi incorporare lo stream dell’OMS, ma posso dirti di andare su questa pagina, fare clic su “Sessione 1” e passare a 1:01:33 per ascoltare la citazione esatta:

“Le nostre migliori stime attuali ci dicono che circa il dieci per cento della popolazione mondiale potrebbe essere stata infettata da questo virus. Questo varia a seconda del paese, varia da urbano a rurale, varia tra i diversi gruppi “.

Lavorerò per ottenere un clip audio, per facilitarne la condivisione e per assicurarmi che non vada a finire nel dimenticatoio.

Fonte: humansarefree

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

Un commento su “L’Organizzazione Mondiale della Sanità conferma (accidentalmente) che il Covid non è più mortale dell’influenza

  1. No marionetta! No marionette! Chiaro? Alla fine fallirete
    Studiate la storia.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: