Notizie Uncategorized

Il rapporto Durham non sarà pronto prima delle elezioni – È davvero tutto qui?

Da tenere in seria considerazione per comprendere i possibili sviluppi futuri, anche se credo sia tutta una montatura per nascondere ben altro: non posso pensare che la fantomatica “October Surprise” consistesse solamente nello scandalo Obamagate; dove sono i crimini per pedofilia; Il traffico di esseri umani e il traffico di droga e i crimini della finanza internazionale? Per cosa è morto Kennedy? Credo e spero ci sia molta più carne sotto il fuoco e presto ne vedremo delle belle. NZ

Il procuratore generale Bill Barr ha iniziato a dire ai vertici repubblicani che gli atti dell’indagine del Dipartimento di Giustizia sulle origini del Russiagate non sarà rilasciata prima delle elezioni, dicono ad Axios un alto funzionario della Casa Bianca e un assistente del Congresso informati sulle conversazioni.

Perché è importante: i repubblicani avevano a lungo sperato che il rapporto, guidato dal procuratore degli Stati Uniti John Durham, sarebbe stato una bomba contenente rivelazioni su ciò che secondo loro erano gravi abusi da parte dell’amministrazione Obama e della comunità dell’intelligence che cercava collegamenti tra il presidente Trump e la Russia.

“Questo è lo scenario da incubo. In sostanza, l’anno e mezzo del problema numero uno per la base repubblicana è praticamente privo di significato se ciò non accade prima delle elezioni”, ha detto ad Axios un assistente del Congresso del GOP.

Barr ha chiarito che non dovrebbero aspettarsi ulteriori incriminazioni o un rapporto completo prima del 3 novembre, dicono le nostre fonti.

Politico ha riferito per la prima volta che Durham non dovrebbe rilasciare informazioni relative all’indagine prima del giorno delle elezioni e che i repubblicani del Senato che eseguono indagini simili siano stati informati nell’ultima settimana.

Il Dipartimento di Giustizia ha rifiutato di commentare. La Casa Bianca non ha risposto a una richiesta di commento.

In poche parole: Barr sostiene che Durham sta prendendo molto sul serio la sua indagine e si concentra sulla vittoria dei processi.

Secondo una delle fonti informate sulle conversazioni, Barr ha detto che Durham sta lavorando in modo deliberato e calcolato, e devono essere pazienti.

Il senso generale dei colloqui, dice la fonte, è che Durham non è preoccupato di completare la sua indagine entro una certa scadenza per scopi politici.

Dietro le quinte: Trump è diventato sempre più frustrato con Barr e il Dipartimento di Giustizia per non essersi mossi più rapidamente nelle indagini.

Un funzionario dell’amministrazione ha detto che la recente intervista di Fox Business Network, Maria Bartiromo, con il deputato Devin Nunes, domenica ha attirato l’attenzione di Trump, alimentando ulteriormente la sua esasperazione con la mancanza di accuse da parte di Durham.

Negli ultimi giorni, Trump ha criticato pubblicamente Barr e il direttore dell’FBI Christopher Wray per non essersi mossi abbastanza velocemente.

“Ad essere onesti, Bill Barr diventerà il più grande procuratore generale nella storia del paese o diventerà, sai, una situazione molto triste”, ha detto Trump durante un’intervista telefonica con Fox Business di giovedì.

“Ha tutte le informazioni di cui ha bisogno. Vogliono ottenere di più, di più, di più. Continuano a ottenere di più. Ho detto: ‘Non hai bisogno di più'”.

Un rapporto di giovedì dell’AP ha affermato che Barr è anche frustrato dalle dichiarazioni pubbliche di Trump sul caso.

Il retroscena: gli alleati di Trump hanno da tempo affermato che le indagini di Durham si tradurranno nell’arresto di alti funzionari dell’amministrazione Obama. Finora, l’indagine di Durham ha portato a un procedimento penale: un ex avvocato dell’FBI che si è dichiarato colpevole di aver alterato un’e-mail utilizzata per ottenere un mandato di sorveglianza sull’ex consigliere della campagna di Trump Carter Page.

Un ex funzionario del Dipartimento di Giustizia ha detto ad Axios che Durham “ha la reputazione di essere accurato, ma anche un pò lento, in parte a causa dei grandi compiti che ha intrapreso”.

Il funzionario ha indicato l’indagine di Durham dell’era Obama sull’uso della tortura da parte della CIA, che ha richiesto anni per essere completata.

“Viene fornito con il territorio di un’indagine tentacolare che ogni pietra che si gira deve essere completamente esaminata”, ha detto l’ex funzionario.

Progetti per il futuro: i migliori repubblicani stanno pianificando di fare pressione su Barr per anticipare Durham e mitigare le aspettative per i tempi del rilascio del rapporto, oltre a declassificare tutti i documenti rimanenti collegati all’indagine.

“Bill Barr dovrebbe seguire le istruzioni del presidente per declassificare e rilasciare tutti i documenti su cui si trova l’FBI. Non c’è nessuna buona ragione per lui di nascondere queste informazioni”, ha detto un alto funzionario della Casa Bianca.

All’inizio di questa settimana, il direttore dell’intelligence nazionale John Ratcliffe ha approvato il rilascio di un grosso raccoglitore pieno di documenti al Dipartimento di Giustizia per assistere la revisione dell’indagine di Durham.

Fonte: axios

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

Un commento su “Il rapporto Durham non sarà pronto prima delle elezioni – È davvero tutto qui?

  1. Sonny Crockett

    Io ho sempre il timore che tutto possa essere un enorme bluff. Finché non vedrò. …….

    "Mi piace"

Rispondi a Sonny Crockett Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: