Geopolitica

Trump e le manovre per rovesciare Conte e liberare l’Italia dai cinesi

Le elezioni di novembre negli Stati Uniti sono decisive per il futuro dell’Italia. Il Deep State, con le sue diramazioni che arrivano fino in Italia, sta spingendo la loro nuova marionetta, Joe Biden, un vecchietto poco presente, che su vari siti complottisti, attraverso video e immagini, viene accusato perfino di pedofilia e di praticare il satanismo come altri democratici.

Trump ha già fatto sapere che non gradisce l’attuale esecutivo italiano, che il suo ex amico Conte ha trasformato in una succursale di Pechino. Tutto ciò è intollerabile e costituisce una aperta violazione dell’alleanza Atlantica e degli accordi NATO.

L’Italia alleata di un Paese che esprime una feroce dittatura comunista è una aberrazione. Trump si è già mosso, spostando in Italia (dalla Germania) oltre 12.000 soldati, così la presenza militare Usa nella Penisola è cresciuta fino a circa 30.000 uomini (l’esercito italiano ne conta circa 90.000). Non si sa mai. Lo scenario che si delinea è clamoroso.

Se Trump venisse rieletto, alzerebbe la voce anche pubblicamente (in privato, secondo varie fonti, lo avrebbe fatto con Mattarella) contro l’esecutivo Conte 2. Trump è abbastanza arrabbiato anche perchè la montagna di accuse rivelatesi false dello scandalo Russiagate sarebbe partita proprio dall’Italia.

Il tutto avverrà attraverso giochi di palazzo che, però, stavolta saranno a tutto svantaggio del governo Conte, il quale, temendo il peggio e forse perfino per la sua incolumità personale, ha prorogato i vertici degli attuali Servizi Segreti Italiani. Dei nuovi, infatti, non avrebbe potuto fidarsi.

Intanto, The Donald ha respinto al mittente le accuse ridicole della goffa Michelle Obama, che aveva detto che Trump è il presidente sbagliato. Trump ha risposto: io sono qui perchè l’amministrazione Obama-Biden è stata la più corrotta della storia americana. Il Deep State, conglomerato affaristico che costituisce la longa manus del NWO in America, è atterrito dalla prospettiva che Trump sia rieletto.

Trump sta annientando, pezzo per pezzo, il loro sistema di potere occulto basato, spesso, su vere e proprie attività criminali. Pochi giorni fa, il presidente sarebbe scampato ad un attentato alla sua vita. Poche settimane prima aveva dichiarato che esistono persone molto potenti e malvagie che vorrebbero eliminarlo. Tutto può succedere da qui a novembre, ma è chiaro che se Trump vince, molti salteranno. In Italia il primo potrebbe essere proprio Conte.

Tratto da Mondo Today

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Trump e le manovre per rovesciare Conte e liberare l’Italia dai cinesi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: