Notizie

Un enorme tesoro di registri di volo di Epstein promettono di, “scatenare il panico” tra i ricchi amici dei pedofili

Tutti i registri di volo degli aerei privati ​​di Jeffrey Epstein, compreso il suo jet "Lolita Express", sono stati ammessi in giudizio dal procuratore generale delle Isole Vergini americane.

Elias Marat

(TMU) – I registri di volo per gli aerei privati ​​di Jeffrey Epstein, incluso il suo jet “Lolita Express”, sono stati ammessi come prova dal procuratore generale delle Isole Vergini americane, in una mossa che si ritiene possa aver scatenato una risposta di panico da parte dei ricchi e delle figure d’élite che erano soliti fare festa insieme al defunto pedofilo e finanziere caduto in disgrazia.

Il procuratore generale delle Isole Vergini Denise George ha chiesto che vengano consegnati elenchi dettagliati che documentano ogni passeggero che è salito a bordo del suo aereo, in modo che i tribunali possano fare ulteriore luce sui crimini commessi mentre risiedeva nella sua opulenta villa nel territorio degli Stati Uniti.

Gli elenchi includerebbero chiunque abbia volato sui suoi quattro elicotteri e tre aerei nel corso degli anni 1998 fino all’agosto 2019, quando Epstein si sarebbe “ucciso” in una prigione di New York mentre stava affrontando una potenziale pena detentiva fino a 45 anni con l’accusa di pedofilia e traffico sessuale.

L’indagine fa parte di una più ampia contro la proprietà di Epstein presentata dal procuratore generale delle Isole Vergini, che conta 22 capi di accusa, tra cui traffico di esseri umani, stupro aggravato, lavoro forzato, prostituzione, abusi sui minori e abbandono, riferisce The Mirror.

Il procuratore generale George chiede inoltre che tutti i “reclami o segnalazioni di condotta potenzialmente sospetta” siano consegnati, insieme ai nomi e ai dettagli di contatto di coloro che hanno lavorato per i piloti o “hanno interagito o osservato” Epstein e tutti i passeggeri a lui associati.

I registri precedenti del 2009 che dettagliavano i nomi dei voli del pilota David Rodgers hanno portato a una bomba nei media mondiali dopo che figure di spicco tra cui Bill Clinton, Principe Andrea, Kevin Spacey, Chris Tucker e Naomi Campbell erano stati tutti a bordo del cosiddetto “Lolita Express ” Jet.

Tuttavia, la loro semplice presenza sul jet non suggerisce che fossero a conoscenza dei gravi crimini perpetrati da Epstein.

“I registri che sono stati richiesti in giudizio faranno sembrare quelli forniti da Rodgers come un post-it”, ha detto una fonte all’outlet. “C’è panico tra molti ricchi e famosi.”

Secondo gli avvocati delle vittime di Epstein, i registri del 2009 non includono le voluminose registrazioni dei voli del capo pilota Larry Visoski, che ha volato per Epstein per oltre 25 anni.

La notizia arriva quando la socialite britannica e presunta trafficante di sesso Ghislaine Maxwell, 58 anni, continua a essere detenuta in una prigione di New York con l’accusa di aver assistito Epstein nel governare e abusare sessualmente di giovani donne e ragazze.

A luglio, i pubblici ministeri statunitensi hanno ordinato la chiusura di oltre 80 documenti, per un totale di centinaia di pagine, che dettagliavano meticolosamente i rapporti di Maxwell con Epstein, il suo ex fidanzato e socio.

I documenti includevano i registri di volo dei jet privati ​​di Epstein, dettagli sulla vita sessuale di Maxwell di cui gli avvocati avevano cercato di impedire il rilascio e la trascrizione di una deposizione di sette ore e 418 pagine che Maxwell aveva rilasciato, che i suoi avvocati descrivono come “estremamente personale [ e] confidenziale. “

Come il suo ex partner Epstein, Maxwell è molto ben collegata con vari membri delle élite politiche e imprenditoriali. Sono circolate a lungo fotografie di Maxwell in posa a eventi sociali con figure di spicco provenienti dalle élite politiche, culturali e finanziarie, ma quelle catturate nelle foto con lei non mostrano niente di sospetto. Maxwell è nota per aver partecipato a quasi tutti i raduni sociali dell’alta società a New York City per un certo numero di anni.

Fonte: themindunleashed

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

Un commento su “Un enorme tesoro di registri di volo di Epstein promettono di, “scatenare il panico” tra i ricchi amici dei pedofili

  1. Maria Soldani

    Meglio per i responsabili di tanti orrori ed atrocità, difficili persino dall’immaginare, accettino la pena inflitta loro da un probabile processo, perché chi accetta in umiltà e senso di responsabilità la penitenza terrena, ha qualche probabilità di salvarsi l’Anima nell’altro mondo…. Dio odia i superbi e duri di cuore…. Sarà più facile per un ricco di buona volontà, passare indenne, dritto come un fuso, al Regno di Dio, che per uno di questi miserabili satanisti e impenitenti violentatori di bambini farla franca e salvarsi dalle pene dell’Inferno…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: