Notizie

L’Australia mette in campo nuove misure per contenere i “cospirazionisti del Covid”

Tyler Durden, Zero Hedge

Waking Times

In Australia nell’ultimo mese ci sono state varie manifestazioni, gli australiani hanno sfogato le loro frustrazioni e hanno tentato di riprendere il controllo delle loro comunità dopo che un’ondata di casi di virus ha spinto il governo a riattivare alcune delle misure di allontanamento sociale più draconiane del mondo .

Se c’è una cosa che terrorizza i governi sempre più tirannici, è una perdita di controllo della narrativa, motivo per cui il governo australiano sta facendo un salto avanti nel frenare i cosiddetti “teorici della cospirazione” che osano diffondere informazioni che mettono in dubbio l’istigazione di paura utilizzata per mantenere i cittadini australiani sotto chiave.

Si prevede che questa settimana un nuovo disegno di legge sarà discusso dal governo del Victoria al Parlamento di Stato. Esso darà alle autorità locali il potere di trattenere i “teorici della cospirazione” e le persone che si rifiutano di isolarsi, ha riferito Caldron Pool.

Se approvato, il COVID-19 Omnibus (misure di emergenza) consente al governo di trattenere chiunque sia etichettato come “ad alto rischio” o che possa diffondere il COVID-19 per negligenza.

Un portavoce del governo statale ha detto a The Age che la regola potrebbe essere applicata ai “teorici della cospirazione che si rifiutano di isolarsi da soli o persone gravemente colpite dalla droga o con problemi mentali che non hanno la capacità di mettere in quarantena”. Gli arrestati in base alla nuova regola saranno ospitati in strutture di quarantena.

Il procuratore generale Jill Hennessy ha affermato che il nuovo disegno di legge “ci consentirà di continuare a rispondere alle sfide che la pandemia presenta, in modo da poter continuare a proteggere i cittadini del Victoria e fornire i servizi su cui fanno affidamento”.

Finora, molte delle manifestazioni anti-blocco si sono svolte nei fine settimana. Almeno 200 persone sono state multate e 74 arrestate durante una protesta a Melbourne domenica. Se il disegno di legge venisse approvato, alcuni manifestanti verrebbero arrestati e potrebbero trascorrere del tempo in una struttura di quarantena.

Chiaramente, l’intenzione del governo di estendere i poteri e arrestare i teorici della cospirazione e coloro che rischiano di diffondere il virus dovrebbe allarmare i lettori.

In un assaggio di ciò che si prospetta le autorità hanno già arrestato una donna di Melbourne per aver presumibilmente scritto post anti-blocco sui social media. In particolare, dopo la cancellazione di account sui social media, TheConversation osserva che QAnon ha attirato molti follower in Australia, quindi cosa verrà dopo? “Centri di rieducazione” per QAnons?

Fonte: waking times

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “L’Australia mette in campo nuove misure per contenere i “cospirazionisti del Covid”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: