Uncategorized

Cattolici oltraggiati dopo che il Vaticano evita di usare la parola Dio in un documento ufficiale

I cristiani esprimono indignazione dopo che i documenti ufficiali vaticani hanno intenzionalmente evitato di usare la parola “Dio” nella presunta speranza di raggiungere un pubblico più ampio.

di Isabelle

Il documento in questione è stato pubblicato il 22 luglio dalla Pontificia Accademia per la Vita. Afferma che solo una risposta globale è sufficiente per la pandemia e deve affrontare le preoccupazioni di coloro che risiedono nei paesi meno sviluppati.

dall’Aula Satanica delle udienze vaticane

Termini come “Gesù Cristo”, “Dio”, “carità” e “preghiera”, strettamente legati al cristianesimo, non compaiono nelle otto pagine del documento, e la Chiesa cattolica sta difendendo un linguaggio che, come dicono, fa parte di uno tentativo di raggiungere “un pubblico più ampio possibile”.

Poco dopo il suo rilascio, Phil Lawler di Catholic World News l’ha definito “un imbarazzo per i fedeli cattolici” e una “scioccante prospettiva vaticana sulla pandemia”.

Il rispettato giornalista cattolico ha criticato il documento per la sua “insulsa ruminazione” e per la mancanza di informazioni utili. Ha aggiunto che il documento non fornisce consigli pratici ai cattolici.

Lawler ritiene che il Vaticano avrebbe dovuto utilizzare i documenti per inviare invece un messaggio cristiano, cosa che, secondo lui, sarebbe accaduta sotto la passata leadership.

Nel 2016, Papa Francesco ha nominato l’arcivescovo Vincenzo Paglia a capo dell’Accademia dopo che tutti i membri precedenti sono stati rimossi. A quel tempo furono messi in atto nuovi statuti che non obbligavano più i suoi membri a difendere la vita secondo gli insegnamenti cattolici.

Paglia ha sollevato preoccupazioni quando ha ribadito l’importanza dell’Organizzazione mondiale della sanità in un’intervista, elogiando il gruppo nonostante la sua posizione apertamente a favore dell’aborto. L’OMS afferma anche che il genere è diverso dalle “categorie binarie del sesso biologico”.

Il capo della Pontificia Accademia ha un passato controverso

Non è la prima volta che Paglia è coinvolto in polemiche. Il mese scorso, ha attirato critiche diffuse quando ha twittato l’immagine di una coppia nuda sdraiata a terra con bambini nudi che li circondavano.

È stato criticato anche quando ha assunto un artista omosessuale per dipingere un murale omoerotico sui muri della sua chiesa cattedrale nel 2017.

Nel murale appare lo stesso arcivescovo e si può vedere Gesù che alza delle reti che contengono dei transessuali nudi, spacciatori di droga e omosessuali impegnati in “interazioni erotiche”verso il cielo.

L’indignazione per il murale era così forte che alcuni credevano che potesse essere distrutto, ma è ancora al suo posto.

Su Twitter, l’Accademia ha attaccato Lawler, affermando che il suo articolo è stato “un malinteso deliberato per produrre confusione”.

Ha risposto che non avevano bisogno di alcun aiuto da parte sua per creare confusione poiché il documento stesso riesce a farlo abbastanza bene da solo.

Scrivendo su LifeSiteNews, il professore e laico domenicano Doyen Nguyen ha lamentato l’opportunità mancata, dicendo che il fatto che un documento sia destinato a tutti non significa che i riferimenti a Dio e alla chiesa debbano essere omessi.

In effetti, non è chiaro il motivo per cui l’Accademia pensa che persone senza fede leggerebbero un documento dal Vaticano in primo luogo.

È estremamente preoccupante che il Vaticano non abbia colto l’occasione per menzionare Dio in quel documento e riflettere un punto di vista cattolico, poiché la prospettiva secolare [dell’attuale pandemia] si può trovare ovunque.

Ci si aspetta che i riferimenti a Dio vengano eliminati nella società anticristiana “sveglia”, dove le statue di Gesù, altre figure religiose e persino le chiese sono state recentemente attaccate.

Tuttavia, l’ultimo luogo da cui la maggior parte dei cristiani si aspettava di vedere questo atteggiamento è il Vaticano stesso [Multiple Catholic Priests Expose The Practice Of Satanism Within The Vatican], e molti ora si chiedono perché qualcuno con una storia come quella di Paglia abbia una posizione così influente nella Chiesa.

Fonte: humansarefree

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Cattolici oltraggiati dopo che il Vaticano evita di usare la parola Dio in un documento ufficiale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: