Divulgazione

Fino a quando ci faremo prendere in giro dall’Europa e dai venduti italiani?

Il Consiglio Europeo, “European Union COuncil” è stato prolungato di un giorno, ma per ora senza risultati. Già il solo Bilancio Pluriennale dell’Unione, 2021-27, sarebbe stata una sfida non semplice, voler caricare anche il “Recovery Plan” sembra essere troppo per una conclusione positiva. Non poteva essere diversamente, come prevedeva chi avesse un po’ di lucidità. Prima di andare a casa prenderanno una decisione di facciata, tanto per dire che qualche cosa è stato fatto, ma non sarà nulla di serio.

Il problema, come ci dice giustamente Borghi, è legato al fatto che la struttura dell’Unione, così come congegnata, vede tre parti: i vincitori che ci guadagnano, cioè i nordici, quelli che sono stati comprati dai nordici, come la Spagna, ed i perdenti, Italia in testa. Noi siamo alla fine quelli che pagano per tutti. Prima c’era anche il Regno Unito, ma loro, ad un certo punto , hanno deciso di andarsene. Siamo rimasti solo noi, che, in mano ai piddini, non facciamo altro che implorare pietà e chiedere l’elemosina. Ecco perchè il Consiglio non arriverà a nulla, perchè Conte ed il suo governo piddino (il M5s non esiste più come reale  forza politica, come mostra la soluzione della questione Autostrade). Solo i fessi o gli antiitaliani, solitamente alti dirigenti del PD venduti, per quattro posti di seconda fila a Bruxelles.

La vera trattativa l’Italia dovrebbe farla ponendo un aut aut: o ristabiliamo una giustizia in Europa, oppure ce ne andiamo, senza se e senza ma. Purtroppo il governo piddino non lo farà mai e vedremo solo l’ennesimo, inutile, rinvio.  La soluzione che vedrete è quella delle strettissime condizionalità: qualsiasi paese potrà dire che l’Italia non rispetta i patti e mettere il veto a qualsiasi aiuto verso di noi, perchè non abbiamo fatto abbastanza “Riforme”, mettendo in modo plastico l’umiliazione dell’Italia. Una situazione vergognosa, in cui comunque i mass media diranno che è stata una vittoria di Conte, perchè loro, come i piddini, sono venduti per un tozzo di pane…

Buon ascolto di Claudio Borghi, grazie ad Inriverente.

Fonte: scenarieconomici

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Fino a quando ci faremo prendere in giro dall’Europa e dai venduti italiani?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: