Nuovo Ordine Mondiale

Perché ci continuano a mettere in guardia riguardo ad una seconda ondata di Covid 19?

Sono solo io o le cose sembrano un po ‘inquietanti in questo momento? Sono trascorse più di sei settimane dall’entrata in vigore dell’agenda di Covid-19 e sembra che siamo bloccati in prima marcia.

L’agenda è iniziata con una raffica di attività e paura. Nel giro di poche ore in quel fatidico giorno di inizio marzo, tutto intorno a noi è iniziato a crollare.

I principali eventi sportivi furono cancellati poco prima o subito dopo. I festival previsti per metà-fine estate sono stati cancellati anch’essi.

I luoghi di lavoro hanno iniziato a chiudersi con un preavviso minimo o nullo.

La notizia, in un modo apparentemente pre-sceneggiato, ha iniziato a annunciare uno stato di panico in America e in tutto il mondo.

Senza dubbio, innumerevoli milioni di persone hanno pensato che la morte fosse un pericolo serio.

Immediatamente, l’idea del distanziamento sociale, l’appiattimento della curva, il costante lavaggio delle mani e “una nuova normalità” è stata propagandata sul pubblico in modo molto elementare.

I “buoni cittadini” del mondo hanno inghiottito queste istruzioni poi, con una strana reazione, hanno iniziato ad acquistare ogni rotolo di carta igienica in vista.

Ci avviciniamo alla fine ma tutto questo ancora non sembra un lontano ricordo.

Ora ci sediamo tutti; in attesa di vedere cosa succederà dopo.

Mentre i media e gli esperti nazionali continuano a riferire sul numero gonfiato di morti da Covid-19, le nostre catene di approvvigionamento alimentare iniziano a rompersi, innumerevoli persone camminano con maschere ridicole e il mondo dello spettacolo cerca di rendere normale la nostra nuova vita in isolamento. Iniziamo a pensare che nulla di tutto quello che sta succedendo abbia senso sin dall’inizio.

La stragrande maggioranza di noi non conosce ancora nessuno che si è ammalato (figuriamoci è morto) a causa di un’infezione da coronavirus.

Eppure, tutto ciò di cui sentiamo parlare nelle notizie in questi giorni è che sta arrivando una “seconda ondata” dell’epidemia; anche se, se non avessimo mai prestato attenzione ai media, non sapremmo neanche che si è verificata una prima ondata.

Qual è l’agenda alla base della propaganda della seconda ondata e come sarà?

La seconda ondata è una torta già cotta.

Prima che tutto ciò iniziasse, i poteri che stavano già progettando stavano già pianificando di piantare la paura di una seconda ondata di focolai. Se ripensi, anche all’inizio di marzo, gli “esperti” stavano già battendo quel tamburo.

È importante prestare attenzione ai dettagli dell’evento 201, l’esercitazione dell’ottobre 2019 che ha pianificato ogni dettaglio di questa pandemia. In esso, noterai quante volte è stata discussa una seconda ondata e come verrà utilizzata per reprimere la protesta e il dissenso pubblico.

I pianificatori pandemici sapevano fin dall’inizio che le persone avrebbero iniziato a stancarsi di essere bloccate a casa e private delle loro libertà; con poche opzioni per vivere una vita normale. Sapevano anche dello scetticismo pubblico che sarebbe seguito dopo alcune settimane di blocchi; quando il mondo reale ha iniziato a mostrare alle persone che non c’è davvero una pandemia che uccide i loro amici e i loro cari.

Per continuare a controllare le persone e prepararci per un vaccino sperimentale obbligatorio, hanno ipotizzato, devono continuare a instillare la paura dell’ignoto.

Il virus è imprevedibile, dicono. Potrebbe mutare in qualunque momento.

Anche i gatti possono prendere il coronavirus, ora ci dicono.

Per la seconda ondata saranno incolpate  persone in cerca di libertà e gruppi di manifestanti

Non fare errori; i poteri dietro il più grande inganno nella storia del mondo vogliono che questo sia un problema politico. Vogliono che i cittadini combattano tra loro mentre svolgono la loro agenda per un Nuovo Ordine Mondiale totalitario, in cui la privacy e le libertà personali sono un ricordo del passato.

Lo stato della Georgia, che recentemente ha alleggerito le restrizioni di blocco, sarà in prima linea nella controversia quando verrà annunciata una “seconda ondata” di infezioni.

Come osano alleggerire le restrizioni così presto?

I media indicheranno anche il Texas amante della libertà e tutti gli altri stati che “aprono troppo presto”.

Ma la maggior parte della colpa per una seconda ondata percepita sarà attribuita direttamente ai manifestanti e alle persone che mettono in discussione la narrazione o la gravità della pandemia.

Lo vediamo accadere già quando accendiamo la notizia. Come possono questi pazzi andare in pubblico senza permesso, figuriamoci senza maschere, chiedendo che le loro libertà vengano restituite?

Questo è uno stratagemma ovvio per demonizzare i cercatori di verità e far sì che le masse ipnotizzate indirizzino odio verso coloro che stanno cercando di dimostrare l’assurdità di ciò che viene fatto.

I sistemi immunitari sono sottoutilizzati a causa di blocchi

Parte di ciò che sarà dipinto come la seconda ondata di coronavirus sarà il fatto che le persone, in effetti, si ammaleranno. Dopotutto, la maggior parte di noi è già stata rinchiusa nelle nostre case già da settimane.

I nostri sistemi immunitari non hanno avuto  l’allenamento di cui hanno bisogno per combattere i contagi esterni che la vita normale ci presenta.

Quando una malattia può essere chiamata coronavirus, la stragrande maggioranza delle persone con coronavirus non mostra sintomi e nessun test accurato esistente per dimostrare in modo definitivo chi ha o non ha il virus, pone le basi per individuare eventuali sintomi casuali su Covid-19.

Dopo un limitato “ritorno” ad una parvenza di vita pubblica, le masse con il lavaggio del cervello si faranno prendere dal panico nel momento in cui avvertiranno i sintomi di malattie comuni. Funzioneranno e saranno testati, e i falsi positivi truccati “dimostreranno” che la società non è ancora sicura per la vita sociale.

Ciò consentirà all’agenda di controllo della popolazione di continuare, mentre le richieste di un vaccino che consentano alla vita di tornare ai valori “normali” passeranno a nuovi livelli.

Ricorda, un vaccino sperimentale biometrico per l’intera popolazione, che ci collega tutti alla nuova rete di sorveglianza 5G, è il gioco finale di questa intera agenda.

Confronti di influenza 5G e spagnola

Questo è lo scenario più spaventoso delle campane d’allarme della seconda ondata; perché è uno scenario molto reale e possibile.

Questo è lo scenario più spaventoso delle campane d’allarme della seconda ondata; perché è uno scenario molto reale e possibile.

I pericoli delle radiazioni a microonde da 60 mm da 5G sono reali. È già stato dimostrato che le onde 5G 60mm incidono direttamente sulle molecole di ossigeno, rendendo così difficile, se non impossibile, che l’ossigeno si leghi all’emoglobina nel nostro sangue.

Non riuscendo ad ottenere ossigeno nel nostro sangue, soffocheremo e moriremo. Se questo inizia ad accadere in massa dopo che il 5G inizia ad essere attivo in tutto il paese, tutti indicheranno il coronavirus come causa.

Ma sarà una bugia.

Le radiazioni nell’aria fanno parte della nostra vita dall’influenza spagnola del 1918. In effetti, l’epidemia di influenza spagnola è iniziata quando le prime onde radio AM sono state introdotte nell’ambiente.

È stata una coincidenza? Probabilmente no.

Se studi i dettagli dell’influenza spagnola, scoprirai che gli scoppi sono iniziati nel 1918, con ulteriori ondate e focolai che continuano nel 1920. Questo era il periodo esatto in cui le torri radio AM venivano costruite e impegnate al fine di coprire l’intero paese con radiazione radio AM.

All’epoca, le persone non erano mai state sottoposte a radiazioni nell’aria che attraversavano i loro corpi in ogni momento della giornata. Sebbene questo tipo di radiazione fosse (ed è) molto meno potente di quello che presenterà il 5G.

Oggi è interessante notare che la stragrande maggioranza delle morti dichiarate di Covid-19 sono avvenute in luoghi come New York City, dove il 5G è già andato in diretta. Non è inoltre un caso che le persone che muoiono non siano state in grado di ottenere l’ossigeno necessario per sopravvivere.

Sii molto consapevole di questa minaccia quando i media parlano della prossima ondata di focolai di Covid-19.

Potrebbe benissimo essere pianificato. Sanno già cosa sta succedendo con i pericoli del 5G.

Quanto dureranno le “onde”?

In poche parole, aspettati che le onde durino fino a quando non c’è un vaccino disponibile e non potranno obbligare tutto a farselo. Questo è il gioco finale di questo programma e non lo nascondono.

Quello che stiamo vivendo in questo momento è ciò che è noto come condizionamento psicologico pavloviano, per prepararci ad accettare il vaccino come cura per ciò che affligge il mondo.

Una seconda ondata di “focolai” stabilisce uno schema nel nostro condizionamento, mentre una terza ondata lo confermerà nelle menti delle masse.

Quando arriveremo a quel punto, molte persone avranno già accettato questa nuova realtà come “la nuova normalità”.

Molte persone si sentono già nervose per tornare in vita come lo sapevamo. Anche quelli di noi che sanno che l’intera pandemia è una menzogna orchestrata potrebbero sentirsi a disagio nel tornare in un mondo nelle condizioni attuali in cui si trova.

Ma ricorda, una pandemia non è un motivo per togliere i diritti umani fondamentali donati da Dio. Questo principio deve essere respinto su tutti i fronti, non importa per quanto tempo i poteri trascinano fuori questa sciarada.

Resistere su tutti i fronti

Tenete presente che qualsiasi cosa facciate per resistere verrà usata contro di voi. Ma fatelo comunque.

Il nostro futuro e il futuro dei nostri figli dipende da questo.

La narrazione che avanzerà sarà che chiunque sia contrario al sistema di credenze tradizionale sulla pandemia sono estremisti hardcore, di destra, armati di armi.

Non prestare attenzione a questo.

Rapportatevi con altre persone ogni volta che è possibile, lontano da qualsiasi tecnologia. Allontanatevi da tutto ciò che può essere monitorato; perché siete monitorati.

Le conversazioni faccia a faccia sono le più importanti che puoi avere. Questo è esattamente il motivo per cui sono state limitate e rese quasi impossibili in molte aree.

È tempo di lasciare il dibattito e gli argomenti di sinistra / destra al passato.

Pronunciate la verità dall’amore e fate ciò che potete per svegliare quante più persone possibile alla realtà di ciò che sta accadendo.

Non permettete che questo diventi la nuova normalità.

come vorrebbero loro

Fonte: avoidthemask

Tratto da: prepareforchange

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Perché ci continuano a mettere in guardia riguardo ad una seconda ondata di Covid 19?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: