Esoterismo Mistero Nuovo Ordine Mondiale Storia

Perché nella realtà furono i nazisti a vincere la guerra (e come hanno fatto)

introduzione di NZ – Mentre mi accingevo a scrivere un seguito per il mio articolo, Dispositivi antigravitazionali al tempo del nazismo – il più grande inganno di tutti, mi sono imbattuto in questo ottimo articolo che dice esattamente quello che volevo dire io, quindi mi sono limitato a tradurlo: per comprendere a pieno quello che segue, però, consiglio di leggere l’articolo sopracitato che, a tutti gli effetti, ne costituisce una prefazione

In molti sensi, modi e aspetti, sono stati i nazisti a vincere la II guerra mondiale – ma è tutto al di fuori del pensiero storico tradizionale. Dovrai scavare in profondità per vederne la verità. Il fatto scioccante è che i principali leader nazisti, la tecnologia, il denaro, le armi e il personale (ingegneri, scienziati e tecnici) furono scortati in sicurezza fuori dalla Germania prima del maggio 1945, la fine della seconda guerra mondiale. Sia prima che durante la guerra, i nazisti avevano stabilito basi al di fuori della Germania, e nel 1944, consapevoli del fatto che la sconfitta fosse una concreta possibilità, trovarono un modo per mantenere segretamente i loro soldi. Quando dico davvero che i nazisti hanno vinto la guerra, non intendo nazista come termine figurativo o come termine generale per descrivere fascisti o autoritari. Intendo gli attuali nazisti originali del 3° Reich che hanno governato dal 1933 al 1945 in Germania, i leader del NSDAP (tradotto come il Partito Socialista Tedesco dei Lavoratori Nazionalista), distinti dai tedeschi ordinari che li seguivano e, ovviamente, dal resto dei tedeschi che non lo fecero. I nazisti hanno sempre avuto amici nelle alte sfere mondiali, fin dall’inizio, come vedremo, e questi stessi poteri hanno assicurato che il personale, la tecnologia e l’ideologia nazisti vivessero in altri luoghi e modi (attraverso l’invito e l’infiltrazione o la continuazione discreta) – come succede anche oggi.

Come i nazisti vinsero la guerra: l’organizzazione Bormann, il Reich in esilio e le corporazioni multinazionali nascoste

I nazisti potrebbero aver perso “ufficialmente” la seconda guerra mondiale, ma i migliori sono fuggiti – e la loro influenza continua ancora oggi. Oltre a infiltrarsi nei ranghi della CIA, della NASA e di altre agenzie del governo degli Stati Uniti (su invito), i nazisti in esilio istituirono una massiccia rete economica composta da 750 corporazioni in paesi neutrali. Ciò non era dovuto a Hitler, ma piuttosto al Reichsleiter (direttore dell’Impero) Martin Bormann, un genio organizzativo e segretario personale di Hitler. L’Organizzazione Bormann controllava le principali società tedesche e aveva una notevole influenza in America.

Bormann, noto come “L’eminenza marrone”, fuggì con successo dall’Europa verso il Sud America e amministrò un “Reich in Esilio” negli anni successivi alla guerra. L’oro nazista fu portato allo studio legale di New York Sullivan e Cromwell (dove lavorava Allen Dulles, che divenne il direttore della CIA e la mente dell’omicidio di JFK). L’oro fu sciolto e portato alla Federal Reserve, quindi investito in queste 750 società naziste, le quali divennero una base del potere economico nazista nei decenni postbellici. Secondo Tony Gosling, che tratta questo argomento in questo video, un banchiere citato da Manning ha definito l’organizzazione Bormann “l’accumulo più importante di potere monetario del mondo in tutta la storia”. Controllò le principali società tedesche, la stessa Repubblica Federale, gran parte dell’America Latina e esercitò una notevole influenza all’interno degli Stati Uniti. Queste 750 società non solo hanno ricevuto la ricchezza liquida della Germania nazista, ma anche molto in termini di informazioni industriali e tecnologie brevettate.

Herbert Dorsey nel suo libro The Covert Colonization of Our Solar System ha anche questo da dire:

“Otto Skorzeny ha finanziato l’Internazionale nazista. E, allo stesso tempo, è stato assunto dalla CIA dopo la guerra! Ha aiutato Martin Bormann a recuperare il bottino nazista depositato in paesi neutrali per questa organizzazione. L’idea originale non venne da Skorzeny, ma da Martin Bormann, segretario privato di Hitler. In una riunione segreta all’Hotel Rotes Haus, a Strasburgo, il 10 agosto 1944, Bormann incontrò importanti industriali tedeschi. Si resero conto che la Germania avrebbe perso la guerra e svilupparono piani per il mondo del dopoguerra.

Avrebbero immediatamente iniziato a trasferire denaro, macchine utensili, acciaio speciale e progetti per tecnologie avanzate all’estero in paesi neutrali, da utilizzare dopo la guerra … Skorzeny era divenuto il nipote di Hjalmar Schacht ed entrambi gli uomini erano coinvolti nella creazione dell’Internazionale nazista. Il finanziere del Terzo Reich, Hjalmar Schacht, consigliò gli industriali su come camuffare i loro beni sulla carta. Otto Skorzeny avrebbe gestito l’effettivo trasferimento fisico [di] questa ricchezza. Entrambi gli uomini conoscevano i segreti del tesoro nazista; dove si trovava; come ci era arrivato; chi lo controllava; e lo scopo a cui era destinato.

Inoltre, Otto Skorzeny è stato l’uomo più importante nell’organizzazione dell’Organizzazione delle Entlassene SS Angehorige (ODESSA – Organizzazione per il rilascio degli ex membri delle SS). ODESSA sarebbe divenuta una parte importante dell’Internazionale nazista e avrebbe aiutato i criminali di guerra nazisti a sfuggire alla giustizia … “


Come i nazisti vinsero la guerra: il Vaticano e le banche svizzere

Molti ricercatori come John Loftus hanno esposto i legami molto stretti tra i nazisti e il Vaticano. Il Vaticano (insieme agli investitori britannici e statunitensi) ha contribuito a costruire il 3° Reich dopo la sconfitta della Germania nella prima guerra mondiale e ha dato denaro direttamente a Hitler. Ad un certo punto, però, Hitler sequestrò al Vaticano tutti i loro (considerevoli) beni tedeschi, dicendo loro che li avrebbe restituiti ai legittimi proprietari se fossero rimasti in silenzio. Il Vaticano ha istituito ratline (reti di fuga) che hanno permesso a molti noti criminali di guerra nazisti di fuggire dopo la seconda guerra mondiale.

Nel frattempo, se pensavi che la Svizzera fosse veramente neutrale, ripensaci. Gran parte della Svizzera è di lingua tedesca, dopo tutto, e culturalmente, è molto simile alla Germania. La Svizzera era “neutrale” solo nel nome, essa nascondeva tonnellate di denaro (rubato) nazista nelle proprie banche durante la guerra. Tutti quegli uomini nazisti che fuggivano e tutto quel denaro che veniva sottratto agli Alleati alla fine della seconda guerra mondiale, fanno capire che, in realtà furono i tedeschi a vincere la guerra anche se la Germania fu conquistata e catturata dalle forze alleate.

Come i nazisti vinsero la guerra: armi sofisticate basate su una tecnologia fuori dal mondo

Nessuno studio del nazismo o della seconda guerra mondiale è completo se non si tenta di comprendere veramente fino a che punto la genialità tedesca è stata la forza trainante dei progressi tecnologici del mondo durante gli anni ’30. La Germania è stata a lungo famosa per la sua eccellenza ingegneristica. Nonostante sia una nazione più piccola di Francia, Russia e Stati Uniti, la Germania ha guidato il mondo. Una volta iniziata la guerra, divenne presto evidente che la tecnologia tedesca, applicata a armamenti, sottomarini, aerei, metallurgia e altre industrie, era più sofisticata di quella dei suoi nemici in tempo di guerra, questa le permise di prendere il sopravvento durante gli anni del 1939 – 1941.

I tedeschi, oltre ad aver sviluppato tecnologia terrena, svilupparono anche una tecnologia ultraterrena – letteralmente fuori dal mondo. Secondo la storia, le famose società Thule e Vril guidate da canalizzatori psichici come Maria Orsic, furono in grado di entrare in contatto con esseri extraterrestri avanzati del pianeta Aldebaran (nella costellazione del Toro) e scaricare informazioni relative alla tecnologia antigravità. C’è molto di più nella storia (comprese le affermazioni degli ET che erano i progenitori della razza ariana, che offrirono la prova a tedeschi/nazisti dando loro scritture in sumerico, ecc., Ma tutto questo esula dallo scopo di questo articolo). L’essenza principale è che i nazisti hanno preso queste informazioni canalizzate e hanno effettivamente costruito prototipi UFO funzionali in grado di volare! Per qualche informazione in più su questo, vedi il mio precedente articolo Questo Whistleblower va in posti in cui non sei mai stato prima …, e per la storia completa, leggi il libro molto ben studiato di Joseph Farrell Reich del Black Sun: Nazi Secret Armi e leggenda degli alleati della guerra fredda. Per inciso, Farrell produce forti prove del fatto che anche i nazisti avevano la bomba nucleare prima degli americani, ma non riuscirono a lanciarla.

Come i nazisti vinsero la guerra: l’Argentina

I successivi 3 punti si riferiscono alle basi naziste che furono stabilite prima del 1945 (ben prima della fine della Seconda Guerra Mondiale). La prima è l’area di Bariloche, nel sud dell’Argentina. Ora, sappiamo tutti che Hitler si è suicidato in un bunker di Berlino, giusto? No! Nel suo libro Hitler in Argentina: The Documented Truth of Hitler’s Escape from Berlin, l’autore Harry Cooper mostra prove convincenti che Hitler e altri nazisti come Martin Bormann viaggiarono in sottomarini tedeschi fino in Argentina. Alcune delle prove che questa affermazione sorprendente è vera sono questi documenti declassificati dell’FBI.

L’articolo: file segreti declassificati dall’FBI che attesta Hitler fuggì in Argentina nel 1945 contiene ulteriori informazioni:

“Insieme ai documenti dell’FBI che descrivono dettagliatamente un resoconto di un testimone oculare della posizione di Hitler in Argentina, ulteriori prove stanno venendo alla luce e aiuterebbero a dimostrare che Adolf Hitler ed Eva Braun non sono morti in quel bunker. Nel 1945, l’addetto navale di Buenos Aires informò Washington che c’era un’alta probabilità che Hitler ed Eva Braun fossero appena arrivati ​​in Argentina. Ciò coincide con gli avvistamenti del sottomarino U-530. Una prova aggiuntiva arriva sotto forma di articoli di giornale che descrivono in dettaglio la costruzione di un palazzo in stile bavarese ai piedi delle Ande. Un’ulteriore prova arriva dalle parole dell’architetto Alejandro Bustillo che scrisse del suo progetto e della costruzione della nuova casa di Hitler, finanziata da ricchi immigrati tedeschi.

Toppa per celebrare la spedizione antartica della Germania

Come i nazisti vinsero la guerra: l’Antartide

L’Antartide è un argomento bollente in questo momento nella comunità di ricerca alternativa. Sì, ci sono più speculazioni in tutti i titoli che fatti reali, tuttavia le persone si sono svegliate sul fatto che qualcosa sta succedendo laggiù – qualcosa di grande. Vi sono prove considerevoli che i nazisti avevano una base perfettamente funzionante lì (hanno chiamato l’Antartide Neu Schwabenland [Nuova Svevia] e la base Neu Berlin [Nuova Berlino]). Sappiamo per certo che hanno intrapreso spedizioni nel 1938. Citerò ancora una volta da The Covert Colonization of Our Solar System:

“Il 17 dicembre 1938 la spedizione in Nuova Svevia lasciò Amburgo per l’Antartide a bordo della MS Schwabenland guidata dal capitano Alfred Ritscher, un capitano del Kriegsmarine [Ed. – Marines tedeschi]. La spedizione arrivò in Antartide il 19 gennaio 1939 a 4 gradi 30 minuti a ovest e 69 gradi 14 minuti a sud al largo della costa della principessa Martha … questa zona era geotermicamente attiva e conteneva sorgenti calde e alcune terre libere dal ghiaccio. L’area racchiudeva anche la città sotterranea abbandonata nascosta rivelata dagli Agartiani [Ed. – che avevano aiutato i nazisti in Tibet]. Anche U-boat tedeschi furono inviati nella regione e poco dopo scoprirono la città abbandonata sotto la calotta di ghiaccio … Un certo numero di tedeschi rimasero a vivere lì a tempo pieno e Neu Berlin veniva regolarmente rifornita dai sottomarini con cibo dal Sud America e attrezzature dalla Germania.”

Molti ricercatori hanno esaminato ciò che ha detto l’ammiraglio Richard Byrd sull’operazione Highjump, la spedizione militare americana del 1947 che partì per l’Antartide in una missione che doveva durare molti mesi, ma che fu interrotta dagli UFO che respinsero le navi statunitensi e le costrinsero al ritorno dopo appena 8 settimane! Alcuni hanno ipotizzato che Byrd si fosse imbattuto in extraterrestri. Tuttavia, date tutte le informazioni che abbiamo ora sui nazisti, suggerirei che è più probabile che si sia imbattuto nei nazisti stessi. Byrd stava cercando i nazisti?

Questo è un estratto di un rapporto su un quotidiano cileno locale El Mercurio di mercoledì 5 marzo 1947:

“L’ammiraglio Richard E. Byrd ha avvertito oggi che gli Stati Uniti dovrebbero adottare misure di protezione contro la possibilità di un’invasione del paese da parte di aerei ostili provenienti dalle regioni polari. L’ammiraglio ha spiegato che non stava cercando di spaventare nessuno, ma la crudele realtà è che in caso di una nuova guerra, gli Stati Uniti potrebbero essere attaccati da aerei che sorvolano uno o entrambi i poli. “

Coloro che sono interessati ad approfondire la lettura potrebbero voler approfondire la Genesi per la nuova era spaziale di John Leith.

Come i nazisti vinsero la guerra:  Base Lunare nel 1942

Se pensavi che le basi naziste in Argentina e in Antartide fossero mete esotiche, aspetta di sentire questo. Se questa teoria è corretta, la corsa sulla luna negli anni ’60 non avrebbe potuto essere vinta né dagli americani né dai russi, perché i tedeschi erano già stati lì! Giusto; secondo almeno 2 fonti (il ricercatore Vladimir Terziski e l’informatore Corey Goode), i nazisti avevano costruito veicoli antigravità funzionanti che potevano portarli sulla Luna già nel 1942, e riuscirono a costruirvi una base in quel momento. Mentre ci sono punti interrogativi sulla testimonianza di Goode, Terziski è un ricercatore rispettato con molti documenti e schemi per sostenere ciò che dice. Quella che segue è un’altra citazione da The Covert Colonization of Our Solar System:

“… durante gli ultimi anni della seconda guerra mondiale, le persone informate della Germania sapevano che avrebbero perso la guerra, nonostante tutta la propaganda contraria. Gran parte della strategia consisteva quindi nel trasferire la maggior parte della tecnologia tedesca avanzata in altre località come l’Argentina, l’Antartide e la Luna. Hans Kammler era responsabile del progetto e riuscì a spostare gran parte di questo materiale prima che gli Alleati prendessero il controllo di queste aree in cui si trovavano … la costruzione della base lunare fu resa possibile solo da un trattato concordato tra il governo tedesco e la federazione Draco verso la fine della guerra. La Luna è occupata da un numero di gruppi extraterrestri e viene utilizzata come luogo di incontro diplomatico tra questi gruppi … “

Nel suo summenzionato libro Reich of the Black Sun, Farrell espone in dettaglio il ruolo speciale e potente di Kammler nel guidare un think tank nazista altamente riservato dedicato ad armare fenomeni esotici e ultraterreni. Dopo aver letto l’incredibile conoscenza e gli sviluppi raggiunti, e i bizzarri esperimenti che hanno intrapreso per farlo, si può vedere come non sia inverosimile concepire l’idea che i nazisti fossero arrivati ​​sulla Luna prima di chiunque altro.

Operazione Paperclip: Wernher von Braun con la vestito, che ha continuato a condurre la nazista-NASA alla fama apparente nel presunto atterraggio sulla luna del 1969 – se ci credi.

Come i nazisti vinsero la guerra: infiltrazione degli Stati Uniti (NASA, CIA, ecc.) Tramite l’operazione Paperclip

È un fatto interessante della storia che gli Stati Uniti furono quasi rovesciati in un colpo di stato nel 1933 (noto come Business Plot) guidato dalle stesse persone che stavano finanziando ed erano strettamente implicate nell’ascesa del nazismo in Germania. Il veterano del marinaio decorato Smedley Butler (famoso per il suo libro War is a Racket) fu reclutato per il colpo di stato, che in seguito svelò tutto, dopo aver raccolto abbastanza informazioni sui cospiratori. Secondo questo documentario, tra i cospiratori c’erano Prescott Bush, membro della Skulls & Bones Society (S&BS), capo della CIA e padre del presidente degli Stati Uniti e membro della S&BS George H. W. Bush, e nonno del presidente degli Stati Uniti e membro della S&BS George W. Bush.

Il professor Anthony Sutton ha scritto libri che espongono nei dettagli come Wall Street abbia finanziato il nazismo. Alcuni importanti uomini d’affari americani erano simpatizzanti nazisti sin dall’inizio. Quindi, quando la guerra finì e intorno al 1600 i nazisti inondarono il complesso militare industriale e il complesso di intelligence militare statunitensi sotto l’operazione Paperclip, questi scienziati, ingegneri e tecnici nazisti stavano lavorando su un’ideologia di base già preesistente. Ovviamente gran parte della società americana non era contro il nazismo, ma c’erano abbastanza persone chiave nei luoghi chiave del potere che riuscirono ad arruolare i migliori nazisti e aiutarli a evitare processi e punizioni. Questi nazisti, un tempo insediati in modo sicuro all’interno della CIA, della NASA e di altre agenzie militari, iniziarono quindi a sfruttare gli incredibili soldi e la produttività degli Stati Uniti per contribuire a trasformarli nella prima superpotenza globale del mondo.

In molti modi, i nazisti e i sovietici combatterono le battaglie più brutali e cruciali della seconda guerra mondiale. I nuovi nazisti “americani” potevano essere diventati cittadini statunitensi, ma non  dimenticarono il loro odio per la Russia, e non passò molto tempo prima che riuscissero ad infondere nella loro nuova nazione ospite un forte odio contro i russi in quella che sarebbe diventata la guerra fredda. Sì, probabilmente gli Stati Uniti avrebbero visto l’URSS come un nemico rivale e potenziale a prescindere (dal momento che la mentalità di guerra richiede sempre che un nemico giustifichi la propria esistenza), tuttavia non c’è dubbio che il pensiero e l’ideologia nazisti abbiano contribuito a volgere gli Stati Uniti contro l’URSS .

Nel suo libro The Hunt for Zero Point, Nick Cook scrive di come i nazisti vinsero la guerra infettando gli Stati Uniti con la loro ideologia, perché gli Stati Uniti desideravano la loro competenza tecnica:

“Quando gli americani sono inciampati in questo ceppo mutante della fisica non lineare e lo hanno riportato a casa con loro, erano abbastanza astuti da rendersi conto che il loro talento scientifico nazionale non poteva gestirlo … ecco perché hanno reclutato così tanti tedeschi. I nazisti svilupparono un approccio unico alla scienza e all’ingegneria completamente separato dal resto del mondo, perché la loro ideologia, per quanto sfrenata, sosteneva un modo completamente diverso di fare le cose … il guaio era che gli americani lo portavano a casa hanno scoperto, troppo tardi, che è stato infettato da un virus. Accettate la scienza, assumete anche aspetti dell’ideologia. “

Conclusione: i nazisti hanno vinto la guerra, davvero

Quindi, tutto sommato, nonostante il fatto che la Germania sia stata invasa e catturata nel 1945, è giusto dire che, da una certa prospettiva, i nazisti vinsero la guerra. Nel suo libro del 2009 L’ascesa del quarto reich: le società segrete che minacciano di impadronirsi dell’America, il defunto e leggendario Jim Marrs ha rivelato come l’ideologia nazista infestasse gli Stati Uniti, usando società di facciata corporativa in tutto il mondo per nascondere il loro bottino rubato e portare la loro miracolosa tecnologia di armi che ha aiutato gli Stati Uniti a vincere la corsa allo spazio. In una famosa intervista del Project Camelot del 2013, Max Spires (ora deceduto) e Michael Prince (aka James Casbolt), entrambi supersoldati e vittime del controllo mentale, hanno rivelato come il Nuovo Ordine Mondiale avesse 2 fazioni chiave: la fazione Rothschild-sionista e la fazione Rockefeller-nazista (quest’ultima delle quali potrebbe essere chiamata il 4 ° Reich). I Rockefeller erano, ovviamente, simpatizzanti nazisti di lunga data e intimamente collegati a loro attraverso le industrie petrolifere, farmaceutiche e chimiche.

Il nazismo era molto, molto più di un semplice partito politico. Era un’ideologia e un’identità che sopravvissero di gran lunga a Hitler. Ora dobbiamo confrontarci con la reale possibilità che l’ideologia nazista sia viva e vegeta oggi negli Stati Uniti e rimanga ancora una forza trainante chiave del Nuovo Ordine Mondiale.

*****

Makia Freeman è l’editore di media alternativi / sito di notizie indipendenti The Freedom Articles e ricercatore senior di ToolsForFreedom.com, scrivendo su molti aspetti della verità e della libertà, dall’esporre aspetti della cospirazione mondiale a suggerire soluzioni su come l’umanità può creare un nuovo sistema di pace e abbondanza.

fonti:

Sources:

*https://thefreedomarticles.com/william-tompkins-et-whistleblower/

*https://www.goodreads.com/book/show/48652.Reich_of_the_Black_Sun

*https://www.youtube.com/watch?v=kprZtnQOb_8

*https://www.amazon.com/dp/B01C0BLUUA/ref=dp-kindle-redirect?_encoding=UTF8&btkr=1

*https://vault.fbi.gov/adolf-hitler/adolf-hitler-part-01-of-04/view

*http://humansarefree.com/2015/02/fbi-quietly-declassified-secret-files.html

*http://tst.greyfalcon.us/bizarre.htm

*http://www.whatreallyhappened.com/WRHARTICLES/coup.html

*https://en.wikipedia.org/wiki/Operation_Highjump

*https://archive.org/details/GenesisForTheNewSpaceAge

*https://www.youtube.com/watch?v=hTdx6vEUtIA

*https://www.youtube.com/watch?v=adE3SE6Sa-k

*https://thefreedomarticles.com/max-spiers-mind-control-recovery/

Nicola Zegrini nasce a Roma nel 1970. Dopo gli studi classici si laurea in Giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Appassionato di ogni forma d'arte, suona vari strumenti e compone sin da giovane poesie e canzoni. Avido lettore, si interessa ad argomenti esoterici e nel 2011 pubblica "Lo specchio del pensiero", il suo primo romanzo. Apre anche un blog di attualità, crescita personale e benessere e sia libro che sito riscuotono un discreto successo. Attualmente lavora come responsabile in un albergo nel centro di Roma.

0 commenti su “Perché nella realtà furono i nazisti a vincere la guerra (e come hanno fatto)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: